Come preparare il cane per un viaggio in aereo

6 Giugno 2019
State pensando di intraprendere un viaggio con il vostro amico a quattro zampe? Seguite questi consigli su come preparare il cane per un viaggio in aereo.

Prima di partire ogni proprietario dovrà verificare lo stato di salute e il temperamento dell’animale. Infatti, per preparare il cane per un viaggio in aereo è necessario sapere se il vostro compagno fedele è adatto a intaprendere questa esperienza.

Negli ultimi tempi le compagnie aeree stanno migliorando costantemente il trattamento degli animali in viaggio. Di conseguenza, è sempre più frequente vedere viaggiatori accompagnati dai loro animali domestici. In questo articolo troverete una serie di consigli per preparare il cane per un viaggio in aereo.

Ecco alcuni utili consigli da seguire per organizzare un viaggio in compagnia del vostro cane.

5 consigli su come preparare il cane per un viaggio in aereo

Se desiderate viaggiare in tutta tranquillità, vi suggeriamo di preparare il vostro animale perché trascorra il viaggio senza inconvenienti.

1. Conoscere i requisiti per accedere alla vostra destinazione con il cane

Al momento di cominciare a preparare il viaggio è indispensabile informarsi sui requisiti necessari perché il vostro animale possa entrare nel luogo di destinazione. Ogni paese possiede una legislazione specifica che dovrete conoscere per evitare imprevisti.

Normalmente i documenti che vengono richiesti per viaggiare con un cane ed entrare in un paese straniero sono i seguenti:

  • Passaporto o certificato emesso da un organo competente del paese di residenza dell’animale.
  • Tessera sanitaria aggiornata. Dovranno essere indicate le vaccinazioni, l’eliminazione dei parassiti ed eventuali trattamenti a cui è sottoposto l’animale.
  • Certificato di buona salute emesso da un veterinario, con una validità da 7 a 10 giorni, in base al paese.
  • Microchip di identificazione. Non è obbligatorio per tutti i paesi, ma è altamente raccomandabile per la sicurezza del cane e del padrone.

2. Scegliere la compagnia più adatta alle vostre necessità

Ogni compagnia aerea applica le proprie condizioni, requisiti e limitazioni per il trasporto di animali domestici. Prima di comprare il biglietto dell’aereo, ricordatevi di consultare la normativa delle compagnie con cui potete raggiungere la vostra destinazione.

In molti casi è possibile fare in modo che il cane viaggi in cabina insieme al proprietario. Ad esempio, Iberia, Lufthansa o Air Europa offrono questo servizio. Ma in questo caso, il peso dell’animale e del trasportino dovrà essere al massimo di 8 kg in totale. Inoltre, il trasportino non potrà superare queste dimensioni: 50 cm di lunghezza, 40 cm di larghezza e 20 cm di profondità.

Trasportini per viaggi in aereo

Altre compagnie offrono solo il servizio di trasporto degli animali domestici nella stiva, come la Singapore Airlines. Esistono anche compagnie che non accettano alcun animale a bordo, o che proibiscono l’ingresso ad alcune razze “pericolose”, come i cani pitbull.

3. Preparare il cane per un viaggio in aereo: il trasportino adatto

Per preparare il cane a un viaggio in aereo è necessario disporre di un trasportino resistente, adatto alle dimensioni dell’animale e con una ventilazione adeguata. Il cane dovrà potersi alzare in piedi e girare completamente sul proprio asse (360º) all’interno dell trasportino.

Dopo l’acquisto dovrete fare in modo che il cane si adatti al suo nuovo trasportino. Si consiglia di cominciare l’adattamento almeno quattro settimane prima della data di partenza.

Viaggiare in aereo con il vostro cane

Ogni animale ha bisogno di un periodo di tempo specifico per adattarsi. Abituarlo progressivamente sarà di grande aiuto per il vostro compagno di viaggio.

4. Visita medica e certificato di buona salute

Dopo esservi informati sui requisiti necessari e avere acquistato il biglietto, è giunto il momento di preparare il cane a un viaggio in aereo sicuro e tranquillo.

Per cominciare, è indispensabile ottenere un certificato di buona salute dell’animale. Portatelo dal veterinario: verificherà le vaccinazioni, eliminerà eventuali parassiti e controllerà il suo stato di salute generale.

5. Cominciare l’iter per imbarcare il cane sull’aereo

Una volta ottenuto il certificato sarà possibile cominciare l’iter vero e proprio per l’imbarco. Per farlo, pianificate bene la tempistica. Ricordate che il certificato ha una validità da 7 a 10 giorni. Pertanto, sarà necessario pianificarlo in modo da avere anche il tempo per risolvere eventuali imprevisti.

Vi consigliamo di rivolgervi a un organo competente per emettere la documentazione richiesta per il viaggio. Nel caso dei paesi dell’Unione Europea la soluzione migliore consiste nell’ottenere un passaporto per il vostro cane. In Italia il passaporto viene rilasciato dai Servizi Veterinari delle AUSL competenti per territorio.

Preparare il cane per un viaggio in aereo: l’imbarco

Se il vostro cane viaggia per la prima volta, la situazione per lui sarà completamente nuova e probabilmente mostrerà segni di nervosismo. Ma senza la prescrizione di un veterinario si sconsiglia di somministrare alcun tipo di farmaco. Mantenete la calma durante l’imbarco e trasmetterete anche al vostro fedele amico tranquillità e affetto.

Per ultimo, ricordate che non tutti i cani si adattano a viaggiare, specialmente se devono trascorrere lunghe ore nella stiva. Se il vostro compagno di viaggio è fra questi, la soluzione più comoda e sicura sarà un viaggio via terra.