Caratteristiche e habitat del geco comune

Il geco comune è un rettile molto diffuso nei paesi che affacciano sul Mar Mediterraneo. Scopriamo insieme le sue principali caratteristiche.
Caratteristiche e habitat del geco comune

Ultimo aggiornamento: 15 maggio, 2021

Il geco comune è un piccolo rettile famoso in tutto il bacino del Mediterraneo, ed è chiamato anche tarantola muraiola (Tarentola mauritanica).

Continuate a leggere per scoprire le principali caratteristiche del geco comune, piccolo membro della famiglia dei fillodattilidi.

Habitat del geco comune

Il suo nome scientifico è Tarentola mauritanica ed è diffuso in tutta l’area del Mediterraneo, dalla Spagna fino a Creta. Pur essendo nativo della penisola iberica, è stato introdotto in varie isole come le Baleari, le Azzorre e le Canarie. Inoltre, è stato portato persino nel continente americano, in particolare in Uruguay, Paraguay, Equador, Argentina e Stati Uniti.

Di norma il geco comune vive all’interno di vecchi casolari, edifici antichi, case o macchine abbandonate, rocce, nei tronchi degli alberi, fra detriti, rovine o sotto le tettoie. Vive tranquillamente negli ambienti più vari.

Esemplare di geco comune cammina sul legno.

Descrizione del geco comune

Da adulto questo rettile arriva a misurare dai 5 ai 15 centimetri, a cui si aggiungono altrettanti o più centimetri di coda. Sia il dorso che la coda sono ricoperti da tubercoli conici prominenti. Quando perde la coda, è in grado di rigenerarla ma la nuova sarà sprovvista dei tubercoli.

Il corpo del geco comune è robusto, la testa è molto grande e di forma triangolare, il corpo allungato. È dotato di occhi grandi e sprovvisti di palpebre, con pupille verticali.

Ad ogni estremità è dotato di cinque dita coperte da protuberanze inferiori e laterali, che gli permettono di aderire a qualsiasi tipo di superfici e di arrampicarsi o spostarsi verticalmente sulle pareti, compresi vetri e specchi. Bisogna sottolineare che a differenza del geco rugoso, dotato di unghie su tutte le dita, la sottospecie “comune” le ha soltanto su due dita.

Il colore abituale di questo rappresentate della famiglia dei gechi è grigio scuro o marrone, ma se ne trovano anche esemplari grigio chiaro, biancastri o neri. In tutti i casi il ventre è più chiaro rispetto alla parte superiore.

Esemplare di geco comune mimetizzato di grigio chiaro.

Un altro dato interessante su questo geco è che il colore della sua pelle varia a seconda di quanta luce riceve. Di giorno può infatti apparire più scura rispetto alla notte.

Alimentazione e comportamento

Questo rettile ha abitudini notturne, ma comincia la sua attività al tramonto d’estate e di pomeriggio nei mesi invernali. Si tratta di un animale a sangue freddo che ha bisogno del caldo per regolare la sua temperatura corporea, motivo per cui ricerca nascondigli in prossimità di luoghi soleggiati. Nelle zone dove le condizioni invernali sono estreme, entra in ibernazione fino a primavera inoltrata.

Per quanto riguarda la sua alimentazione, il geco comune si nutre di insetti (grilli, mosche, tarme, ragni, formiche, zanzare…), che caccia posizionandosi vicino a fonti di luce o lampade. Se è a corto di cibo può divorare gechi più piccoli.

Le femmine incubano due uova tondeggianti e dallo spesso guscio due volte all’anno, per quattro mesi. I cuccioli misurano meno di cinque centimetri e crescono lentamente. Vivono circa otto anni. Per interagire tra di loro emettono suoni e stridii. Si tratta di animali molto territoriali pronti a difendere la loro casa o la loro area di caccia.

Alcune persone scelgono di avere un geco come animale domestico, tenendolo in casa all’interno di un terrario e dandogli da mangiare insetti vivi o larve. Non richiedono grandi cure né attenzioni. Tuttavia, non sono animali abituati a vivere rinchiusi, ed è bene che vivano in libertà.

Potrebbe interessarti ...
Come scegliere il primo rettile da tenere in casa?
I Miei AnimaliLeggilo in I Miei Animali
Come scegliere il primo rettile da tenere in casa?

A seconda della specie di rettile che sceglierete, l'investimento per il terrario e l'alimentazione può variare e diventare anche molto oneroso.