I cani migliorano la vita di molte persone

I cani migliorano la vita di molte persone

Ultimo aggiornamento: 21 settembre, 2017

Da sempre, la figura del cane è simbolo di compagnia, amicizia ed estrema lealtà. Questi animali regalano moltissimo ai loro padroni e non solo. Esistono infatti attività e lavori attraverso cui i cani migliorano la vita delle persone.

Non parliamo semplicemente di stare assieme o giocare. In molti casi, questi animali sono protagonisti di grandissimi risultati in ambito medico, terapeutico e psicologico. Ogni giorno, migliaia di esemplari partecipano per rendere migliore l’esistenza a noi uomini. In ogni città del mondo sono i compagni e assistenti perfetti di persone cieche, con problemi motori, disabili e via discorrendo.

Proprio grazie all’intervento e all’aiuto di questi formidabili amici a quattro zampe, l’uomo ritrova la normalità nella propria vita resa difficile da traumi o problematiche di vario tipo.

Veri eroi a quattro zampe

I cani migliorano la vita di molte persone

I primi ricercatori che ebbero l’intuizione di sfruttare l’intelligenza dei cani fecero un grande regalo all’umanità. Oggi, tutti noi siamo testimoni delle incredibili imprese di questi veri eroi a quattro zampe. Sia nella vita quotidiana, accompagnando per strada i meno fortunati, che in occasioni straordinarie. Come quando vengono impiegati per ritrovare persone smarrite, salvare le vittime di terremoti e valanghe o ancora nella lotta contro i trafficanti di droga e armi.

Sin da piccoli, i cani vengono allenati e formati per essere di utilità all’uomo e rendere la sua vita più semplice e sicura. Spesso e volentieri, rischiano la loro vita per i loro padroni e per sconosciuti, con affetto incondizionato e senza chiedere nulla in cambio.

Vediamo assieme com’è la giornata tipica di uno di questi cani così speciali che migliorano la vita umana. Ecco cosa ci racconta, in prima persona…

Una giornata dura, ma piena di soddisfazioni

“Da quando ero solo un cucciolo, vivo qui dove mi sveglio presto per iniziare gli allenamenti giornalieri. Non capisco troppo il significato di queste prove però sento che fisicamente, mi fanno stare bene.

Dopo molte sessioni corte, mi rendo conto che il sole non è più allo stesso punto. Forse la mattinata è già finita. Questo significa che presto si mangia! Si avvicina Eva, che mi da sempre degli ottimi croccantini, mi accarezza e mi tratta davvero molto bene. Tutti qui mi coccolano, ma per me lei è speciale.

Il momento della pappa non dura quanto mi piacerebbe, però posso sempre schiacciare un pisolino. Di ritorno al campo di allenamento, ripeto dei circuiti che prevedono anche dei salti. Se li faccio male non mi dicono niente, se li eseguo bene, però, mi premiano con qualcosa di buono. Che cosa posso volere di più?

A volte Giorgio, il mio allenatore, quando mi accarezza, si avvicina e mi spiega qualcosa, ma io non capisco troppo, perché non parlo il linguaggio degli umani. Credo però che queste cose, man mano che me le ripete, prima o poi le imparerò. In questo modo potrò finalmente capire a cosa mi servono.

Ho visto alcuni dei miei amici andare e venire con uomini vestiti in modo strano. Alcuni avevano gli stessi indumenti, alcuni di colore verde, altri blu. Il mio padrone invece si veste in modo normale. Quando mi viene a prendere mi accarezza, mi mette il collare e mi fa salire su una macchina”.

Oggi me ne vado

“Sembra che oggi sia il mio ultimo giorno qui. Addio Eva e Giorgio, non vi dimenticherò mai. Non so dove mi porteranno, guardo dal finestrino perché magari riesco a vedere qualcosa. C’è un edificio grande, con una croce di colore rosso. Ecco che mi fanno scendere. Dopo pochi passi scopro che ci sono tanti corridoi freddi, c’è un odore strano e tutti sono vestiti di colore bianco o verde. Non mi piace questo luogo, voglio andarmene. Però, che occhi tristi ha questo essere umano…

Non so perché però ho voglia di cancellare la tristezza da quegli occhi. Nel letto c’è un bambino o una bambina, non lo so, non ha i capelli. Però mi sorride appena mi vede! Gli piaccio e anche a me piace lui, o lei! Ho sentito che si chiama anche lei Eva, ironia della sorte. Faccio qualche giro e inizia a ridere. Ora ho capito perché sono qui, o forse no. Però so che voglio essere suo amico e voglio vederla sorridere ogni giorno”.

Un ‘grazie’ a tutti quei cani che migliorano la vita delle persone

I cani migliorano la vita di molte persone

Gli animali ci mostrano un amore incondizionato. I cani non vengono obbligati a fare questi lavori, anzi, lo fanno perché ne hanno voglia. Come l’esempio del cane che vi abbiamo appena raccontato, esistono migliaia di esempi di amici dell’uomo che fanno tutto il possibile per darci supporto, aiutarci e farci stare meglio. Sia dal punto di vista dell’umore che, e soprattutto, della salute.

Vogliamo dire ‘grazie’ a tutti i cani del mondo che ogni giorno si sforzano e lavorano accanto a persone cieche, che soffrono di malattie gravi, come il cancro, anziani, bambini, disabili e con problemi psichici. A tutti loro va il nostro ringraziamento per essere sempre accanto a noi, con fedeltà, affetto ed energia. Un mondo senza cani non potrebbe esistere.