Consigli per viaggiare all’estero con il cane

15 Febbraio 2016

Chi ha intenzione di viaggiare all’estero con il cane, deve prendere in considerazione alcuni aspetti pratici come, ad esempio, i documenti necessari, il mezzo di trasporto, l’alloggiamento e il confort per l’animale.

Organizzate per tempo tutti i dettagli

Prendetevi il tempo sufficiente per verificare le diverse formalità ed evitare, in questo modo, gli inconvenienti dell’ultimo minuto.

  • Contattate l’ambasciata o il consolato del paese in cui intendete viaggiare; fatevi spiegare nel dettaglio quale sia la documentazione necessaria per entrare nel paese con il cane.
  • Verificate, presso la compagnia di trasporti che avete scelto, quali siano le loro condizioni per viaggiare con gli animali domestici.
  • Se optate per il viaggio in auto, controllate le norme per il trasporto degli animali domestici.
  • Verificate quali strutture vi consentono di alloggiare con il cane, e a quali condizioni.
  • Chiedete, inoltre, al veterinario consigli su come rendere più confortevole il viaggio al vostro cane.

Prima di partire, verificate per tempo tutte le formalità per chi viaggia all’estero con il cane: eviterete sorprese all’ultimo minuto.

Verificate la documentazione necessaria per viaggiare all’estero con il cane

cane in viaggio al mare

All’interno dell’Unione Europea e in altri paesi d’Europa, è previsto un passaporto per gli animali da compagnia. I requisiti non variano di molto per i diversi Stati.

Questo passaporto viene rilasciato dai servizi veterinari dell’azienda sanitaria locale e deve essere certificato 24 ore prima da un veterinario autorizzato. Nel documento verranno certificati:

  • I dati del proprietario
  • La descrizione dell’animale
  • I dati identificativi dell’animale (microchip o tatuaggio)
  • La sua storia sanitaria (vaccinazione antirabbica e trattamenti antiparassitari aggiornati)

Evitate di infrangere le norme imposte da ciascun paese

In alcuni paesi dovrete probabilmente mostrare altri certificati sanitari. Ad esempio:

  • Il trattamento contro l’echinococco (Finlandia, Irlanda, Malta, Regno Unito)
  • Il trattamento contro le zecche
  • Il richiamo antirabbica (valutazione degli anticorpi neutralizzanti del virus)
  • Il vaccino contro la leptospirosi e il cimurro
  • Un certificato di buona salute

In ogni caso, assicuratevi di aver capito e di rispettare nel dettaglio la normativa del paese verso cui viaggerete. Così, eviterete situazioni spiacevoli come ad esempio:

  • Quarantena obbligatoria per il vostro cane
  • Rimpatrio dell’animale al paese d’origine

Informatevi sulle diverse possibilità di viaggio e pernottamento

Per chi viaggia con il cane, sarebbe ideale muoversi con un mezzo proprio. Tenete presente che viaggiare per via terra può essere abbastanza complicato, soprattutto se il vostro cane è di taglia grande.

I treni, in genere, non accettano animali con peso superiore ai 6 kg. Sono, inoltre, poche le compagnie di autobus che accettano di trasportare animali domestici.

La nave e il traghetto offrono qualche alternativa in più a chi decide di viaggiare all’estero con il cane. Le norme variano a seconda delle compagnie, che possono mettere a disposizione:

  • La stiva, in ricoveri idonei o all’interno del veicolo del padrone dell’animale.
  • La coperta, in apposito contenitore, insieme ad altri animali.
  • Cabine destinate al trasporto degli animali, all’interno di apposite gabbie, per la sicurezza degli altri passeggeri e dell’animale stesso. In questo caso, in genere, l’animale deve pesare meno di 6 kg.

Se scegliete l’aereo, tenete presente che il cane dovrà viaggiare nella stiva. Sono ammessi in cabina soltanto animali di piccola taglia.

Assicuratevi, inoltre, di conoscere in anticipo le norme della struttura dove intendete pernottare – hotel, campeggio, appartamento. Vi consentirà di muovervi con più tranquillità all’interno della struttura e, ancora una volta, di evitare brutte sorprese dell’ultimo minuto.

In ogni caso, dovete tenere in considerazione che vi saranno costi aggiuntivi legati al trasporto e all’alloggiamento del vostro cane.

Pensate alla comodità del vostro amico a quattro zampe

cane viaggia all'estero in auto

Oltre a rispettare tutte le normative vigenti del caso, è necessario assicurarsi che la sistemazione del cane sia comoda e le sue condizioni di salute gli consentano di affrontare il viaggio.

Ricordate:

  • Portate tutto il necessario per il benessere e la cura del cane: giocattoli, coperte, accessori, cibo, guinzaglio, kit di pronto soccorso, ecc.
  • Ricordate di portare con voi il numero di telefono del vostro veterinario, per qualsiasi consiglio urgente.
  • Verificate dove trovare, durante il viaggio e il soggiorno, eventuali punti di emergenza veterinaria.
  • Chiedete al veterinario se il vostro cane abbia bisogno di precauzioni extra nel paese di destinazione.

Forse viaggiare all’estero con il cane può essere un po’ complicato, ma abbiate pazienza. Alla fine, la compagnia del vostro pelosetto vi farà dimenticare tutte le formalità che avete dovuto affrontare.