Come essere d'aiuto quando non si può adottare

09 dicembre, 2018
Se la vostra condizione non vi permette di avere un animale a lungo termine, forse potete permettervi di tenerne uno per brevi periodi, settimane o mesi.
 

Tra i mille modi per essere d’aiuto quando non si può adottare troviamo fare da casa di accoglienza per brevi periodi, fare il volontario nei canili, fare donazioni, unirsi a gruppi di recupero e salvataggio o denunciare chi abbandona.

L’abbandono continua ad essere un fenomeno esteso e, anche se ci piacerebbe portarci a casa tutti gli animali che vediamo per strada, nei canili o nei rifugi, spesso questo non è possibile.

Alcuni, poi, non hanno la possibilità di adottare neanche un animale.

In quest’articolo vi spieghiamo nel dettaglio come essere d’aiuto quando non si può adottare.

Anche se non potete adottare, potete rendervi utili!

Accogliete per brevi periodi

Se la vostra condizione non vi permette di avere un animale a lungo termine, forse potete permettervi di tenerne uno per brevi periodi, settimane o mesi. Le case di accoglienza servono per evitare che il sovraffollamento dei canili o dei rifugi portino a dover abbattere alcuni animali.

Così facendo, si permette a famiglie o persone volenterose che vivono sole e che soddisfino una serie di requisiti, di accogliere in casa questi animali per qualche tempo, finché non si trova una famiglia disposta ad adottarli definitivamente.

Come è da aspettarsi, per poter partecipare dovrete essere sottoposti ad un test esaustivo che dimostri che siete persone responsabili, che vivete in un ambiente sicuro per l’animale e che naturalmente non abbiate precedenti nel maltrattamento o abbandono di animali.

 

Un problema tipico di chi si offre per accogliere temporaneamente gli animali è che potrebbe affezionarsi e far fatica a dire addio all’animale.

Se già sapete di non poterlo tenere con voi, prima di iscrivervi al programma siate ben consapevoli che l’animale se ne dovrà andare da casa vostra, non appena trova una famiglia. Magari, vi renderete conto di essere voi i primi disposti ad adottarlo.

Cani in canile

Volontariato: essere d’aiuto quando non si può adottare

Vari rifugi e centri di animali, così come le associazioni per la lotta al maltrattamento, ricercano volontari che li aiutino nel loro lavoro.

Questo è un altro modo per essere d’aiuto quando non si può adottare. Basterà un po’ di tempo a settimana: potrete scegliere di fare volontariato in base ai vostri impegni.

Anche se si tratta soltanto di un’ora a settimana, il vostro aiuto sarà apprezzato e stimato, e il vostro esempio potrebbe stimolare anche altri.

Potreste fare da volontari anche in occasione di eventi organizzati per dare in adozione animali, anche soltanto per compilare moduli o per servire aperitivi.

Fate una donazione

I canili e i rifugi che si occupano del benessere degli animali hanno bisogno dell’aiuto di tutti per mantenerli.

 

Cibo, medicine, oggetti, giocattoli e denaro per le visite mediche sono sempre ben accetti. Anche se non potete adottare, sono molti i modi per essere d’aiuto!

Informatevi sul centro animali più vicino a casa vostra e chiedete come fare per collaborare.

Potrebbero aver bisogno di più cibo per gatti, o magari di mangime specializzato per i cuccioli di cane. Così facendo apporterete anche voi il vostro granello di sabbia.

Gruppi di recupero

Esistono gruppi non a scopo di lucro che si incaricano di raccogliere gli animali che si trovano abbandonati per strada per portarli in un posto sicuro.

Quest’operazione comporta dei costi talvolta alti, come le cure veterinarie per gli animali randagi, l’applicazione del microchip o i vaccini obbligatori.

Cucciolo dal veterinario

Gli animali recuperati vanno poi trattati con medicine se necessario e aiutati a trovare una famiglia che li adotti.

Anche in questo caso potete aiutare, ad esempio con un contributo economico, dando una mano o comprando alimenti.

Denunciate

Di fronte a qualsiasi segno di abbandono o maltrattamento sugli animali, per minimo che sembri, non tacete!

 

Denunciate, perché se tutti lo facessimo, la frequenza di questi episodi diminuirebbe di certo.

Se amate gli animali, anche se non potete adottare, potete sempre dare una mano. Prendete nota di questi appunti e mettetevi all’opera per lottare contro l’abbandono e il maltrattamento degli animali.