Ecco il cane che scova i veleni nei parchi

26 maggio 2017

I cani sono animali davvero intelligenti e sensibili. Per questo motivo, ormai da decenni l’uomo ha imparato a sfruttarne le qualità. Oggi esistono cani poliziotto, esemplari impiegati per scovare esplosivi, droghe e denaro sporco o, ancora, per ritrovare persone vittime di catastrofi naturali. Questa volta vi raccontiamo la storia di Albatros, il cane che scova i veleni nei parchi.

Un eroe contro i veleni nei parchi

Albatros è un bellissimo cane di razza Border Collie, da tutti ampiamente riconosciuto come uno dei cani più intelligenti al mondo. Il protagonista di questa bellissima notizia visse durante molti mesi come un cane randagio. Allo sbando e alla mercé delle intemperie.

Fortunatamente, fu trovato dal personale dell’Ufficio Municipale di Protezione Animale del Comune di Saragozza, in Spagna. Si occupò di lui il funzionario Alfonso Martinez. In quei giorni si stava occupando di una terribile piaga, i veleni nei parchi. Una triste realtà che interessa persone violente e irresponsabili che odiano i cani. Nascondono nella vegetazione pubblica vari tipi di veleni che, ingeriti dai nostri amici a quattro zampe, ne provocano la morte dopo lunghe ore o giorni di sofferenza.

Ebbene, il signor Martinez e il suo staff non riuscivano a trovare un cane adeguato per l’addestramento a scovare tali veleni. L’arrivo di Albatros cambiò radicalmente la situazione. Essendo un cane molto intelligente, inquieto e nervoso, è praticamente perfetto per svolgere in modo efficace le operazioni di bonifica anti veleni.

Ecco Albatros, il cane eroe che fiuta i veleni nei parchi e salva la vita ad altre decine di cani.

Il Border Collie che salva la vita ai cani di Saragozza

Ecco il cane che scova i veleni nei parchi
Fonte dell’immagine: elherado.es

Questo cane eroe fu abbandonato nel 2014 dai suoi padroni. Aveva appena 3 anni e, probabilmente, la decisione di lasciarlo al proprio destino fu conseguenza del suo carattere iperattivo e vivace.

Rispetto ad altri esemplari e razze, Albatros rispose assai positivamente all’addestramento. L’obiettivo era quello di insegnare all’animale a riconoscere i veleni nei parchi. Spesso e volentieri, questi assassini di cani nascondono le sostanze velenose all’interno di polpette o altro cibo in modo da invogliare qualsiasi cane a mangiarli.

Alfonso Martinez lavorò con il Border Collie durante circa sei mesi, riuscendo a trasformare questo importante lavoro di bonifica in un semplice gioco.

Oggi, Albatros salva decine e decine di vite di altri cani, grazie al suo potente olfatto e all’addestramento ricevuto. Non appena rileva o scova un possibile veleno, si sdraia e rimane immobile, senza toccare il cibo avvelenato. Come premio, riceve la sua pallina preferita con cui giocare.

Un compito importante che diventa gioco

Ogni volta che il nostro Border Collie si prepara all’azione, viene dotato di uno speciale giubbotto. Per lui, il momento della vestizione è come una festa, perché capisce che inizia un’altra giornata di giochi e passeggiate nei parchi.

Alfonso e il suo cane realizzano un controllo di due o tre quartieri di Saragozza al giorno, realizzando ricerche anti veleno in modo casuale. Se un parco risulta ‘pulito’, ovvero libero da veleno, viene posizionata un’esca falsa in modo da fare contento Albatros.

Ad ogni modo, il proprio addestratore riconosce che non si tratta di un compito semplice. Nella città spagnola ci sono oltre 200 zone verdi da controllare e il lavoro viene semplificato solamente grazie alle denunce che arrivano da parte degli stessi cittadini.

Un nuovo collega per Albatros

Purtroppo, però, alla malvagità umana non manca un certo dono creativo. Oltre ai veleni, infatti, vengono spesso nascoste polpette o cibo con chiodi o altri elementi appuntiti all’interno. Immaginate il dolore che può provare un cagnolino nell’ingerire uno di questi oggetti. Oltre, evidentemente, alle possibili complicazioni per la salute e le possibili conseguenze letali.

Albatros è un fenomeno con l’olfatto contro i veleni nei parchi. Però, per questo altro tipo di minaccia, non può fare nulla. Ecco allora che l’Ufficio di Protezione Animale di Saragozza ha deciso di attivare un secondo programma di addestramento.

Molto presto, insomma, il nostro eroe potrà contare sulla collaborazione e la compagnia di un nuovo collega. Insieme, continueranno a salvare la vita ad altri cani. In più, potranno farsi compagnia e giocare.

Da cane abbandonato a eroe

Ecco il cane che scova i veleni nei parchi
Fonte dell’immagine: elherado.es

Questa bellissima storia diventa ancora più emozionante se consideriamo che questo cane, fino a pochi mesi fa, era un semplice randagio destinato chissà a quale triste fine. Il duro addestramento e gli incredibili risultati che Albatros ottiene, ogni giorno, gli hanno fruttato una serie di premi e riconoscimenti importanti.

L’Ordine dei Veterinari della Provincia di Saragozza assegnò a questo cane una prestigiosa distinzione, salutata dal riconoscimento di istituzioni e personaggi illustri e famosi. A lui fu assegnato anche il premio Zarapeluda, uno dei più famosi, in Spagna, contro il maltrattamento degli animali.

La nota che accompagnava questo ennesimo riconoscimento è un eccellente riassunto del ruolo di questo vero eroe a quattro zampe: “Alabatrox è divenuto l’angelo custode di tutti i cani della città e il difensore della legalità nei nostri parchi“.

Fonte delle immagini: elherado.es

Guarda anche