Come fare correttamente il bagno al tuo furetto

I furetti sono animali giocherelloni e curiosi, e questo li porta a sporcarsi facilmente. Nonostante ciò, non è consigliabile lavarli con troppa frequenza e quando lo si fa, occorre seguire delle linee guida ben precise.
Come fare correttamente il bagno al tuo furetto

Ultimo aggiornamento: 22 giugno, 2021

I furetti sono compagni piccoli, silenziosi, amorevoli e giocherelloni. Questi mammiferi (Mustela putorius furo) sono stati addomesticati più di 2.000 anni fa e da allora la loro popolarità come animali domestici è cresciuta. Pertanto, sapere come fare correttamente il bagno al tuo furetto è una delle cure che dovresti prendere in considerazione come proprietario.

I furetti stessi hanno un odore naturale simile al muschio, che è più mite negli esemplari sterilizzati. Tuttavia, credere che il loro aroma naturale scomparirà con un bagno è un’idea sbagliata, poiché non è indicato lavare i furetti molto spesso.

Il furetto domestico

Il furetto è una sottospecie della puzzola (Mustela putorius) e appartiene alla famiglia delle donnole (Mustelidae). Nonostante la sua popolarità come animale domestico, in alcuni paesi non è legale tenere questa specie a casa, quindi informati prima di acquistarne uno.

Secondo la Ferret Association, il furetto domestico è diverso dal furetto selvatico dalle zampe nere (Mustela nigripes), una specie in via di estinzione originaria degli Stati Uniti del Midwest. Infatti, se il furetto domestico scappa, raramente sopravvive più di pochi giorni in natura, a differenza dei suoi parenti selvatici.

Pertanto, se hai un furetto domestico, dovresti assicurarti che la tua casa sia a prova di perdite.

Rimarrai sorpreso da ciò che uno di questi animali può fare e imparare. Ad esempio, i furetti riconoscono i loro nomi e possono persino imparare a fare trucchi o usare la lettiera. Finché li ricompensi con dolcetti adatti a loro, troveranno un motivo per interiorizzare cose nuove.

Il nome in inglese ferret deriva dal latino furonem, che significa “ladro”. Questo soprannome non è aneddotico, poiché i furetti amano nascondere qualsiasi oggetto; ogni proprietario lo può assicurare. Inoltre, amano anche scavare, nascondersi e giocare con i guardiani.

Fare il bagno al tuo furetto è più facile di quanto sembri.

Cosa dovresti sapere prima di fare correttamente il bagno al tuo furetto

Come detto sopra, i furetti hanno naturalmente un odore lieve e muschiato, un profumo che viene notevolmente ridotto quando vengono sterilizzati. Inoltre, possiedono anche delle ghiandole olfattive che rilasciano degli odori come meccanismo di difesa. Questi possono essere rimossi chirurgicamente, ma non è raccomandato.

Pertanto, il profumo dei furetti è normale e non indica sporco. Secondo la Dumb Friends League, fare il bagno al furetto in modo che non produca questo odore non aiuterà, perché dopo il bagno, le sue ghiandole dermiche sono responsabili del reintegro degli oli persi, per proteggere la sua pelle.

Nei giorni successivi al bagno, l’odore del furetto può addirittura aumentare.

Quindi, se hai intenzione di fare il bagno al tuo furetto, assicurati di farlo solo se necessario. Il momento del bagno è consigliato quando l’animale si è sporcato entrando in un angolo o se fa molto caldo.

Come fare correttamente il bagno al tuo furetto

Come i gatti, anche i furetti si puliscono da soli, altro motivo per non lavarli regolarmente. Pertanto, fare il bagno al tuo animale domestico dovrebbe essere un’attività che svolgi pochissime volte all’anno, perché farlo spesso puoi danneggiare la sua pelle, afferma il portale Friendly Ferret.

Ad alcuni furetti non piace l’acqua, ma secondo la Animal Rescue League of Iowa, la maggior parte dei furetti ama fare il bagno e ama giocare con l’acqua. Puoi anche riempire un po’ il lavandino o la vasca da bagno con acqua calda per farli divertire, soprattutto durante l’estate. Se hai intenzione di farlo, segui questi suggerimenti.

