L’importanza del controllo della natalità nei gatti

· 11 luglio 2018

Vi siete mai chiesti se far procreare o meno il vostro gatto? Questa è una domanda fondamentale a mano a mano che il vostro animale raggiungerà la maturità sessuale, poiché è necessario controllare la natalità nei gatti per evitare imprevisti.

Gli animali sono esseri viventi che meritano rispetto ed una casa piena d’amore e di comprensione. Per questo, è responsabilità dei padroni informarsi sui bisogni del proprio felino. Non dimenticate che la sua vita dipende da voi.

Maturità sessuale

Alcune volte non abbiamo idea dei comportamenti dei gatti quando maturano sessualmente, e ciò danneggia il loro controllo riproduttivo:

  • Eccesso di miagolii e cambiamento del comportamento nelle femmine.
  • Marcare il territorio con l’urina, nervosismo e aggressività nei maschi.

La scarsa conoscenza, soprattutto in merito al controllo della natalità, ha portato all’abbandono di cucciolate intere di gattini nella spazzatura, nei vicoli, nelle strade, etc. Vengono esposti alle intemperie e a soffrire la fame nella tappa più delicata della loro vita.

Molti gatti non sono amati dai loro padroni. Questi si stancano di prendersene cura e finiscono per abbandonarli al loro destino. Una grande quantità muore per strada di fame, per una malattia, etc.

gatto dentro la scatola

Altri vengono portati nei rifugi per animali, dove vengono alimentati ed assistiti da veterinari e da volontari che fanno tutto il possibile per donargli amore; tuttavia, a volte è impossibile dargli la completa attenzione di cui hanno bisogno e così muoiono dal dispiacere.

La sovrappopolazione felina è un problema presente in tutto il mondo. Si calcola che almeno il 70% delle persone non sappia gestire il controllo della natalità nei gatti.

Tenete presente che, sebbene cerchiate di trovare una casa alla cucciolata del vostro amico peloso, state comunque togliendo la possibilità ad altri felini che aspettano da molto più tempo di essere adottati.

La sterilizzazione è il metodo migliore per controllare la natalità nei gatti. Per questo, è importante conoscere questo processo benefico non solo per l’animale, ma anche per le società che iniziano a metterlo in pratica come una misura seria.

La sterilizzazione per controllare la natalità nei gatti

La parola sterilizzazione significa “rendere infecondo ciò che prima era fertile”. Per questo, è la prima azione da considerare per evitare la sovrappopolazione dei gatti nelle città.

colonia di gatti per strada

Esistono diversi metodi di sterilizzazione, sia per le femmine che per i maschi. Alcuni di questi sono: eliminare il dotto deferente o le tube di Falloppio, oltre all’orchiectomia (estrazione dei testicoli) e alla ovarioisterectomia, (estrazione delle ovaie e dell’utero).

Questa pratica favorisce anche il benessere fisico del felino, poiché previene diverse malattie e migliora il suo comportamento.

Nelle gatte si eliminano i comportamenti che si presentano durante il calore, si previene la comparsa di infezioni all’utero e di tumori maligni (la percentuale di malignità è di circa l’85%), si evita l’apparizione di neoplasie e di cisti ovariche per i continui calori e si prevengono le malattie sessualmente trasmissibili come l’HIV felino.

Nel caso dei gatti maschi, si evitano i comportamenti aggressivi relazionati al calore, si eliminano i rischi che soffrano di tumori ai testicoli e si previene la trasmissione di malattie come la leucemia e l’immunodeficienza.

gatto grasso seduto

L’unica controindicazione della sterilizzazione è l’obesitàperò una dieta bilanciata e l’esercizio fisico attraverso il gioco potranno risolvere il problema.

Miti riguardanti la sterilizzazione

Uno dei principali impedimenti che pregiudicano il controllo della natalità nei gatti sono le leggende urbane sul tema.

In primo luogo, le gravidanze isteriche sono problemi ormonali e non c’è una necessità fisiologica dell’animale per procreare. Inoltre, se si sterilizza il felino a sei mesi o prima che abbia il primo calore non ci sarà un ritardo nella sua crescita. Non cambierà neanche il carattere né rimarranno “infantili” a causa della sterilizzazione.

E’ importante capire che il vostro gatto non soffrirà psicologicamente per il fatto di non poter procreare. Essendo un animale, non ha gli stessi conflitti morali degli esseri umani. Pertanto, è necessario appoggiare il processo di sterilizzazione e contribuire al controllo della natalità nei felini.