Coenzima Q10: i benefici per i cani

Il coenzima Q10 viene impiegato per curare malattie cardiache come l'insufficienza cardiaca congestizia, che provoca l'accumulo di liquidi nel corpo.
Coenzima Q10: i benefici per i cani

Ultimo aggiornamento: 11 aprile, 2021

Oggi si conoscono i benefici del coenzima Q10 per il trattamento delle malattie dei cani. I coenzimi sono delle sostanze biologiche che sono presenti nel corpo dei umani e dei cani.

Il coenzima Q10 è presente in abbondanza nel corpo durante l’infanzia e l’adolescenza e tende a diminuire con la vecchiaia. Per questo motivo, si utilizzano degli integratori per ripristinarne i valori corretti.

Una serie di prove scientifiche confermano i benefici che il coenzima Q10 apporta al nostro organismo. Vari studi hanno confermato il suo valore come integratore alimentare per il trattamento di alcuni disturbi. In questo articolo, vi diremo quali sono le ultime novità sull’uso di questo coenzima.

Cosa è il coenzima Q10?

Il coenzima Q10 (CoQ10), noto anche come ubichinone, è un composto liposolubile endogeno che è presente in tutte le cellule umane e animali.

È una sostanza simile alle vitamine presente nel corpo degli esseri umani e degli animali. È particolarmente abbondante nel cuore, nel fegato, nei reni e nel pancreas.

Questa sostanza è prodotta naturalmente nel corpo dei cani, ma si può anche integrare attraverso la dieta. Gli alimenti che contengono alte concentrazioni di CoQ10 sono il pesce grasso (salmone, sgombro, sardine), le viscere degli animali e i cereali integrali.

Il coenzima Q10 si utilizza per curare malattie cardiache come l’insufficienza cardiaca congestizia che produce un accumulo di liquidi nel corpo.

Come funziona il coenzima Q10?

Il CoQ10 è un potente antiossidante che riduce i danni alle cellule provocati dai radicali liberi (molecole modificate dall’ossidazione che causano dei danni alle cellule).

Un’importante funzione del CoQ10 è che costituisce un collegamento nel processo di produzione di energia del corpo.

Per questo motivo, gli organi con il più alto fabbisogno energetico, come il cuore, il fegato e i reni, contengono al loro interno grandi quantità di CoQ10.

Carenza di CoQ10 nei cani

Sono due i fattori principali che possono causare una carenza di CoQ10: un’inferiore produzione da parte dell’organismo o una richiesta maggiore da parte del corpo.

La sintesi endogena è la principale fonte di CoQ10. L’età avanzata e varie malattie, comprese le malattie ereditarie, possono causare una carenza del coenzima Q10.

I benefici dell’uso del coenzima Q10 per il trattamento delle malattie dei cani

Malattia cardiovascolare

Vari studi hanno dimostrato che nel cuore degli animali domestici con malattie cardiache i livelli di CoQ10 si abbassano. Di conseguenza, si usa questo coenzima come coadiuvante nel trattamento dell’insufficienza cardiaca congestizia.

Radiografia dell'apparato cardiovascolare di un cane.

Il coenzima Q10 è efficace nel trattamento della cardiomiopatia canina e delle malattie correlate.

Malattia parodontale

Il CoQ10 può aiutare nel trattamento della malattie parodontali e gengivali.

Pulizia dei denti di un cane.

Si è dimostrato che l’integrazione di CoQ10 riduce le dimensioni delle tasche parodontali migliorando la salute dei cani. In questo modo, si può ridurre l’infiammazione, il rossore, il sanguinamento e il dolore.

Dato che la maggior parte degli animali domestici che hanno delle malattie cardiache presentano anche la malattia parodontale, l’integrazione di CoQ10 può essere utile ed efficace per entrambe le patologie.

Sindrome da disfunzione cognitiva nei cani

La sindrome da disfunzione cognitiva nei cani è una malattia neurodegenerativa correlata all’invecchiamento del cane. Si è riscontrata una notevole somiglianza tra questa sindrome e la malattia di Alzheimer negli esseri umani.

Cane anziano con sindrome da disfunzione cognitiva. Carenza coenzima Q10.

Vari studi scientifici dimostrano che la scelta migliore per trattare questa sindrome è combinare la terapia farmacologica ad una giusta alimentazione. Come nutraceutico, l’integrazione del coenzima Q10 nel trattamento della sindrome da disfunzione cognitiva nei cani ha avuto un enorme successo.

Altre malattie

Il CoQ10 può aiutare a prevenire i danni cardiaci causati da alcuni antibiotici usati nelle chemioterapie antitumorali come, ad esempio, l’adriamicina.

Tuttavia, bisogna sapere che l’attività antiossidante del CoQ10 potrebbe interferire con l’azione di altri farmaci usati per la chemioterapia. Pertanto, se il vostro cane ha un cancro e lo state curando con la chemioterapia, vi consigliamo di consultare il vostro veterinario prima di somministrargli un integratore di CoQ10.

Il coenzima Q10 può anche aumentare l’efficacia di altri antiossidanti come la vitamina C e migliorare le condizioni dei cani che hanno problemi immunitari, diabete o prestazioni fisiche ridotte.

Quanto è sicuro il coenzima Q10?

Come integratore, il CoQ10 sembra essere estremamente sicuro. Inoltre, non sono stati trovati effetti collaterali significativi.

Tuttavia, se il vostro cane ha delle malattie cardiache e state usando un integratore di CoQ10, vi consigliamo di farlo visitare da un veterinario per vedere se le sue condizioni stanno migliorando.

Potrebbe interessarti ...
Quali sono le malattie che colpiscono i cani anziani?
I Miei AnimaliLeggilo in I Miei Animali
Quali sono le malattie che colpiscono i cani anziani?

Proprio come gli esseri umani, i cani anziani sono esposti al rischio di sviluppare un numero maggiore di malattie. Vediamo quali sono.



  • Zaghloul, A. A., Gurley, B., Khan, M., Bhagavan, H., Chopra, R., & Reddy, I. (2002). Bioavailability assessment of oral coenzyme Q10 formulations in dogs. Drug development and industrial pharmacy, 28(10), 1195-1200.
  • Harker-Murray, A. K., Tajik, A. J., Ishikura, F., Meyer, D., Burnett, J. C., & Redfield, M. M. (2000). The role of coenzyme Q10 in the pathophysiology and therapy of experimental congestive heart failure in the dog. Journal of cardiac failure, 6(3), 233-242.
  • Svete, A. N., Verk, B., Seliškar, A., Tomsič, K., Križman, P. J., & Petrič, A. D. (2017). Plasma coenzyme Q10 concentration, antioxidant status, and serum N-terminal pro-brain natriuretic peptide concentration in dogs with various cardiovascular diseases and the effect of cardiac treatment on measured variables. American journal of veterinary research, 78(4), 447-457.
  • Seisdedos Benzal, A., & Galán Rodríguez, A. (2016). Recent developments in Canine Cognitive Dysfunction Syndrome. Pet Behaviour Science. Vol. 1, 47 – 59.
  • Gupta, R. C., Gupta, D. M., Lall, R., Srivastava, A., & Sinha, A. (2019). Nutraceuticals in Periodontal Health and Diseases in Dogs and Cats. In Nutraceuticals in Veterinary Medicine (pp. 447-466). Springer, Cham.