Che cosa fare col vostro gatto durante le vacanze?

Avere un animale è una responsabilità. Quindi, sapere cosa fare con lui durante le vacanze è fondamentale. Di certo, gli animali domestici sono diversi. Mentre alcuni, come i gatti, possono restare fino a tre giorni a casa da soli, per altri, come i cani, già un solo giorno da soli è troppo.

Che cosa fare con il nostro gatto durante le vacanze è l’argomento che ci accingiamo ad affrontare, tenendo in considerazione di quale tipo di vacanze si tratta.

Che cosa faccio con il mio gatto se devo andare in vacanza?

Tutti vorremmo portare con noi i nostri animali quando andiamo in vacanza, ma non è sempre possibile. Quando non si può, esistono diverse alternative da prendere in considerazione.

Lasciarlo in casa

I gatti sono animali abitudinari. Meno si tocca l’ambiente in cui sono abituati a vivere, e meglio sarà per loro. Ovviamente, se le vacanze sono lunghe, è necessario cercare qualcuno che si prenda cura di lui.

Fare in modo che il gatto resti in casa e un amico o familiare vada a dargli cibo e acqua è una delle migliori scelte per non stravolgere troppo l’animale.

Se andate via soltanto per un fine settimana, il gatto può rimanere da solo in casa. Ovviamente a patto che gli lasciate cibo e acqua pulita in diversi punti della casa, oltre a due o tre lettiere.

Portarlo da un amico

Se non avete nessuno vicino che possa farvi il favore di andare ogni giorno a dar da mangiare al vostro gatto, potete sempre decidere di lasciarlo a casa di qualcuno. Assicuratevi che si tratti di una persona che il gatto conosce molto bene. E, se possibile, che non abbia in casa altri animali.

Questa possibilità è un po’ più complicata della precedente, per l’animale. Ma è una fantastica idea per partire tranquilli sapendo che sarà ben curato.

Asilo per gatti

Se nessuna delle precedenti opzioni è praticabile, un’altra alternativa è quella di scegliere un asilo per gatti. Tuttavia, cercatene uno per tempo, in modo da poter andare a vederlo. Osservate come trattano gli altri felini di cui si stanno prendendo cura. E, se è possibile, portate il vostro gatto per vedere come si sente in quel posto.

Cercate informazioni e opinioni di altri clienti su internet per accertarvi che, lasciando lì il vostro gatto, riceverà un buon trattamento. Sicuramente ce ne sarà più d’uno vicino a dove abitate. Quindi, se qualcuno non vi convince, non esitate a cercarne un altro.

Portarlo con voi

Nessuno meglio di voi conosce il vostro gatto. Per questo motivo, se credete che un viaggio per lui sia sopportabile e che si adatterà rapidamente al luogo dove starete, forza, lo potete portare con voi!

Tuttavia, come abbiamo detto prima, i cambiamenti di abitudini nei gatti provocheranno nervosismo e stress. È possibile che non sia una buona idea.

Qualunque sia la vostra scelta, tenete conto di come si sentirà il vostro gatto, e chiedetevi anche se vi sentirete tranquilli a lasciarlo oppure a portarlo con voi.

Tenete presente che, se partite e lo lasciate con qualcuno, è possibile che al ritorno il vostro animale sarà scontroso e restio ad avvicinarsi. Interpreterà il tempo in cui siete stati via come un abbandono, anche se in realtà non è stato affatto così.

Dategli tempo e non forzatelo a venire da voi o a cercare il vostro affetto. In breve tempo gli passerà e tornerà di nuovo a cercare le vostre coccole.

Un animale è una responsabilità e dobbiamo prendere in considerazione vari fattori, prima di prenderne uno. Tra questi, il fatto di quanto viaggiamo o ci spostiamo durante l’anno. Se lavorate per molte ore e fate diversi viaggi all’anno, vi incoraggiamo a scartare l’ idea di adottare un animale.