Cane salva la vita ad un uomo

Cane salva la vita ad un uomo

Ultimo aggiornamento: 28 ottobre, 2016

Le storie di cani che hanno salvato la vita di tante persone sono diventate molto popolari. L’istinto di questi animali è stato determinante in molte situazioni pericolose e le storie di persone che devono la loro vita all’azione eroica di un cane che gli ha salvato la vita, rischiando addirittura la propria, colpiscono molto l’opinione pubblica. È abbastanza comune nelle squadre di salvataggio l’utilizzo di cani per azioni specifiche, con una statistica di successo molto alta.

Un cane “salvatore”

cane-labrador
Autore: Eduardo Millo

Un uomo di Siviglia, città situata a sud della Spagna, deve la propria vita al forte abbaiare di un cane, che ha fatto in modo che il suo padrone si avvicinasse per vedere cosa innervosiva il suo piccolo amico e scorgesse l’uomo che stava per annegare nel porto di Malaga. Avvisata tempestivamente la polizia portuale, l’uomo venne tratto in salvo. Tutto grazie a Nanook.

L’uomo che stava per annegare, di più di 60 anni, durante l’incidente soffrì varie lesioni, per questo venne trasportato all’ospedale più vicino. Per tirarlo fuori dall’acqua, la polizia portuaria usò varie coperte e tentò poi di riscaldarlo introducendolo in un auto con il riscaldamento alla massima potenza.

La prodezza di Nanook

Come tutte le mattine, Nanook, un labrador color marrone di un anno, andò a fare una passeggiata con i suoi padroni, Alba e Jose Ignacio, attorno alle 7.30, nel porto di Malaga. Nanook è un animale molto sereno, buono e giocherellone.

Mentre tornavano a casa, l’animale cominciò ad abbaiare in modo molto insistente, cosa abbastanza strana per lui, soprattutto perché in qual caso in zona non c’era nessuno. Dato che il cane non voleva saperne di smettere di abbaiare e di tirare il suo padrone, questi decise di seguirlo e sentì da lontano le grida di aiuto dell’uomo che era finito in acqua. José Ignacio lo tranquillizzò e chiamò i soccorsi.

Mentre le operazioni di salvataggio venivano portate a termine, Nanook aspettava nervoso di vedere ciò che sarebbe successo. Quando l’uomo venne tratto in salvo e arrivarono i servizi sanitari, l’animale tornò a casa come tutti i giorni, soddisfatto della sua azione.

I cani salvano molte vite

Nella maggior parte dei casi in cui un cane salva la vita di una persona, si tratta di animali che in realtà non sono stati addestrati a tale fine, e in altrettanti casi nemmeno conoscono la persona che hanno salvato. Sono stati condotti vari studi al riguardo, ma questi non sono riusciti ad arrivare a conclusioni definitive sulle ragioni per cui si producono tali comportamenti nei cani.

Gli studiosi non sono ancora riusciti ad affermare con certezza se i cani siano motivati istintivamente ad aiutare le persone o se semplicemente abbiano la capacità di reagire a situazioni specifiche seguendo un determinato comportamento.

I cani, in generale, hanno una motivazione speciale per aiutare gli esseri umani, persino gli sconosciuti; la cosa importante è che il cane capisca che abbiamo bisogno del loro aiuto.

La protezione del branco

cane-labrador

Bisogna ricordare ancora una volta che l’origine dei cani risale ai lupi, ovvero alla vita in branco, in cui ci si aiuta a vicenda, ci si coordina, si vigila e si proteggono tutti i membri del suddetto branco. Sin dal momento in cui un cane considera le persone come parte del proprio branco, tale istinto viene a galla nel momento del bisogno o in situazioni particolarmente delicate.

Si tratterebbe di una specie di senso del lavoro di squadra e di bene comune. Anche se molte persone parlano di fedeltà e amore verso tutti da parte dei cani, la spiegazione a questi atti di salvataggio si basa più che altro sulla predisposizione a proteggere i membri di tale gruppo.

Fonte dell’immagine principale: Neil Barnwell