Il cane giapponese che ha dato una lezione di umanità al mondo

06 luglio, 2016
 

Sembra ironico, ma i gesti di umanità sono sempre più rari negli esseri umani; ne è erede, invece, il migliore amico dell’uomo, che ogni giorno dimostra di essere uno degli animali più speciali che esistano.

Lungi dal farsi scoraggiare dalle situazioni avverse o pericolose, il cane sa tirare fuori quel coraggio che non solo gli permette di salvarsi la vita, ma anche la vita di chi si trova in grave pericolo.

Oggi vi parliamo di uno di questi casi, in cui la bontà e l’eroismo si concentrano in un piccolo amico a quattro zampe: una storia che l’uomo dovrebbe prendere come esempio per consegnare alle nuove generazioni un mondo migliore.

Lo Tsunami in Giappone

lezioni-di-umanità-dai-cani

Il caso risale al 2011, l’anno in cui in Giappone un forte movimento sismico, seguito da uno Tsunami, ha messo in ginocchio i giapponesi e spaventato il mondo. Una terribile dimostrazione della potenza della natura, per cui molte persone hanno perso la vita o quella dei propri cari.

A causa di questo drammatico evento, a soffrire non furono solo le persone, ma anche gli animali. Di fronte ad un simile fenomeno naturale, oltre a rischiare la vita, un animale può anche morire di paura, per il forte rumore, le vibrazioni e tutti gli eventi collegati.

 

Purtroppo, quando si verifica una calamità, molte persone, in preda al panico o alla disperazione, non pensano alla sicurezza del proprio animale domestico, ma se ne dimenticano, lasciandolo solo di fronte al pericolo. Possiamo considerare gli animali come i soggetti più deboli in caso di incidente.

Un cane dimenticato

Il protagonista di questo caso drammatico è proprio uno di questi animali abbandonati dai padroni, che non solo è riuscito a sopravvivere al terribile tsunami e alla distruzione che ha portato con sé, ma ha protetto, instancabilmente, un altro cane che si trovava in pericolo.

Proprio così, si tratta di un bellissimo cane che dopo essere stato dimenticato dalla sua famiglia, si è ingegnato per mantenersi in vita mentre tutto intorno era caos, distruzione e incertezza.

In uno di quei giorni infernali in cui si trovava solo morte e disperazione, il nostro cane, dal pelo bianco e marrone, si è imbattuto in un altro amico a quattro zampe quasi moribondo, che giaceva tra le macerie di una casa.

Al vedere l’animale vivo, ma impossibilitato a camminare, il nostro amico è rimasto ad accudirlo diversi giorni, proteggendolo dai pericoli e procurandogli cibo e acqua da bere. Le zampe ferite del cane gli impedivano, infatti, di badare a se stesso.

Un esempio di generosità

Questo esempio di umanità e coraggio è stato immortalato da un cellulare. Un uomo stava filmando, in mezzo al disastro, tutto quello che succedeva, affinché il mondo potesse vedere il vero inferno che stava vivendo questa parte del Giappone.

 

In mezzo alla confusione e alle macerie, il suo telefono è riuscito a catturare un filmato che ha fatto il giro del mondo, portando speranza ai cuori dei giapponesi.

Un cane marrone e bianco abbaiava con tutte le sue forze al veder arrivare una persona, per richiamare l’attenzione: una volta ottenuta, muoveva la testa in direzione del suo compagno di avventure ferito.

Lieto fine

accarezzare-il-cane

Resistendo ogni giorno, la tenacia e l’istinto di sopravvivenza dei due cani è stata ricompensata dal salvataggio, avvenuto qualche giorno dopo. A farsene carico, un’azienda che produce mangime per animali.

Secondo i commenti di Kenn Sakurai, presidente dell’azienda, il cane di colore bianco e marrone era in condizioni migliori dell’altro cane, mal ridotto a causa delle ferite.

Entrambi sono stati visitati da un veterinario, che è riuscito a rimettere in buona forma due tra i più celebri sopravvissuti allo tsunami.