In che modo calmare un cavallo spaventato?

Riuscire a calmare un cavallo spaventato è un’abilità degli appassionati e degli adepti che praticano l’equitazione per sport o come terapia. Oggi vi faremo degli esempi pratici per sapere come agire in questa situazione.

I cavalli sono sensibili e possono avere paura

I cavalli sono animali molto sensibili e percettivi, con una grande capacità di espressione. Che sia attraverso il movimento delle orecchie, della coda, del muso o dei suoni che emettono.

Gli equini comunicano tra di loro e con l’ambiente continuamente, anche se non sempre le persone lo percepiscono.

Questa loro intensa capacità gli permette di individuare facilmente i cambiamenti che avvengono intorno a loro. Per questo, nonostante la loro abilità di socializzare, sono degli animali timorosi e diffidenti.

donna che accarezza il muso di un cavallo

Quali sono le cause della paura di un cavallo?

Normalmente, gli equini si mostrano timorosi o ansiosi in situazioni che non possono controllare. Molte volte, piccoli stimoli repentini e inoffensivi possono causare loro paura.

Per esempio, alcuni puledri si spaventano della propria ombra. Invece, i cavalli adulti possono scappare a causa di un movimento brusco compiuto da un animale più piccolo di loro.

In realtà, le paure dei cavalli sono molte. Tutte dipendono dalla situazione, dal contesto e dall’ambiente in cui si trovano. Inoltre, ogni animale può reagire in maniera diversa in base all’età e al livello di addestramento.

Come riconoscere un cavallo spaventato?

I cavalli possono percepire la paura attraverso 4 sensi: la vista, l’olfatto, l’udito e il tatto. Per questo motivo dimostrano quello che provano attraverso tutto il corpo.

1. Orecchie

Le orecchie dei cavalli dicono molto sul loro stato d’animo, poiché possiedono un udito molto sviluppato.

Un cavallo spaventato ha le orecchie dritte e all’indietro. Un’orecchia indietro e un’altra avanti indicano incertezza.

E’ importante non confondere i segnali di paura con quelli di rabbiaperché sono simili. Un cavallo irato e che scalcia ha entrambe le orecchie dritte e all’indietro.

2. Coda

Un’altra parte del corpo molto espressiva dei cavalli è la coda. Questi nascondono la coda tra le gambe quando hanno paura, in modo molto simile ai cani.

3. Espressioni del muso

Gli studi sul comportamento equino affermano che i cavalli intimoriti hanno la bocca serrata e il naso allargato. Possono anche presentare delle rughe sulla fronte proprio al di sopra degli occhi, come segno di preoccupazione.

4. Suoni caratteristici

I cavalli emettono 6 suoni caratteristici: sbuffo, nitrito, nitrito di saluto, ruggito, suono materno e suono di corteggiamento. Possono nitrire anche quando sono eccitati o agitati.

Inoltre, questi animali possono fuggire all’improvviso quando hanno paura, per questo è importante addestrarli prima di montarli.

I passi da seguire per calmare un cavallo spaventato

1. Avvicinarsi con calma e tranquillità:

Evitate di compiere dei movimenti o di emettere dei suoni bruschi. E non avvicinatevi mai senza farvi vedere dal cavallo.

2. Scoprire la causa della paura:

I cavalli si spaventano spesso per dei movimenti, per le ombre o per la presenza di un animale di piccole dimensioni. Lo stesso vale per degli oggetti che non conoscono, per dei rumori o per delle luci.

Normalmente, il cavallo fisserà ciò che lo sta spaventando o incuriosendo.

donna abbraccia cavallo marrone

3. Nel caso in cui si tratti di un oggetto:

E’ più facile procedere in questo caso: basta avvicinare lentamente l’oggetto al cavallo per fargli capire che è inoffensivo. Se emette dei suoni, spegnetelo e allontanatelo dall’animale.

4. Se il cavallo si spaventa per la presenza di un animale:

Dovete agire con molta attenzione in questa situazione:

Nel caso in cui si tratti di un animale domestico o socievole, potete procedere come se fosse un oggetto. Facendolo avvicinare e lasciando che interagiscano. Non forzate mai un equino spaventato ad agire contro la sua volontà.

5. Quando si monta un cavallo spaventato:

Massaggiategli il collo fin dalla radice del pelo che si trova in questa zona. Potete anche grattargli la parte che si trova dietro le orecchie per calmarlo.

6. Quando non si sta montando un cavallo spaventato:

L’ideale è avvicinarsi lentamente al cavallo mentre gli parlate dolcemente. Una volta che gli starete di fronte, massaggiate o strofinate la zona sensibile.

Potete anche dargli degli snack, come carote o cubetti di zucchero (con moderazione).

La cosa più importante è mantenere la calma di fronte ad un cavallo intimorito. Per tranquillizzarlo ci vuole abilità, pazienza e dedizione.

Categorie: Consigli Tags:
Guarda anche