Come proteggere il gatto dalle pulci?

8 Luglio 2019
I parassiti esterni come le pulci trasmettono molte malattie; proteggere il vostro gatto sarà più facile se seguirete questi consigli.

Le pulci sono solite saltare sul pelo dei mammiferi e pungerli, trasmettendo batteri portatori di malattie come le bartonellosi. Inoltre, alcuni cani e gatti possono essere allergici alla puntura di pulce. Per evitare ciò, è importante saper proteggere il gatto dalle pulci.

In questo articolo vi suggeriamo alcune misure preventive da adoperare sul vostro animale domestico, in modo da proteggere il gatto dalle pulci.

Le bartonellosi sono malattie trasmesse dalle pulci

È una malattia causata da batteri del genere Bartonella. Le pulci contengono questo batterio nel loro apparato digestivo e lo eliminano attraverso le feci trasmettendolo ai gatti.

I gatti possono infettarsi anche solamente stando a contatto con altri gatti contagiati, o venendo a contatto con ferite o sangue. Perfino noi possiamo essere contagiati, se entriamo in contatto con gatti malati.

Per prevenire le bartonellosi è importante evitare, tramite antiparassitari, che il vostro gatto venga infestato dalle pulci o che vada in strada a giocare con gatti randagi. Per evitare quest’ultimo aspetto, la castrazione aiuta molto.

Collari antiparassitari per proteggere il gatto dalle pulci

Per proteggere il gatto dalle pulci, i collari rappresentano un’ottima opzione. Sul mercato ne esistono di specifici per gatti e sono in grado di garantire diversi mesi di protezione. Si tratta di collari che liberano sostanze antiparassitarie in piccole dosi. Sono di dimensioni totalmente adattabili al collo dell’animale e possono perfino essere infilati in un collare normale.collare per proteggere gatto da pulci

Il nostro consiglio è di comprare uno di questi collari di qualità, in modo da riuscire a proteggere il vostro gatto anche contro parassiti come zecche o zanzare.

Infiltrazioni antiparassitarie

Se volete proteggere il gatto dalle pulci, ma non volete mettergli un collare per paura che ingerisca il liquido antiparassitario o perché non gli piace portare collari, potete proteggerlo tramite una puntura. Esistono siringhe contenenti il liquido protettivo, da applicare tramite puntura sul vostro gatto.

siringhe per proteggere gatto da pulci

La pelle assorbirà il liquido antiparassitario in qualche ora. Il luogo ideale per somministrarlo è la zona compresa tra il collo e la spalla dell’animale. Fate attenzione a non pungere né voi né il vostro gatto.

Rispetto al collare, un vantaggio di questa soluzione è la facile applicazione. Una volta assorbito il liquido, non ci sarà bisogno di fare altro. Inoltre, si tratta di una soluzione spesso efficace anche per la protezione contro altri parassiti, anche se quest’ultimo aspetto può variare a seconda della qualità del prodotto.

Parlando degli svantaggi, rispetto al collare l’effetto dell’infiltrazione è meno prolungato. La protezione durerà giusto qualche settimana, dopo di che sarete costretti a ripetere l’operazione.

Le dosi di prodotto inserito nel collare, o da mettere nella siringa, sono diverse a seconda del peso dell’animale. Più il vostro gatto peserà, più alto sarà il livello di liquido antiparassitario di cui avrà bisogno. Allo stesso modo, un fattore di grande incidenza è anche l’età. Solitamente, nel prospetto di questi prodotti viene specificato a che età si può cominciare il trattamento.

Spray antiparassitari per proteggere il gatto dalle pulci

Gli antiparassitari esistono anche in formato spray e possono essere così usati per proteggere il gatto dalle pulci. L’applicazione di questo prodotto è indubbiamente la più semplice di tutte, visto che sarà necessario solamente spruzzarlo sul vostro gatto.

spray per gatti

Questi spray lavorano bene contro pulci, zecche e pidocchi e il loro effetto dura tra le 24 e le 48 ore. Si tratta di un prodotto molto utile per eliminare un’infestazione appena subita dall’animale o per rafforzare la protezione offerta dall’infiltrazione o dal collare.

Gli spray sono quindi spesso un integramento dei metodi antiparassitari prima citati, visto il loro effetto abbastanza limitato nel tempo.

Questi di cui vi abbiamo appena parlato sono i principali prodotti antiparassitari che potrete trovare sul mercato per proteggere il vostro gatto dalle pulci. Il consiglio è di acquistarli sempre in centri specializzati come le cliniche veterinarie, e di ricorrere al consiglio di un veterinario per qualsiasi perplessità.

Non utilizzare mai un antiparassitario per cani

Si tratta di un aspetto di vitale importanza. La maggior parte degli antiparassitari per cani contengono un composto chiamato permetrina, altamente tossico per i gatti.

Se in casa avete sia cani che gatti, e utilizzate collari o infiltrazioni con permetrina per i primi, fate molta attenzione. Evitate che il gatto vada a leccare la zona del cane dove avete applicato l’antiparassitario o che morda il suo collare. Se avete anche il minimo dubbio che il vostro gatto abbia ingerito parte del collare antiparassitario del cane, portatelo immediatamente da un veterinario.