Consigli per fare un safari

18 Febbraio 2019
Quando si decide di fare un safari, è necessario seguire una serie di linee guida per la vostra sicurezza: sarete molto vicini agli animali selvatici

Fare un safari è il sogno di molte persone. È un’esperienza indimenticabile, dove è possibile conoscere la fauna locale e la natura selvaggia.

Naturalmente, è essenziale rispettare alcune regole per evitare problemi. In questo articolo vi daremo alcuni consigli per fare un safari.

Consigli per fare un safari

L’Africa è il luogo per eccellenza per un safari. Se volete trovarvi “faccia a faccia” con un animale selvatico nel suo habitat naturale, questo continente offre decine di opzioni e parchi nazionali. Alcuni suggerimenti che possono essere molto utili sono i seguenti:

1. Scegliete il luogo e l’ora

Tanzania e Kenya – in particolare Serengeti e Masai Mara – sono i due tipici posti da safari, anche se il Parco Nazionale Kruger in Sud Africa è un posto incredibile. Ci sono molte compagnie che offrono visite guidate.

Qualunque periodo dell’anno sarebbe bello per realizzare questo sogno, ma ci sono mesi più raccomandabili di altri: ad esempio, tra i mesi di giugno e agosto, quando gli animali migrano.

Il lato negativo è che è alta stagione (e festività), quindi i prezzi sono più alti e la disponibilità è inferiore.

2. Svegliatevi all’alba

La maggior parte della fauna africana ha abitudini notturne. I grandi predatori aspettano che il sole tramonti per andare a caccia, dato che durante il giorno fa abbastanza caldo. Pertanto, il momento migliore per vedere animali come il bufalo è la mattina prestissimo, ancor prima dell’alba. È anche consigliabile fare un giro al tramonto, quando la fauna si sta “svegliando” dalla siesta.

Potete approfittare del resto della giornata per riposare, nuotare in piscina o svolgere attività che non comportano troppa energia. Non dimenticate di usare la protezione solare e gli occhiali da sole!

Fare un safari

3. Assumete una guida

Anche se la guida è obbligatoria nei parchi naturali, il fatto è che in molti casi i turisti vogliono ‘fare da soli’ senza saperne nulla di fauna selvatica. Questo è veramente pericoloso!

Inoltre, le guide conoscono molto bene le aree scelte da alcuni animali, sanno riconoscere le impronte che lasciano e sanno cosa fare se vi trovate faccia a faccia con un grande felino o predatore.

La guida in un safari è indispensabile e bisogna eseguire alla lettera le sue indicazioni.

4. Siate pazienti

Tutti coloro che vogliono fare un safari sono desiderosi di vedere i cosiddetti “big 5”.

Ma attenzione, perché l’Africa è la patria di centinaia di altre specie che vale la pena guardare. Non ha senso disturbare la guida perché siamo stati in grado di vedere solo una giraffa o un’antilope.

Il silenzio sarà il vostro miglior alleato, così come il rispetto per gli animali. Durante il safari non ci sono ordini del giorno o cose del genere: gli animali si faranno vedere se vogliono e quando vogliono.

Forse dovrete passare diversi minuti in totale silenzio per ascoltare il barrito di un elefante o il canto di un uccello.

Rinoceronte safari

5. Non fate rumori strani

Si potrebbe dire che gli animali sono “abituati” alla presenza umana in queste regioni, ma ciò non significa che potrete disturbarli. Ricordate che noi – le persone – siamo i visitatori e loro i padroni di casa.

Non fate rumori che potrebbero disturbarli o cambiare la loro attività. Inoltre, non offrite loro cibo per avvicinarvi e scattare foto migliori: non sapete mai come possono reagire!

Magari, se un branco di leoni passa vicino al vostro veicolo, con molta probabilità non faranno neppure caso a voi. Ma per questo motivo dovrete rimanere immobili e calmi. Se siete rumorosi e scendete dalla jeep, è più probabile che scelgano di attaccarvi.

6. Portatevi una buona macchina fotografica

Fare un safari è un’esperienza magnifica, che ricorderete per sempre. Ma, in più, vorrete avere delle foto.

Anche se non siete dei fotografi professionisti, cercate di acquistare una buona fotocamera, con uno zoom che vi consenta di avvicinarvi il ​​più possibile agli animali.

Un telefono cellulare con fotocamera non vi darà il risultato previsto e, poiché il viaggio è piuttosto costoso, meglio avere la giusta attrezzatura per scattare foto o fare video.

Infine, non dimenticate di indossare l’abbigliamento giusto: comodo, “a strati”, perché la temperatura è molto variabile e, soprattutto, che vi protegga dal sole, dal calore e dagli insetti.