I cani aiutano a salvare le persone affetta da cancro

Sono sempre di più le storie che parlano di cani che hanno la capacità di salvare dal cancro i loro padroni o persone che incontrano per caso. In questo articolo vi spiegheremo il motivo per il quale i cani possono rilevare la presenza di malattie e come prestargli attenzione. 

Ted, il cane che ha “fiutato” il cancro della sua padrona

Sappiamo che gli animali darebbero la loro vita per noi. Ci sono molti casi di cani che salvano le persone da incendi e inondazioni. Quelli che trovano dei bambini abbandonati o che attaccano un delinquente per sventare una rapina. Tuttavia, ci suona ancora molto strano che un cane abbia la capacità di avvisare il suo proprietario che soffre di una malattia.

Questa storia vi piacerà molto e vi farà capire perché i cani sono considerati i migliori amici dell’uomo. Ted è un Border collie e vive a Stockton (Inghilterra) da quando Josie Conlan, una donna di 46 anni, lo ha adottato. Il cane è stato maltrattato da piccolo e per questo è scontroso è timido.

Josie aveva dei piccoli noduli al seno a cui non dava importanza poiché non le davano alcun fastidio. Un giorno, però, il comportamento di Ted è cambiato. Non smetteva di annusarla in quel punto e di abbaiare forte. Così Josie ha deciso di farsi visitare. Ha poi scoperto di avere un tumore al seno. Essendo stato individuato in tempo, hanno potuto asportarglielo subito.

Secondo la donna, Ted è il miglior regalo che la vita ha donato a lei e alla sua famiglia (è sposata e ha due figlie). Il cane li ringrazia tutti i giorni per averlo salvato, e per questo lui l’ha salvata da questa malattia.

Altri casi di cani che hanno fiutato il cancro

cani-che-fiutano-il-cancro

Ted non è l’unico animale che ha individuato qualcosa di anomalo all’interno del corpo della sua padrona. Nel 1989 una signora è andata al King’s College Hospital di Londra chiedendo di farsi analizzare un neo che aveva nel piede e che il suo cane non smetteva di odorare. E’ risultato essere un melanoma maligno allo stadio iniziale che è stato esportato senza complicazioni. 

Claire Guest aveva 45 anni quando il suo cane, un Labrador fox red, ha scoperto che aveva un tumore al seno. La fissava e poi si lanciava sopra al suo petto. Questo fatto l’ha convinta a farsi visitare e a scoprire di avere un piccolo nodulo.

Vista la riuscita di questi casi, un gruppo di medici (inclusi i veterinari), ha deciso di addestrare due cani ad annusare le persone e a determinare se soffrono di cancro. Ecco come Charlie (un Pastore Tedesco) e Alfie (un Labradoodle), sono diventati due esperti californiani nel riconoscere le malattie attraverso gli odori. 

Cani che individuano il cancro

I cani hanno più di 220 milioni di recettori olfattivi nel naso, (le persone ne possiedono solo 5 milioni). Per questo motivo, sono in grado di percepire gli odori fino a 100 volte in più rispetto agli uomini. Ed è anche per questo che Alfie e Charlie vengono addestrati per individuare due tipi di cancro: alle ovaie e al seno. Il naso di entrambi è in grado di fiutare il composto molecolare specifico della malattia. Sebbene non sia stato identificato dagli scienziati, gli animali lo riconoscono senza problemi.

Anche in Inghilterra vi è un gruppo di scienziati e medici che stanno addestrando un cane. Lo fanno cercando di fargli individuare i composti chimici volatili e organici che si trovano nelle persone affette da questa malattia. Nel caso del cancro alla prostata, l’animale deve annusare l’urina dei pazienti. In quello dell’intestino, deve fare lo stesso con le feci e in quello del polmone, deve farlo con l’alito.  

Secondo il British Medical Journal, il cane di razza Labrador che ha partecipato all’esperimento è stato preciso al 95% annusando l’alito, e al 98% nell’annusare l’urina e le feci. Tutti i pazienti presentavano il cancro nella sua fase iniziale.

Fonte dell’immagine in evidenza: www.abc.es

Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche