Come andare d’accordo con un gatto

· 27 Gennaio 2019
Per andare d'accordo con un gatto devi tener conto della sua personalità speciale e della sua natura indipendente

I felini sono animali molto speciali e per alcune persone riuscire ad avere una “chimica” con loro può essere una missione impossibile. Andare d’accordo con un gatto, a volte, risulta difficile.

In questo articolo vi daremo alcuni consigli per andare d’accordo con un gatto. Da non perdere!

Consigli per andare d’accordo con un gatto

Forse avete adottato un gatto domestico o da tempo ne avete uno in casa. Spesso visitate la casa di un parente o amico che ha un gatto e vi piacerebbe andare d’accordo con lui. In ogni caso, è sempre bene conoscere il carattere dell’animale, sapere cosa gli piace – e cosa no – per rendere unica la vostra relazione. Ecco alcuni suggerimenti:

1. Offrire giocattoli

Uno degli errori più frequenti con i gatti è cercare di giocare con le mani e i piedi. Infatti, li considerano un pericolo e vorranno morderli, graffiarli, afferrarli, ecc.

Per andare d’accordo con un gatto, una tecnica che non fallisce è quella di offrirgli dei giocattoli. Non dovete spendere una fortuna in un negozio di animali: potete usare tutto ciò che avete a disposizione.

Ad esempio, una palla fatta di giornale, un pezzo di corda, ecc. Lasciatelo andare in modo che possa andare a cercarlo da solo: non dimenticate che i gatti sono cacciatori nati.

In questo modo, l’animale si sentirà più sicuro e a suo agio con voi e potrete diventare amici in breve tempo.Giochi gatti

2. Non gridare

È vero che i gatti – come i cani – devono essere educati a comportarsi bene, ma i gatti possono essere più “delicati” in termini di urla o di punizioni.

Il modo migliore per andare d’accordo con loro è usare il cosiddetto rinforzo positivo: ricompensarli ogni volta che fanno le cose correttamente. Come? Attraverso un gesto, una parola gentile, un giocattolo o uno snack adatto.

3. Non “metterli all’angolo”

La natura del gatto è di solito abbastanza sfuggente e indipendente. Per questo motivo, non bisogna commettere l’errore di metterlo in una situazione che per lui può essere stressante o minacciosa.

Non bisogna inseguirlo per casa o costringerlo a nascondersi sotto il letto o il tavolo. Un simile atteggiamento gli farebbe paura e gli farebbe perdere fiducia.

4. Avvicinati quando hai il permesso

A differenza dei cani, i gatti possono essere abbastanza “gelosi” del proprio corpo e del proprio spazio.

Come prima cosa, non bisogna toccarli quando stanno dormendo. Poi, non stringerli o afferrarli dalla coda. E per niente al mondo accarezzarli nel ventre se non si ha il loro permesso.

Donna accarezza gatto

Gli approcci devono essere delicati e calmi, poiché i movimenti improvvisi potrebbero alterarli. Provate prima a toccarli sulla fronte e, dopo, a scendere sul mento e sul collo o sulla parte alta della schiena.

5. Il gatto non è un bambino

Un altro motivo per cui qualcuno non va d’accordo con i gatti è perché pensa di poterli sollevare e coccolare come se fossero dei bambini. Niente di più lontano dalla realtà!

Ai gatti non piace essere sollevati da terra, qualunque cosa stiano facendo.

Non sopportano di essere messi a faccia in su e di essere abbracciati. Infatti, sperimentano una sensazione di oppressione che può trasformarsi in aggressività.

In ogni caso, lasciate che il gatto salti sulle vostre gambe quando siete a letto o sul divano e che si posizioni come ritiene opportuno.

Quando si sentirà a suo agio lo noterete, perché comincerà a fare le fusa e vi toccherà con le zampe anteriori.

Per andare d’accordo con un gatto dovrete accettare la sua personalità e la sua privacy. Con questa premessa potrete diventare amici e godervi la loro compagnia.