Che frutta possono mangiare i gatti?

· 28 Gennaio 2019
La frutta che i gatti possono mangiare è quella che contiene poco zucchero e, in ogni caso, in quantità moderate.

Quando si adotta un animale domestico, è importante sapere che esistono alternative salutari e naturali al cibo per animali tradizionale. Sapete quali tipi di frutta possono mangiare i gatti?

Prima di iniziare a cambiare la dieta del vostro animale domestico, tuttavia, è fondamentale documentarsi e sapere cosa gli fa bene e cosa no.

In questo articolo vedremo nel dettaglio che tipi di frutta possono mangiare i gatti senza correre alcun rischio.

Quali tipi di frutta possono mangiare i gatti e come inserirli nella dieta

Se il vostro animale di solito non mangia frutta, è probabile che un cambiamento troppo repentino nella dieta provochi diarrea o vomito.

Pertanto, cercate di introdurre i nuovi elementi a poco a poco per far abituare il suo stomaco.

È importante ricordare anche che la frutta è ricca di zuccheri, quindi è meglio non dargliene troppa, per evitare la comparsa di diabete.

Ci sono alcune varietà che hanno meno zuccheri rispetto ad altre, e sono proprio quelle le più indicate per il vostro gatto.

Che frutta possono mangiare i gatti?

La mela, un frutto ideale

La mela è un frutto con un alto contenuto di fibre e un basso contenuto di zucchero, che la rende una scelta eccellente per i gatti di una certa età, in sovrappeso o con il metabolismo lento.

Inoltre, è fonte di vitamina C e vitamina A, che contribuiscono a mantenere sani i tessuti e le ossa del vostro gatto. È importante rimuovere i semi e il cuore, che contengono cianuro.

Frutta per il gatto

L’albicocca apporta energia

Questo frutto carnoso e compatto è una fonte di beta-carotene ideale. Fornisce il 50% della vitamina A raccomandata e ha proprietà antitumorali, che la rendono un’alternativa molto salutare da considerare.

Ricordatevi di rimuovere il nocciolo dell’albicocca per evitare che il vostro animale lo mangi, poiché è tossico per loro.

La banana contiene tutto il potassio di cui il vostro gatto ha bisogno

Il potassio presente nella banana aiuterà il cuore e i reni del vostro gatto, per cui la banana è un ingrediente molto importante nella sua dieta.

Inoltre, la banana offre una sensazione di sazietà che può aiutare i gatti in sovrappeso ad affrontare meglio la loro dieta.

L’unico problema della banana è che ha un alto contenuto di zuccheri e carboidrati, quindi si consiglia di controllare bene le quantità.

Tagliarla a fette può essere un buon modo per moderarne il consumo.

Il potere antiossidante dei mirtilli

I benefici dei mirtilli non riguardano solo le persone, ma si estendono anche agli animali.

Ricordate che prevengono l’invecchiamento cellulare e le infezioni delle urine, in quanto sono ricchi di vitamina C e flavonoidi.

I gatti e la frutta

Nel caso degli umani, uno degli ultimi rapporti dell’American Chemical Society ha concluso che i mirtilli potrebbero persino essere usati come arma preventiva contro l’Alzheimer.

Anche i vostri gatti possono beneficiarne: una buona dose di mirtilli migliora la loro visibilità notturna.

Sì alle arance, ma con moderazione

Anche se non sembra essere il frutto preferito dei gatti (mentre i cani lo apprezzano molto), non bisogna ignorare la quantità di vitamina C presente nell’arancia, che può contribuire positivamente alla dieta del vostro animale domestico.

Il sistema immunitario del vostro gatto trae grande beneficio da questa vitamina, che lo aiuterà anche a liberare le tossine.

I principali svantaggi delle arance sono la buccia e i semi. Gli oli presenti naturalmente nelle arance possono essere velenosi per alcuni animali, quindi offrite al vostro gatto solo la polpa, per evitare che provochi acidità.

Non tutti gli agrumi sono buoni per i gatti: lime, limone e pompelmo possono causare vomito.