Come calcolare la quantità di cibo da dare al cane

22 Settembre 2019
Se volete mantenere il vostro animale domestico in perfetta salute, di certo dovrete farlo attraverso la sua dieta. In questo articolo, vi insegniamo a calcolare la quantità di cibo da dare al vostro cane.

Tutti gli animali domestici aspettano con impazienza il momento di mangiare. Pertanto, è compito dei padroni nutrirli nel miglior modo possibile e, soprattutto, nella giusta misura. Se avete ancora qualche dubbio su come calcolare la quantità di cibo da dare al cane, ecco qui alcuni utili consigli.

Come calcolare la quantità di cibo da dare al cane

Esattamente come le persone, gli animali hanno determinate esigenze nutrizionali di base. Per quanto riguarda i cani, ci sono una serie di parametri che determinano, ad esempio, il tipo di cibo più adatto a lui. Questi parametri sono facilmente identificabili e sono i seguenti:

  • Dimensioni, razza e peso: questi sono gli indicatori fondamentali per calcolare la quantità di cibo da dare al cane.
  • Livello di attività: varia se il vostro cane è più attivo o, al contrario, preferisce stare a casa. Questo parametro è strettamente dipendente dalla razza.
  • Età.
Quantità di cibo per cani

Qui di seguito, spiegheremo ad uno ad uno questi parametri, poiché conoscerli può aiutarvi notevolmente a calcolare la quantità di cibo da dare al cane.

La quantità di cibo da dare al cane a seconda delle dimensioni, della razza e del peso

Come abbiamo già indicato, questi parametri sono quelli che aiutano maggiormente a calcolare la quantità di cibo necessaria per il fabbisogno del vostro animale domestico. È evidente che le dimensioni influenzano notevolmente questo tipo di calcolo, ma, contrariamente a quanto si pensa di solito, un cane di piccola taglia consuma più risorse energetiche in proporzione di un cane di grossa taglia. Tuttavia, ciò non significa che la quantità di cibo debba essere aumentata.

Per quanto riguarda la razza e il peso, l’ideale è consultare le tabelle pubblicate dalle associazioni ufficiali per animali. In esse potete trovare una guida che mette in relazione razza e peso e che indica la quantità ideale di cibo. Ad esempio, se avete a casa un cane nano – ad esempio un Chihuahua – con un peso che non supera i tre chilogrammi, la sua razione giornaliera dovrebbe essere compresa tra 50 e 90 grammi.

Come calcolare la quantità di cibo da dare al cane

Se, al contrario, il vostro animale domestico è un cane di grossa taglia – ad esempio, un Terranova – con una gamma di peso superiore a 50 chilogrammi, la sua razione giornaliera non dovrebbe essere inferiore a 500 grammi.

La quantità di cibo da dare al cane a seconda del livello di attività e dell’età

L’energia che il nostro cane consuma giorno per giorno influenzerà anche la sua dieta. Se il livello di attività è elevato, perché fa delle lunghe camminate o altre attività che richiedono uno sforzo fisico, l’apporto calorico necessario sarà più alto, quindi è necessario aumentare la dose. Ciò non accade nel caso dei cani più sedentari.

Infine, anche l’età determina la dieta del vostro cane, sia in quantità che in qualità. In questo caso, il tipo di dieta dovrebbe variare man mano che il cane cresce. Nella fase da cucciolo, e dopo essersi lasciati alle spalle l’allattamento, sarà consigliabile dar loro da mangiare un cibo con un alto valore energetico, circa quattro volte al giorno.

Man mano che il vostro animale domestico cresce, il tipo di cibo e la frequenza variano, fino a raggiungere l’età avanzata. In questo caso, la dieta dovrebbe essere povera di grassi e in quantità moderate per evitare il sovrappeso causato dalla mancanza di mobilità.

Come calcolare la quantità di cibo da dare al cane
Altri consigli

Se avete ancora dubbi, fortunatamente oggi ci sono alcune risorse che possono aiutarvi a calcolare la quantità di cibo da dare al cane. Il più comune è ricorrere alle istruzioni del produttore sulle confezioni dei croccantini o altri alimenti. Qui potete trovare informazioni dettagliate sul tipo e la quantità di cibo in base alle sue caratteristiche.

È utile avere anche un misurino. Se conoscete la quantità necessaria di cibo, questo utensile faciliterà il dosaggio esatto. Anche la tecnologia è al servizio degli animali domestici e ci sono una serie di app per il controllo delle calorie nei cani.

Ultimo ma non meno importante, andare dal veterinario è sempre una buona opzione: studierà di persona il vostro cane e, quindi, le sue specifiche esigenze nutrizionali.

  • Domínguez, M. S. G., & Bernal, L. (2011). Diagnóstico y manejo de la obesidad en perros: una revisión. Revista CES Medicina Veterinaria y Zootecnia6(2), 91-102.
  • Rohlf, V. I., Toukhsati, S., Coleman, G. J., & Bennett, P. C. (2010). Dog obesity: can dog caregivers'(owners’) feeding and exercise intentions and behaviors be predicted from attitudes?. Journal of Applied Animal Welfare Science13(3), 213-236.