Come scoprire se un gatto è mancino o destrorso

15 Ottobre 2019
Anche se nell'ambito della specie umana la maggior parte degli individui sono destrorsi, per quanto riguarda i gatti la differenza non è così grande. Una serie di "esperimenti" casalinghi può aiutarci a scoprire se il nostro gatto è mancino o destrorso.

Proprio come accade nel caso delle persone, alcuni mammiferi possono possedere un’abilità maggiore con una zampa piuttosto che con l’altra. Vi piacerebbe scoprire se il vostro gatto è mancino o destrorso? In questo articolo vi spieghiamo come fare. Vedrete: è molto divertente!

Animali destrorsi, animali mancini

Noi esseri umani manifestiamo una chiara preferenza per una mano o per l’altra nel momento in cui iniziamo a utilizzarle per afferrare oggetti, scrivere o spazzolarci i denti. Sappiamo che 9 persone su 10 sono destrorse. Oggi, però, le indagini si sono spinte un po’ più avanti, perché si cerca di scoprire se gli animali siano mancini o destrorsi.

Questi studi hanno avuto inizio negli anni Settanta e, al giorno d’oggi, sono state analizzate le abitudini di vari mammiferi, come, per esempio, le balene, i canguri e i primati. Naturalmente, gli animali domestici non si sono sottratti allo sguardo degli scienziati, che ancora oggi studiano la predominanza o la preferenza di una zampa sull’altra nello svolgimento delle loro attività quotidiane. L’obiettivo è quello di determinare se queste scelte sono in rapporto con un qualche fattore cerebrale o se sono dovute a qualche altra ragione.

Per quanto riguarda i felini, lo studio ha preso in considerazione più di 40 gatti nel corso di tre mesi. Il lavoro è consistito nell’osservare con quale zampa muovevano il primo passo quando salivano le scale, entravano nella loro lettiera per la sabbia, cercavano di afferrare un oggetto o toccavano un giocattolo. Si è anche analizzato se si inclinavano su un lato più spesso che su un altro.

Scoprire se l proprio gatto è mancino o destrorso è più semplice di quanto si creda

I comportamenti spontanei dei gatti hanno dimostrato che i tre quarti di quelli analizzati mostravano una preferenza per la stessa zampa. Le femmine avevano più probabilità di essere destrorse e i maschi di essere mancini. Si è giunti alla conclusione che il 50% dei gatti sono destrorsi, il 40% mancini e il 10% ambidestri.

Di conseguenza, in proporzione i gatti mancini sono più numerosi degli esseri umani che utilizzano la mano sinistra nella loro vita quotidiana. Ma emerge un altro dato interessante: nel caso dei cani, invece, la metà sono destrorsi e l’altra metà mancini: non esistono cani ambidestri!

Il vostro gatto è mancino o destrorso?

Se avete un gatto in casa, probabilmente vorrete sapere se è mancino o destrorso, per pura curiosità. Esistono diverse “prove” che possiamo eseguire con i felini per determinare qual è la loro parte dominante e quella che preferiscono nello svolgimento delle loro attività quotidiane.

Per realizzare il primo esperimento che vi servirà a scoprire se il vostro gatto è mancino o destrorso, avrete bisogno di un vasetto di vetro trasparente con l’apertura abbastanza larga, in modo che il vostro animale domestico possa infilarci la zampa. Inoltre, vi servirà uno snack oppure qualcosa che richiami con forza l’attenzione del felino.

Non è attraverso le situazioni di gioco che possiamo scoprire se il nostro gatto è mancino o destrorso

Collocate l’oggetto all’interno del vasetto e lasciate che il gatto lo prenda da solo. Si ritiene che, nella maggior parte dei casi, il gatto utilizzerà la sua zampa dominante. Potete ripetere l’operazione tutti i giorni nel corso di una settimana e determinare se si verifica o no una coincidenza o, in altre parole, se impiega sempre la stessa zampa.

Per lo svolgimento del secondo “gioco” la sfida è un po’ più grande, perché l’idea è che l’animale estragga un pezzo di cibo o un piccolo giocattolo da un contenitore stretto, nel quale non potrà infilare il proprio muso. Ciò che segue non è diverso dal metodo precedente. Mettetelo di fronte al recipiente e osservate che cosa fa. Se lo desiderate, potete ripetere l’esperimento per diversi giorni di seguito e confrontare i risultati.

Naturalmente, potreste anche seguirlo dovunque vada e prendere nota in un quaderno delle occasioni nelle quali utilizza la sua zampa destra oppure la sinistra. Potrete ricavare il risultato dopo almeno un mese di “indagine”.

Tenete conto del fatto che l’animale userà la sua zampa dominante in situazioni importanti, come quando è occupato a cibarsi o a difendersi. Quando gioca, invece, ha la possibilità di scegliere una qualunque delle due zampe. Sapere se il vostro gatto è mancino o destrorso non cambierà nulla della sua vita quotidiana né voi gli vorrete più o meno bene. Si tratta però di un’informazione interessante da aggiungere a tutto ciò che già sapete di lui.

O’Brien, S. J., & Johnson, W. E. (2007). The evolution of cats. Scientific American. https://doi.org/10.1038/scientificamerican0707-68