Come prendersi cura di un cane malnutrito

Prendersi cura di un cane malnutrito può sembrare un atto disinteressato e ben intenzionato, ma ci sono molte cose da considerare prima di accogliere un cane randagio.
Come prendersi cura di un cane malnutrito

Ultimo aggiornamento: 30 giugno, 2021

PSecondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), oggi più di 200 milioni di cani sono in stato di abbandono. Solo negli Stati Uniti, 3,3 milioni di cani entrano nei canili ogni anno, mentre in Spagna questa cifra è di 306.000 cani e gatti all’anno. Per questo in questo articolo parleremo di come prendersi cura di un cane malnutrito.

Al giorno d’oggi, trovare un cane in cattive condizioni per strada è difficile, in quanto esistono programmi e associazioni governative che effettuano la caccia per individuare animali vulnerabili e portarli in aree designate. Ad ogni modo, qui illustreremo il protocollo da seguire nel caso in cui si trova un cane malnutrito.

Sintomi di malnutrizione nei cani

I cani dovrebbero mangiare 2-3 volte al giorno. Nonostante ogni animale sia un mondo a livello metabolico e anatomico, il fabbisogno calorico del canide può essere calcolato utilizzando la seguente formula:

0,56 megajoule (MJ) x 0,75 chilogrammi

A seguito di questa operazione matematica, un canide di 10 chili richiederà circa 3,15 megajoule al giorno, l’equivalente di circa 750 chilocalorie. Gli animali più grandi avranno bisogno di un apporto calorico più elevato e sostenuto – fino a 2.200 chilocalorie – ma le esigenze nutrizionali dei singoli animali possono essere calcolate con convertitori online gratuiti.

Se un cane non riceve i requisiti dietetici minimi per un periodo di tempo, inizierà a mostrare segni di malnutrizione, tra cui:

  • Cambiamenti nelle feci: in uno stato normale, le feci di un cane dovrebbero essere semi-consistenti e brunastre, senza corpi estranei o muco incorporati. Qualsiasi anomalia fecale nell’animale che si instaura da più di 48 ore può indicare un disadattamento intestinale dovuto a malnutrizione —e altri motivi—.
  • Perdita di peso: se le costole sono notevolmente evidenti nella gabbia toracica dell’animale, probabilmente è denutrito.
  • Alitosi: i cani non sono riconosciuti per il loro particolare senso dell’igiene, quindi è normale che il loro alito o l’aroma generale siano un po’ forti. In ogni caso, se questi odori sono putridi e insopportabili, sono sicuramente indice di malnutrizione e malattie associate.
  • Inattività: se un animale non riceve le calorie necessarie per mantenere il suo metabolismo basale (BMR), automaticamente ridurrà la sua attività.
Un cane con una coperta per strada.

Come prendersi cura di un cane malnutrito: osservare la pelle

Una delle principali indicazioni di malnutrizione nei cani è il cattivo stato della loro pelle. Come indicato dal portale VCA Hospitals, un cane adulto dovrebbe consumare nella sua dieta il 30% di proteine e il 15% di grassi. Se questi parametri non vengono soddisfatti, inizierà a mostrare segni epidermici visibili ad occhio nudo.

Con il tempo, un cane malnutrito perderà il pelo, mostrerà l’accumulo di squame epidermiche sulla superficie della pelle, mostrerà piaghe aperte e molto altro. Se un cane perde costantemente i capelli e i suoi capelli sono deboli e radi, è molto probabile che soffra di una carenza nutrizionale o di un’altra condizione cronica.

Come comportarsi se si trova un cane randagio

Se trovi per strada un cane magro, con chiazze sulla pelle, problemi evidenti e senza collare, la cosa più naturale è presumere che sia stato abbandonato, e che sia in pericolo. Tuttavia, questo non significa che dovresti prenderlo tra le braccia e portarlo direttamente a casa.

Un canide smarrito e disorientato può venire da te in cerca di affetto, ma può anche essere aggressivo e avere malattie. Secondo la Fondazione Affinity, ecco cosa fare se ti imbatti in un cane randagio:

  1. Avvicinati poco a poco all’animale: se il cane è sano e non mostra aggressività, puoi provare ad attirarlo a te con un po’ di cibo. Tuttavia, se ha sintomi visibili di qualche malattia, è meglio chiamare la polizia per gestire la situazione.
  2. Controlla se ha una medaglietta: in caso contrario porta l’animale dal veterinario più vicino o chiama la polizia.
  3. Se non ha il microchip: se il canide è sprovvisto di targhetta identificativa o microchip e da tempo nessuno ne segnala lo smarrimento, allora è ipotizzabile che si possano avviare le relative procedure per adottarlo. In ogni caso, dovrà passare attraverso una quarantena e un accurato controllo veterinario.

Come puoi vedere, nutrire e prenderti cura di un cane malnutrito da solo è sempre l’ultimo step. Devi prima assicurarti che l’animale non abbia davvero un proprietario con tutti i mezzi possibili, e lasciare che le autorità e i veterinari gestiscano la situazione.

L’adozione di un cane randagio deve essere effettuata nel quadro della legalità in tutti i casi.

Come prendersi cura di un cane malnutrito

Prima di tutto, dovresti tenere a mente che la cura di un cane malnutrito non avrà luogo fino a quando il cane non lascerà il veterinario. Un canide randagio potrebbe aver bisogno di rimanere in un rifugio per un po’ di tempo, dove verranno monitorati i suoi segni vitali e trattate eventuali condizioni sottostanti. 

Ad esempio, il canide può avere parassiti intestinali o qualche malattia batterica. Quando l’animale mangia poco, il suo sistema immunitario è debole, quindi è facile che sviluppi infezioni secondarie. Tutte queste condizioni dovrebbero essere trattate in campo veterinario, anche se è possibile che l’approccio farmacologico continui da casa.

Una volta scomparsi i possibili fattori scatenanti diretti della malnutrizione, il veterinario preparerà una dieta specifica per l’animale, affinché possa aumentare di peso in modo sano e sostenuto. Come abbiamo detto, l’ideale è che il 30% della dieta del canide sia costituito da proteine pure, il 15% da grassi e un minimo del 20% da carboidrati.

La dieta varierà da caso a caso, in base alle esigenze nutrizionali dell’animale.

Nutrire e prendersi cura di un cane malnutrito.

Una responsabilità comune

Nutrire e prendersi cura di un cane malnutrito non è necessario se qualcuno non lo abbandona in prima istanza. Come abbiamo detto, più di 200 milioni di canidi nel mondo non hanno proprietari, cifra che si riduce a 70 milioni di gatti. È necessario sensibilizzare la popolazione sul fatto che l’abbandono continua ad essere un grave problema sociale.

Prima di adottare un cane, pensa ai suoi bisogni e requisiti, sia finanziari che di routine ed emotivi. Se ritieni di non avere abbastanza tempo a lungo termine o che la tua giornata sia troppo occupata, è meglio astenersi dal mettere una vita nelle tue mani e aspettare un momento migliore.

Potrebbe interessarti ...
La vita di un cane randagio registrata da una GoPro
I Miei AnimaliLeggi in I Miei Animali
La vita di un cane randagio registrata da una GoPro

Ci sono degli studi sugli animali che ci piacciono più di altri. Oggi vi mostriamo la vita di un cane randagio tramite le riprese di una Gopro.