I cani anziani possono imparare ancora molto

26 aprile 2017

Per quanto sia vero che i cuccioli vengono spesso iscritti a veri e propri percorsi di addestramento dove gli vengono insegnate molte cose, anche i cani anziani hanno un’ottima capacità di apprendimento. Uno studio recente ha dimostrato come gli animali della terza età abbiano perfino più capacità di apprendimento rispetto ai cani giovani. È proprio di questo che vi vogliamo parlare in questo articolo.

Cani anziani: eccome se possono imparare!

anche i cani anziani imparano

Una frase molto comune tra padroni di animali è la seguente: “Non si possono insegnare nuove cose ad un cane anziano”. Ma così non è. Sicuramente con il passare del tempo può diminuire la loro capacità di apprendere, ricordare o ragionare (così come accade per gli esseri umani), ma da qui a dire che non sono più in grado di apprendere, il passo è lungo.

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Vienna (capitale austriaca), ha analizzato le capacità cognitive della razza Border Collie, considerata da tutti come la più intelligente. I cani presi in considerazione avevano un’età compresa tra i 5 mesi ed i 13 anni. Grazie all’utilizzo di schermi tattili, i cani sono stati istruiti per superare diversi esami relazionati alla memoria, al ragionamento logico e all’apprendimento.

I risultati emersi sono stati sorprendenti. Secondo Lisa Wallis, l’autrice principale di questo studio, “ai cani anziani sono occorsi svariati tentativi per risolvere i problemi rispetto ai cuccioli, e il loro ragionamento dimostrava una minor flessibilità”. Così come avviene per le persone, i cani adulti fanno infatti più difficoltà a cambiare le loro vecchie abitudini e tutto quello che hanno appreso nel corso della loro vita.

Eppure, il ragionamento logico era più efficace nei cani adulti. Friederike Range, il co-autore di questa indagine, ha spiegato che tanto più anziani erano gli animali, migliori erano le loro performance in questo tipo di attività. I cuccioli ed i cani giovani si dimostravano invece incapaci nel risolvere i compiti. Secondo lo scienziato, questo è dovuto al fatto che i cani anziani sono più testardi su quanto appreso, dimostrandosi di conseguenza meno flessibili.

Per quanto riguarda la memoria a lungo termine, non sono state riscontrate differenze significative in relazione all’età dei cani. La prova di memorizzazione è stata ripetuta a distanza di sei mesi e quasi tutti gli animali sono riusciti a ricordare le immagini.

L’obiettivo di questo studio è stato quello di conoscere qualcosa di più sul processo di invecchiamento dei cani, per poter così trattare con maggior anticipo eventuali malattie cognitive.

Come insegnare ai cani anziani

cane che apprende

Ora che abbiamo scoperto come l’età non sia un impedimento per le capacità di apprendimento del vostro animale, vi diamo alcuni consigli per insegnargli anche le cose più elementari. Questi consigli potranno tornarvi molto utili se decideste, per esempio, di adottare un cane già in età adulta o perfino anziano.

  • Non sottovalutate le sue capacità solo perché non è più un cucciolo.
  • Un cane anziano o adulto, proprio come uno giovane, ha bisogno di pazienza e tempo per apprendere.
  • Offritegli ricompense o qualcosa che gli piace mangiare ogni volta che impara qualcosa di nuovo.
  • Per le vostre lezioni, cercate luoghi tranquilli e privi di distrazioni.
  • Cominciate con sedute corte, di 20 minuti al giorno.
  • Ricordate che un cane anziano ha bisogno di più tempo per imparare rispetto ad un cane giovane.
  • Non rimproveratelo né castigatelo se non capisce qualcosa.
  • Abbiate pazienza e non dimenticatevi che un cane anziano è un po’ come un nonno.
  • Non utilizzate collari a strozzo né altri simili strumenti per insegnare qualcosa al vostro cane.
  • Prima di cominciare, indagate sul metodo educativo più adatto alla razza del vostro cane.
  • Consultate un addestratore di cani anziani.
  • Cominciate con le cose più elementari come il comando seduto, il comando tranquillo o il comando zampa.
  • Approfittate di ciò che già conosce e delle sue precedenti abitudini.
  • Tenete conto delle sue condizioni di salute e delle mancanze tipiche della sua età.
  • Conoscetelo meglio, scoprite in quale momento si sente stanco, nervoso o felice di imparare.
  • Dategli ordini semplici che possano essere ricevuti senza problemi.
  • Complimentatevi con lui ogni volta che si comporta come voi gli chiedete.
Guarda anche