Come evitare errori quando si puliscono i denti al cane

7 Dicembre 2019
Sebbene sia ben noto che pulire i denti ai cani offra numerosi benefici, sono pochi i cani fortunati che ricevono una corretta spazzolatura. 

Alla pari delle persone, i denti con carie, le gengive dolorose e l’alito cattivo non sono accettabili e normali per i cani. È rigoroso sottolineare che i problemi ai denti dei cani non dovrebbero mai essere accettati o ignorati dai padroni. Evitare alcuni errori quando si puliscono i denti al cane, e farlo con una certa regolarità, può prevenire l’insorgere di diversi problemi di salute.

La sana abitudine di pulire i denti ai nostri amici a quattro zampe, inoltre, riduce il bisogno di procedure che prevedono la sedazione, invasive e costose. In questo articolo vedremo sei degli errori più comuni commessi dai padroni che si sforzano di pulire i denti dei loro cani, e come evitarli.

I 6 più comuni errori quando si puliscono i denti al cane

1 . Scegliere i prodotti errati per pulire i denti del cane

La maggior parte dei padroni puliscono i denti dei cani usando spazzolino e dentifricio appositamente pensati per loro. Il dentifricio presenta ingredienti che lo rendono saporito per il palato del cane.

È anche importante comprare il giusto spazzolino da denti per la bocca del proprio cane. Non bisogna mai usare uno spazzolino per umani. Le diverse forme e dimensioni del muso richiedono infatti diversi tipi di spazzolini. Basta pensare che, per esempio, un chihuahua e un bulldog inglese sono molto diversi!

Dinanzi alla varietà di spazzolini da denti e dentifrici presenti sul mercato, è bene seguire i consigli del veterinario. Questi, inoltre, potrà mostrarci come pulire i denti del cane nel giusto modo.

Spazzolino per i cani

2. Dare più importanza al dentifricio che ai giusti movimenti

È bene ricordare che il dentifricio per umani non solo non è adatto ai cani, ma ha anche un sapore che risulta cattivo per loro. L’uso di questo dentifricio renderà la pulizia dei denti sgradevole per l’animale, oltre che inefficace.

Il risultato potrebbe anche non essere dei migliori sebbene si usi un dentifricio per cani. Questo perché eseguire i giusti movimenti, e non il dentifricio, è la chiave per proteggere e pulire a fondo i denti del cane.

Anzi, è possibile pulire i denti del cane in modo efficace persino senza usare il dentifricio. Dobbiamo tenere presente che pulirli velocemente e sperare che il dentifricio funzioni da solo non è di alcuna efficacia.

3. Errori quando si puliscono i denti al cane: essere incostanti

La costanza nella pulizia dei denti del proprio cane è l’unico modo per mantenerli in salute e prevenire problemi in futuro. Bisogna tenere a mente che pulire i denti del cane solo ogni tanto non è sufficiente.

Si consiglia di pulire i denti del cane almeno tre o quattro volte alla settimana e, idealmente, una volta al giorno.

È dunque necessario includere questa abitudine nella sua routine abituale. Questo non solo offrirà il miglior livello di protezione per la dentatura del nostro animale, ma lo aiuterà anche ad abituarsi. Con un cane che accetta che gli si lavino i denti, l’operazione richiederà solo qualche minuto e non gli causerà grandi fastidi.

Gengive nere del cane

4. Non elogiare né ricompensare

Anche se il cane non oppone resistenza quando gli laviamo i denti, è bene considerare che gli stiamo chiedendo qualcosa di insolito per la sua natura. È un’azione al di fuori del suo quadro di riferimento.

Per questo motivo, dobbiamo essere positivi con il cane durante tutta la durata dell’operazione di pulizia. Quando avremo terminato, l’ideale sarà elogiarlo e dargli una ricompensa, come un giocattolo, una canzone o delle carezze.

5. Errori quando si puliscono i denti al cane: iniziare dopo che sorgono problemi

Se il vostro cane presenta già alito cattivo, gengive nere, placca visibile, carie o danni ai denti, iniziare a lavargli i denti non correggerà questi problemi.

In questi casi la bocca del cane non si trova in buone condizioni per iniziare, e pulire i denti in casa non risolverà nessuno di questi problemi. Potrebbe essere solo sgradevole e persino doloroso per l’animale.

Il cane dovrà essere sottomesso a una procedura dentale di natura veterinaria che preveda la sedazione per intervenire sui problemi già esistenti. Solo così avrà senso iniziare a pulirgli i denti in casa.

Dentatura del cane

Non pensate che iniziare a pulire i denti del cane dopo che il danno è già presente sortirà effetto.

6. Ignorare i problemi del cavo orale

Pulire i denti del cane ci offre un’eccellente opportunità per osservarne la dentatura e le gengive. Solo così potremo conoscerne le condizioni ottimali e individuare in fretta la comparsa di qualsiasi problema.

La prevenzione sarà efficace solo se si agisce non appena si rileva un potenziale problema. Se notiamo qualche anomalia, dobbiamo portare il cane dal veterinario il prima possibile.

Anche quando puliamo regolarmente i denti del cane, tuttavia, possono sorgere alcuni problemi. È impossibile, infatti, evitarli del tutto pur pulendoglieli a casa.

Ma un rapido intervento e l’attenzione ai problemi ai denti permetterà ai nostri animali di godere di una sana igiene orale. Se vi prenderete cura di questo aspetto sin dalla più tenera età, è possibile che sia necessario solo un trattamento minimo.

In sintesi, anche quando si crede di star procedendo in modo corretto, e il cane non oppone resistenza, è possibile commettere diversi errori quando si puliscono i denti dell’animale. Individuare e correggere questi errori aumenterà gli effetti dei nostri sforzi.

  • Sanabria, E, & Vázquez, G., (2004). Manual de profilaxis dental en perros. Centro universitario de ciencias biológicas y agropecuarias. División de ciencias veterinarias. Universidad de guadalajara.
  • Grandez, R., & Porras, C. (2013). Frecuencia de alteraciones dentales y periodontales en perros atendidos en la clínica veterinaria de la Universidad Peruana Cayetano Heredia durante mayo–octubre. Salud tecnol. vet. 2013; 1:14-18.
  • Acheverreaga, F., & Burgueño, M. (2012). Prevalencia de la enfermedad periodontal en perros de Uruguay, determinación de su gravedad y de los posibles factores de riesgo. Universidad de la República (Uruguay). Facultad de Veterinaria.