Aspetti benefici della cannella per i cani

21 Dicembre 2015

Sapevate che i cani adorano la cannella? Proprio così, questa particolare spezia è una vera e propria leccornia per i nostri amici a quattro zampe, e apporta inoltre numerosissimi benefici alla loro salute.

Per prima cosa è bene capire che cos’è e da dove viene la cannella. Nel seguente articolo vedremo brevemente le origini di questa deliziosa spezia ed analizzeremo insieme alcuni studi scientifici che affermano come essa non sia benefica solo per la salute degli umani, ma anche per quella dei cani.

Continuate a leggere!

Origini della cannella

Ne esistono quattro varietà, ma le più conosciute sono la cannella di Ceylon (il nome latino è Cinnamomum verum) e la cannella cassia (Cinnamomum cassia).

Tradizionalmente la cannella veniva utilizzata in tutto il mondo per combattere svariati problemi di salute come le flatulenze, la nausea, la diarrea e i dolori mestruali. Si ritiene inoltre che la cannella aumenti l’energia e la vitalità delle persone, oltre a migliorare la circolazione, la funziona cognitiva e la salute complessiva del cervello.

Cannella per i cani, molteplici benefici

golden-retriever1

Studi recenti hanno dimostrato che ingerire metà cucchiaino di cannella al giorno può servire a regolare i livelli di zucchero nel sangue, aumentando l’insulinoresistenza, il che giova in maniera particolare a tutte le persone a rischio diabete, compresi i cani anziani o in sovrappeso.

Altri studi rivelano che la cannella è un antimicotico; è utilizzata per combattere la candida albicans, il fungo causa di infezioni da lievito. Si tratta spesso di infezioni resistenti ai medicinali, ma non alla cannella. I cani che soffrono di allergie sono spesso inclini a contrarre funghi della pelle.

La cannella ha inoltre proprietà antibatteriche e aiuta a rallentare il deterioramento degli alimenti. Se la sera vi avanza parte del contenuto di una scatoletta di mangime per cani, prima di conservarla in frigo aggiungetevi mezzo cucchiaino di cannella e mescolate.

Alcuni studiosi dell’Università Statale del Kansas hanno persino scoperto che questa spezia impedisce lo sviluppo dell’Escherichia Coli, batterio che tende a formarsi all’interno dei succhi non pastorizzati. Di mattina prendete quindi l’abitudine di aggiungere un po’ di cannella al vostro succo di mele.

La cannella è inoltre un grande anti-infiammatorio. Questa spezia è ideale per cani anziani che lottano contro l’artrite. È possibile mescolare mezzo cucchiaino di cannella con un cucchiaio di miele, ricetta utilizzata dagli studiosi dell’Università di Copenaghen e somministrata ai pazienti affetti da artrite. I risultati? Dopo averla ingerita per una settimana i dolori si sono placati.

Ulteriori ricerche rivelano che la cannella riesce a ridurre la pressione arteriosa, il colesterolo LDL, e a diminuire le possibilità di sviluppo di cellule leucemiche e linfomi.

Prendete nota di questi vantaggi!

  • Avendo proprietà anti-infiammatorie, la cannella è utilizzata per i dolori causati dall’artrite.
  • Nei cani diabetici aiuta a regolare il livello di zuccheri nel sangue.
  • Se il vostro animale ha un cancro alle ossa, la cannella servirà a combattere i forti dolori legati a questo tumore.
  • Per combattere i problemi di stomaco non c’è rimedio migliore di un pizzico di cannella.
  • Se il vostro cane presenta eruzioni cutanee, usatela. È efficacissima.
  • La cannella apporta calcio e fibre, e aiuta a prevenire le malattie del cuore.
  • Migliora i livelli di colesterolo buono.
  • È un eccellente repellente contro gli insetti. Per poter essere efficace, spruzzate per casa un misto di acqua e aceto di cannella.

Aspetti importanti

cuccioli
Autore: barbievoltios

Tenete a mente questo avvertimento: la cannella Cassia (il tipo più comune dal colore più scuro) contiene un composto chiamato cumarina che può essere dannoso per il fegato se ingerito in quantità eccessive. Ragione in più per optare piuttosto per la cannella di Ceylon! Se consumata con moderazione, anche la cannella Cassia è sicura: mescolandone un cucchiaino in un altro alimento ogni uno o due giorni, apporterà tutti i benefici descritti nei paragrafi precedenti.

È importante sottolineare l’effetto anticoagulante della cannella nel sangue, fattore che può determinare problemi di sanguinamento se ingerita in eccesso e contemporaneamente all’assunzione di farmaci coagulanti (come l’aspirina).

Le donne (o le cagnette) incinte non dovrebbero assumere cannella in quantità elevate, poiché essa potrebbe avere effetti stimolanti per l’utero.

Ricordate sempre che se presa in piccole quantità, per esempio mezzo cucchiaino ad ogni pasto, la cannella avrà molti più effetti positivi che negativi. Gustatevela dunque insieme al vostro cane, spolverandola sul suo e sul vostro cibo!