1. Mantieni l’acqua alla temperatura corretta

La temperatura corporea dei furetti è più alta della nostra. Pertanto, non utilizzare acqua calda – preferibilmente tiepida – e assicurati che il tuo furetto possa toccare la superficie con i suoi piedi, poiché questo gli permetterà di riposare e non stressarsi. Se il tuo animale domestico non ama l’acqua, cercherà di uscire, ma per evitarlo, puoi usare dei dolcetti adatti ai furetti.

2. Applica delicatamente lo shampoo sull’animale

Una buona scelta di shampoo sono quelli realizzati esclusivamente per furetti o per gatti domestici. Più morbido è, meglio è. Puoi anche usare shampoo per neonati umani, poiché sono molto delicati e non irritano la pelle dell’animale.

Applica lo shampoo sulle mani, strofinalo e poi applicalo sui capelli del furetto. Strofina la pancia, la coda, le gambe e il resto del corpo, ad eccezione della testa. A questo punto, puoi premiarlo con un altro regalino. Per tutto il tempo del bagno, cerca di tenere il cucciolo tra le tue braccia, delicatamente, dalla pelle sulla parte posteriore del collo o mentre è in piedi sulle zampe posteriori.

Dopo lo shampoo, puoi mettere l’animale sotto l’acqua corrente del rubinetto o usare una tazza per versargliela sopra e risciacquarlo. Dopo ciò, puoi dargli un giocattolo, per vedere se si intrattiene nella vasca da bagno.

3. Asciuga bene l’animale

Togli il furetto dall’acqua, rimuovi l’eventuale eccesso, avvolgilo in un asciugamano e asciugalo il più possibile. Nel momento in cui lo lasci andare, inizierà a comportarsi come un matto; correrà e salterà per ottenere un’asciugatura più rapida. 

Bagno di farina d’avena: un’opzione diversa

Fare il bagno al furetto con la farina d’avena è un’ottima opzione, perché non rimuoverà l’olio dal corpo dell’animale, ma pulirà la sua sporcizia. Aggiungete a questo il fatto che non ci sono sostanze chimiche che possono irritarlo. Il tipo di farina d’avena che dovresti usare è la farina d’avena colloidale.

Effettuare questo genere di bagno è semplice. Devi mettere la farina d’avena colloidale all’interno di una calza e poi immergerla nell’acqua dove andrai a fare il bagno al tuo furetto. Dopo pochi minuti l’acqua diventerà torbida: a quel punto metti dentro il tuo furetto, sciacqualo e asciugalo come riportato sopra.

Suggerimenti per la toelettatura

Altre pratiche per evitare di dover fare il bagno al tuo furetto troppo spesso, per aiutarlo a condurre una vita più pulita e non aumentare il suo odore, possono essere le seguenti:

  • Lava i denti almeno una volta al mese, con un dentifricio per furetti e uno spazzolino da denti piccolo e morbido.
  • I lassativi per boli di pelo felino – da 1 a 2 millilitri o 0,25 pollici – possono essere somministrati 2-3 volte a settimana come prevenzione dei boli di pelo gastrici.
Un furetto sta guardando la telecamera.

Abbiamo visto come fare correttamente il bagno al tuo furetto, attraverso diverse tecniche. Un ultimo consiglio, è quello di non utilizzare bagni di polvere per il tuo furetto, poiché non lo puliranno e non minimizzeranno il suo odore e, inoltre, possono causare problemi respiratori. Come proprietario, è importante che tu conosca tutte le sue cure e necessità, oltre a sapere come fare il bagno al tuo furetto, per dargli una vita sana e felice.

Potrebbe interessarti ...
Come tenere un furetto in casa correttamente
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Come tenere un furetto in casa correttamente

Avere un furetto in casa richiede tempo, conoscenze adeguate e molta pazienza. Prima di sceglierlo, è importante che siate sicuri di dedicargli tem...