Cose da sapere per allevare lumache in casa

· 28 ottobre 2018
C'è chi adora le lumache, considerandole animali affascinanti e persino simpatici. Altri non riescono nemmeno a guardarle, per il loro aspetto viscoso.

Sono molte le ragioni che possono spingervi ad allevare lumache in casa. Per esempio, potreste avere una passione per questi gasteropodi e volete studiarli da vicino o tenerli come animali da compagnia.

Allo stesso modo, potreste avere un progetto di business, vendendo la carne di questi molluschi, considerata pregiatissima in molti paesi. Oggi, è possibile produrre salami, caviale e persino liquore di lumaca. Si tratta di un’attività redditizia perché gli chef le considerano una prelibatezza unica.

Vediamo come allevare lumache in casa.

Informazioni per allevare lumache in casa

Le lumache sono sempre state presenti nella vita dell’uomo. Non solo come elemento nutritivo, ma anche come divinità, simboli di movimenti artistici, protagoniste di racconti e fiabe o persino utilizzate in medicina.

Si tratta di un mollusco gasteropode, il che significa che il suo corpo è coperto da un guscio duro che funge da protezione.

Sebbene non abbiano zampe, la parte del corpo che trascinano per muoversi è chiamata “piede”.

Sulla testa risaltano due antenne che, a differenza di quello che molti pensano (ovvero che siano organi visivi), sono invece responsabili del senso del tatto. Sarebbe dunque bene chiamarli “tentacoli“. L’olfatto viene invece controllato da altre due protuberanze, di grandezza sensibilmente minore.

Questi molluschi terrestri si muovono sfruttando la contrazione del loro corpo mentre producono una sostanza chiamata muco, che inumidisce il corpo per consentirne un miglior scivolamento sulle diverse superfici.

C’è chi adora le lumache, considerandole animali affascinanti e persino simpatici. Altri non riescono nemmeno a guardarle, per il loro aspetto viscoso. Se state leggendo questo articolo, siamo sicuri che appartenete al primo gruppo. Quindi, avanti: scopriamo assieme come allevare lumache in casa in modo corretto!

Allevare lumache a casa

Create uno spazio adeguato

La prima cosa da fare per allevare le lumache è allestire un terrario. Dovrà avere una dimensione sufficiente in modo che la quantità di lumache che avrete, possa muoversi senza problemi.

I più raccomandati, per l’allevamento di lumache, sono i terrari in vetro, con una griglia superiore che dovrà rimanere chiusa, per evitare che i molluschi escano.

Lumaca selvatica cammina sul brecciolino

Usate della terra

Ora che avete comprato il terrario (o acquario, l’importante che sia sempre di vetro), dovrete pensare al substrato da aggiungere. La superficie dovrà essere riempita con del terriccio da giardino, in cui le lumache potranno gattonare e defecare senza problemi.

Il segreto è cercare di emulare, per quanto possibile, l’habitat naturale di questi animali. Ricordate che più l’ambiente è piacevole e confortevole, più facile e più spesso avrà luogo la loro riproduzione.

L’importanza delle rocce

All’interno del terrario, dovrete posizionare anche delle rocce. Non servono solo per la necessità che questi animali hanno di salire su alcuni punti.

Le lumache hanno bisogno di calcio e, grazie a questi aggregati minerale, potranno assorbirne in quantità e provvedere, da sole, al buon funzionamento del loro organismo.

Scegliete le lumache giuste

La prima cosa che dovreste sapere è che, se volete avere un allevamento di successo, dovrete scegliere una lumaca adatta allo scopo.

Nel caso della commercializzazione di carne, ebbene non tutte le razze sono commestibili. Esiste però un vantaggio: le lumache sono ermafroditi, quindi non dovrete selezionare maschi e femmine per garantire la riproduzione.

Ecco alcuni tipo di lumache la cui carne può essere commercializzata in Italia:

  • Chiocciola zigrinata (Helix Aspersa Muller).
  • Chiocciola borgognona (Helix Pomatia).
  • Lumaca rigatella (Helix Vermiculata).
  • Bovoletti (Theba Pisana).

Umidità e temperatura per allevare lumache in casa

Le lumache hanno bisogno di alti livelli di acqua presente nell’aria, che permettono loro non solo di vivere, ma garantiscono la formazione di muco.

In effetti, la quantità di umidità, all’interno del terrario, dovrebbe essere del 100%, che si ottiene con l’irrigazione costante del terreno.

Per quanto riguarda la temperatura, questa dovrebbe essere di circa 20 gradi. Per farlo, potreste posizionare il terrario vicino a una finestra, attraverso la quale entrano i raggi del sole o utilizzare un termostato.

Cosa mangiano le lumache?

Lumaca vista da vicino mentre mangia erba

Le lumache sono animali erbivori e si nutrono di qualsiasi tipo di pianta, specialmente quelle aromatiche come: timo, basilico o rosmarino. Non dovrete far altro che appoggiare questi vegetali direttamente sul suolo del terrario, sopra il terriccio.

Naturalmente, dovrete rimuovere le foglie marce perché potrebbero produrre un odore sgradevole e rimanere per molto tempo lì, dato che questi molluschi mangiano solo piante fresche.

Insomma, come avete visto, allevare lumache in casa è meno complicato del previsto. Se avete tempo, passione e sufficiente spazio, potrete iniziare questa originale attività che molti affermano essere assai lucrativa.