Cosa fare se il cane non dorme?

· 29 settembre 2018

I disturbi del sonno non riguardano solo gli esseri umani, ma possono interessare anche gli animali. Non stiamo però parlando di episodi sporadici di insonnia. Se il vostro cane non dorme e questo problema diventa cronico, occorrerà intervenire. Eventualmente con il supporto del veterinario.

I cani sono molto sensibili ai cambiamenti. Un trasloco, la morte di una persona cara, l’arrivo di un bebè o di un estraneo… Sono tutte situazioni più o meno traumatiche che possono togliere il sonno al vostro amico a quattro zampe.

Anche lo stress è tra le cause di questa impossibilità nel dormire e riposarsi. Se, dopo due o tre giorni, questa situazione scompare da sola, non dovrete preoccuparvi. Se non migliora e il cane non dorme, continuate a leggere il seguente articolo.

Il vostro cane non dorme? Ecco le possibili cause

Routine quotidiana e abitudini

Un problema importante è la routine dell’animale domestico. Molte volte, i cani  rimangono soli tutto il giorno in un appartamento. Senza aver nulla da fare, si annoiano e finiscono per trascorrere la maggior parte del tempo dormendo.

Quando arriva il proprietario, l’animale “si sveglia”: è emozionato, eccitato, salta, corre e non vuole dormire. La sua priorità è stare con voi e giocare. Come vedete, lo stile di vita influisce pesantemente in un possibile quadro di insonnia.

Cane con testa sul cuscino accanto a una sveglia gialla

Solamente cambiando la routine potrete migliorare la situazione. Come prima idea, potreste portare il cane in un parco giochi. Qui lo faranno giocare e lo terranno sveglio, favorendo il riposo notturno. Gli animali domestici, in particolare i cani, devono svolgere un’adeguata attività fisica, ogni giorno. Una volta tornato a casa, sarà calmo, avrà bruciato lo stress e le energie in eccesso e si addormenterà nella cuccia di buon grado.

Temperatura ambientale

In inverno e durante le giornate più calde, di solito l’insonnia notturna nei cani tende ad aumentare. Molti animali sono particolarmente sensibili al clima. Se pensate che sia il vostro caso, una buona soluzione è quella di usare il riscaldamento o il climatizzatore.

In inverno, potete usare un plaid o una trapunta, per permetter all’animale domestico di riscaldarsi mentre dorme. Ad esempio, una coperta termica sarà perfetta, con le necessarie precauzioni di cavi e spine. Se invece la nottata si prospetta torrida, meglio accendere l’aria condizionata (senza esagerare) o installare dei ventilatori.

Cucciolo riposa sotto una coperta beige

Rispetto al clima e alle temperature eccessive, sono i cuccioli quelli che soffrono di più. Soprattutto quando fa freddo, per conciliare il sonno sarà sufficiente avvicinare l’animale a una fonte di calore. Può essere il vostro corpo oppure una borsa dell’acqua calda. Avvolgetela con un panno e adagiate il vostro cagnolino su di essa. In pochi minuti si addormenterà, placidamente.

Buone abitudini contro l’insonnia

Se ultimamente avete notato che il vostro cane non dorme e ha difficoltà a riposare, occorrerà realizzare alcuni cambiamenti nelle normali abitudini giornalieri. Vediamo, allora, qualche consiglio utile:

  • Abituate il cane a urinare e defecare prima di andare a dormire.
  • Fategli fare la pappa due ore prima di andare a dormire. In questo modo, l’animale non si sentirà pesante per la digestione. Riuscirà a prendere sonno con maggiore facilità.
  • Non dimenticate l’acqua. Deve bere abbastanza per non svegliarsi per la sete, durante la notte.
  • Create un ambiente tranquillo e silenzioso, favorendo un’atmosfera calma e rilassata. Se al vostro animale dà fastidio il silenzio, potete sempre usare della musica rilassante. Lasciare anche un orologio analogico può essere un’idea: il rumore delle lancette funziona come il pendolo dell’ipnosi.

Il vostro cane soffre di insonnia cronica?

Se, nonostante abbiate cambiato le abitudini e migliorato alcuni comportamenti, l’insonnia non scompare, potrebbe esserci un qualche problema di salute. Alcune malattie, purtroppo, possono portare un animale ad avere grandi difficoltà ad addormentarsi:

  • Dolore: può essere causato dall’artrosi che sta iniziando a svilupparsi o altre patologie interne. I veterinari sono, in questo caso, gli unici che possono individuare e risolvere il problema. L’obiettivo delle cure sarà, ovviamente, quello di alleviare i possibili dolori.
  • Età: come gli esseri umani, anche i cani anziani tendono ad avere un fabbisogno di sonno inferiore. Muovendosi meno, generalmente fanno più sonnellini interrotti durante il giorno che li porta, inevitabilmente, a restare svegli di notte. Anche per parecchie ore.
  • Medicinali: può succedere che, per curare una determinata malattia, il veterinario abbia prescritto dei farmaci che, come controindicazione, presentino proprio l’insonnia. In questo caso potete chiedere di cambiare medicinale oppure sceglierne uno più leggero; valutate anche se passare ad un altro tipo di trattamento.