Come avviene la comunicazione tra i vermi?

Se avete sempre pensato che la comunicazione sia qualcosa riservato alle specie superiori, rimarrete sorpresi: anche i vermi hanno il proprio linguaggio.
Come avviene la comunicazione tra i vermi?

Ultimo aggiornamento: 04 febbraio, 2021

A poco a poco, diventiamo sempre più consapevoli che le differenze tra umani e animali non sono così tante come si pensava in precedenza. Le scoperte più sorprendenti sono state ottenute principalmente studiando la comunicazione animale. Infatti, la comunicazione non è riservata solo agli esseri viventi con menti complesse. Vi siete mai chiesti, ad esempio, come avviene la comunicazione tra i vermi?

In questo articolo parleremo delle forme di comunicazione di questi invertebrati. Rimarrete sorpresi di quanto sia efficace il linguaggio non verbale nel mondo animale.

Cos’è un verme?

Sembra una domanda molto semplice, ma la parola “verme” è molto generica a livello colloquiale. Quello che normalmente intendiamo per verme è un insetto allungato e dal corpo molle a cui mancano gli arti – o che ce li ha ma sono poco marcati – e che striscia. In termini tassonomici possiamo distinguere tre gruppi:

  • Anellidi: vivono nei luoghi umidi o in mare e il loro corpo è segmentato simmetricamente in anelli. Un esempio è il lombrico o la sanguisuga.
  • Nematodi: di forma cilindrica, senza anelli e simmetrici. Sicuramente li conoscerete per gli Anisakis, un genere di vermi nematodi, parassiti di diversi organismi marini.
  • Vermi piatti: sono appiattiti e simmetrici, come un nastro. La maggior parte di loro sono parassiti, come la tenia.

Per concentrarci su alcune specie, parleremo di alcuni esempi concreti di comunicazione all’interno di questi gruppi, poiché le specie di vermi sono pressoché infinite.

Vermi in 3 D.


Come avviene la comunicazione tra i vermi?

In generale questi invertebrati comunicano attraverso i feromoni e mediante il tatto. Ma è davvero sorprendente ciò che accade durante questa comunicazione. Ecco due esempi.

1. I lombrichi comunicano mediante lo sfregamento

I vermi che abitano i luoghi umidi sono discendenti dei vermi acquatici; di solito li troviamo sottoterra, dove si nutrono di materia organica, viva o morta. Pertanto, i vermi si sono adattati sia agli ambienti acquatici, perché respirano attraverso la pelle e ricorrono alla quiescenza per non seccarsi, sia a quelli terrestri.

Qualche anno fa, un gruppo di scienziati ha osservato durante degli esperimenti che i lombrichi tendevano a raggrupparsi insieme per uscire dalla superficie del substrato. Anche in laboratorio, pare che scegliessero un percorso per trovare il cibo. Com’è possibile?

La risposta è che si guidano attraverso il tatto: attraverso il contatto con gli altri individui, i vermi si guidavano l’un l’altro alla ricerca di cibo. Questo, oltre al fattore comunicativo, ha anche una funzione protettiva, poiché molte volte si raggruppano in una sfera.

D’altra parte, i vermi secernono fluidi antibatterici che li proteggono dagli agenti infettivi. Pertanto, il contatto tra di loro aggiungerebbe più di questi fluidi, un evento che aumenta ulteriormente il fattore di protezione. Questa è stata la prima volta che il comportamento sociale è stato dimostrato in vermi di questo tipo.

Lombrico in mezzo alla terra.


2. Caenorhabditis elegans, il nematode che ha svelato come avviene la comunicazione tra i vermi

Quando Frank C. Schroeder e il suo team hanno scoperto che questa specie di nematode comunica attraverso segnali chimici, i ricercatori quasi non ci credevano. Questa forma di comunicazione si è rivelata molto complessa: pare che la combinazione di diverse sostanze chimiche formino qualcosa simile a una sintassi.

Da ciò è nata un’altra domanda: è così che avviene la comunicazione tra i vermi nematodi? Paul Sternberg si è chiesto se questo potesse essere applicato a tutti i nematodi e pare proprio che sì: tutti i nematodi secernono delle molecole che, combinate con altre, agiscono come se fossero delle parole. Siamo di fronte a una sorta di linguaggio universale.

La comunicazione tra i vermi è molto più complessa di quanto possa sembrare.

Come abbiamo avuto modo di vedere in questo articolo, la comunicazione e il comportamento sociale non sono appannaggio esclusivo degli animali più complessi a livello evolutivo.

Risultati come questi aprono molte porte, non solo per capire come avviene la comunicazione tra i vermi, ma anche per sviluppare tecniche mediche e biologiche più sostenibili quando si tratta di controllare i parassiti di alcuni di questi invertebrati.

Potrebbe interessarti ...
La criptobiosi: un processo molto affascinante
I Miei AnimaliLeggilo in I Miei Animali
La criptobiosi: un processo molto affascinante

La criptobiosi è un processo estremamente affascinate che consente ad alcuni microrganismi di sopravvivere in condizioni estreme.