Come allevare al meglio un maiale

Nonostante il loro peso, sono animali agili e sensibili che risaltano per la loro grande intelligenza e capacità di apprendimento

Per allevare al meglio un maiale, bisogna avere specifiche conoscenze che permettono di mantenerlo in salute e benessere. A seguire riassumiamo alcuni consigli fondamentali per aiutarvi ad allevare i vostri suini.

Il termine “maiale” denomina genericamente diverse razze della specie mammifera Sus scrofa domesticusHanno corpo tondeggiante e robusto, coda piccola, zampe corte con zoccoli e quattro dita. 

Nonostante il loro peso, sono animali agili e sensibili che risaltano per la loro grande intelligenza e capacità di apprendimento. Se addestrati, possono memorizzare e ubbidire a diversi comandi; presentano un rendimento superiore alla maggior parte dei mammiferi.

Sono per natura attivi e docili, motivo per il quale trionfano anche come animali da compagnia. Quando vengono addestrati, possono convivere con altri animali, interagire e instaurare rapporti di amicizia con i loro padroni.

Allevare un maiale: alimentazione bilanciata

I suini sono animali autoctoni di climi tropicali o tiepidi. Per questo motivo, nel loro habitat naturale seguono un’alimentazione prettamente erbivora e molto varia. Circa il 70% della loro dieta si basa su vegetali di diverso tipo (verdura, frutta e legumi), a cui si aggiungono grano e cereali freschi.

Alimentazione per farli ingrassare

La maggior parte dei maiali vengono allevati per venderne la carne. Le proteine dei suini sono apprezzate dai cuochi e consigliate dai nutrizionisti; di fatto, il mercato presenta una domanda sempre maggiore di questo animale. Questa intensa attività risulta un ottimo investimento per agricoltori, allevatori e imprenditori.  

Maialino vietnamita in mezzo al prato

Nell’allevamento per consumo umano di solito si fa uso di tecniche volte all’ingrasso dell’animale, per ottimizzare i guadagni. A tale scopo, vengono elaborati mangimi industriali con altissime concentrazioni di carboidrati, circa il 20% delle proteine e poche fibre.

Bisogna sottolineare anche che molti allevatori danno spesso da mangiare ai suini porzioni di carne tritata e resti organici.

Alimentazione per un maiale come animale da compagnia

Attualmente molta gente opta per i maiali come animali da compagnia, scegliendo soprattutto il maialino vietnamita. In questi casi l’intenzione non è far ingrassare l’animale, ma offrirgli un’alimentazione bilanciata.

L’ideale, dunque, è non acquistare mangimi industriali per maiali da fattoria. L’ingestione di questi prodotti potrebbe portare l’animale a sviluppare facilmente obesità e malattie associate.

Quando si adotta un maiale come animale da compagnia, risulta indispensabile rispettarne i bisogni nutrizionali. È importante scegliere un’alimentazione naturale e mantenere gli alimenti freschi e in buono stato.

Molti padroni ricorrono a integratori e vitamine isolate artificialmente per completare la dieta dell’animale.

Adeguata idratazione

I maiali, come tutti i mammiferi, hanno bisogno di abbondante idratazione, soprattutto in estate. Un suino adulto da allevamento può arrivare a consumare più di quattro litri di acqua al giorno, mentre un animale domestico circa due litri.

Maialino nel prato

In definitiva, in entrambi i casi è indispensabile che abbia sempre a disposizione acqua fresca e pulita. Si consiglia anche di pulirne ogni giorno la mangiatoia.

Ambiente e igiene

Contrariamente ai pregiudizi su questo mammifero, i maiali sono animali puliti e non fanno puzza. È la mancanza di adeguata igiene nell’ambiente in cui vive che causa l’aroma nauseabondo che ingiustamente associamo all’animale.  

Per allevare al meglio un maiale, dunque, bisogna dare la priorità all’igiene e alla temperatura adatta dell’ambiente in cui vive. Si consiglia di lavarlo ogni due mesi per mantenere in buono stato la pelle e i peli dell’animale.

Nelle fattorie, si consiglia di lasciargli a disposizione un grande riserva di acqua (un lago, una piscina, etc.). È altrettanto importante offrirgli zone di fango dove poter mantenere la sua naturale abitudine di scavare e rotolarsi nella melma.

L’ambiente ottimale per allevare i maiali deve offrire anche spazi aperti, preferibilmente prato e terra. Poiché sono autoctoni di climi caldi e tiepidi, devono essere tenuti in luoghi con una temperatura compresa tra i 19ºC e i 24ºC.

Attività fisica e addomesticamento

Nel loro habitat naturale, i maiali camminano e corrono liberamente durante il giorno. Si riproducono con molta frequenza, poiché le femmine entrano in calore diverse volte l’anno. In seguito a ciò, consumano ogni giorno molte energie e controllano naturalmente il proprio peso.

Maiale vietnamita con cuccioli

Per allevare in modo sano un maiale come animale domestico, dunque, bisogna offrirgli un ampio spazio in cui muoversi. Si consiglia anche di portarlo a spasso all’aria aperta e incentivarlo regolarmente a muoversi.

In quanto all’addomesticamento, l’ideale è iniziare a educarlo a partire dai due mesi di vita, momento nel quale i lattonzoli formano le loro nozioni di convivenza e plasmano il loro comportamento.

Medicina preventiva

I maiali sono molto resistenti e difficilmente si ammalano. Con una corretta alimentazione e regolare attività fisica, i maiali si manterranno forti e sani. I vaccini e le periodiche visite da un veterinario specializzato sono altrettanto fondamentali per allevare al meglio un maiale.

Categorie: Consigli Tags:
Guarda anche