Bracco d’Ariège: storia, caratteristiche e curiosità

· 8 marzo 2018

Oggi vi vogliamo parlare di un cane di razza poco conosciuto anche nel suo paese d’origine, la Francia: il Bracco d’Ariège. È un animale peculiare che abbiamo deciso di presentarvi per poter condividere con voi caratteristiche e curiosità su di lui. Volete saperne di più? Continuate a leggere…

Tutto ciò che bisogna sapere sul Bracco d’Ariège

Storia e origine

Come si intuisce dal nome, il Bracco d’Ariège viene dalla Francia dove, comunque, non gode di una eccessiva fama. Fin dalle origini è sempre stato un cane usato per la caccia e assai poco come animale domestico. Fu creato nel XIX secolo attraverso incroci tra il Bracco francese e altri tipi di questa varietà, provenienti però dalle regioni meridionali e che avevano una pelliccia di color bianco e arancione.

Questa razza, forse per il lavoro a cui era dedicata e per non essere considerata adatta come altri animali domestici, non divenne popolare. Negli anni ’80 fu sul punto di estinguersi ma, grazie ad alcuni allevatori fu recuperata e, una decina di anni dopo, era di nuovo in piena espansione.

Oggi il Bracco d’Ariège continua ad essere poco noto, mentre è molto apprezzato nell’ambito della caccia alla piccola selvaggina. Molti cacciatori, provenienti dalla Francia o da altri paesi, scelgono questa razza per tale ragione.

Caratteristiche

È un cane robusto, di taglia media e dall’aspetto potente. È agile ma vigoroso e resistente, oltre che elegante e armonico. Le sue zampe sono sottili, dritte e muscolose, forti e robuste e con delle lunghe cosce.

I maschi possono misurare tra i 60 e i 67 centimetri al garrese, mentre le femmine restano un po’ indietro, tra i 56 e i 65 centimetri. Il peso oscilla tra i 25 e i 30 chili e l’aspettativa di vita del Bracco d’Ariège è compresa tra i 12 e i 14 anni.

La sua coda è spessa alla base ed è più stretta verso l’esterno, anche se di solito viene tagliata per prevenire disagi durante la caccia. Per quanto riguarda la sua testa, è lunga, con il muso dritto. Ciò crea quasi un angolo di 90 gradi con orecchie sottili, lunghe e cadenti che raggiungono e superano la linea del naso.

Per quanto riguarda la pelliccia, il manto del Bracco d’Ariège è sottile, forte e folto, con uno strato interno più morbido. Le tonalità accettate sono principalmente due: bianco e fulvo, però con macchie di color arancio o castano.

Carattere e temperamento del Bracco d’Ariège

Pur essendo sempre stato usato come cane da caccia e per scovare prede, il Bracco d’Ariège è molto versatile e adattabile, quindi potrebbe essere facilmente utilizzato per altre attività.

Anche se non è uno dei cani più ricercati come animale domestico, è amorevole, intelligente e molto docile. Preferisce, ovviamente, vivere in zone rurali, ma potrebbe tranquillamente adattarsi a vivere anche in piccoli appartamenti. Ama la compagnia ed è molto familiare, il che lo rende ideale per vivere con i bambini.

In questo senso, è equilibrato, va d’accordo con altri cani e altri animali domestici ed è molto facile da addestrare. Tuttavia, dobbiamo tenere presente che è un cane molto attivo e che, se si annoia o mantiene un livello di inattività troppo a lungo, potrebbe diventare distruttivo e abbaiare in modo ossessivo.

Cure speciali per il Bracco d’Ariège

Non è un cane con problemi di salute comuni, ma ci sono alcuni fattori da considerare. Ad esempio, le sue orecchie che, per la loro tipica forma, possono nascondere batteri e altri microrganismi. Dovrete quindi controllarle spesso.

Se viene usato per la caccia, dovrà essere controllato ogni volta che facciate ritorno a casa. Attenzione a eventuali resti vegetali, spine o parassiti che possono essere rimasti impigliati sulla pelle del vostro cane. E, naturalmente, come abbiamo detto prima, è un animale molto attivo e l’esercizio sarà una parte essenziale della sua routine giornaliera.

Sebbene il Bracco d’Ariège sia stato usato raramente come animale domestico, è un cane molto adatto alla vita in famiglia. Quindi, se state pensando di adottare in casa un nuovo amico, sicuramente non esitate a prendere in considerazione questa interessantissima razza.