Cos’è il canicross?

19 Aprile 2019
Tra tutti gli sport da fare con il vostro cane, sicuramente il canicross è uno dei più divertenti. In questo articolo vi spiegheremo tutto su questa disciplina.

Se non avete mai sentito parlare del canicross, allora non potete perdervi questo articolo. In primo luogo perché vi spiegheremo tutto ciò che bisogna sapere su questo appassionante sport cinofilo. Inoltre, scoprirete un ottimo sistema per divertirvi e tenervi in forma assieme al vostro amico a quattro zampe.

Si tratta di una disciplina che ha sempre più seguaci in tutto il mondo. Il canicross consiste nel correre con il vostro cane legato alla vita, partecipando a una vera e propria competizione.

Siamo certi che, una volta finito di leggere questo articolo, anche voi diventerete dei patiti di questo sport.

Tutto quello che dovete sapere sul canicross

Il canicross è uno sport sempre più consolidato in Europa. Anche se può sembrare una disciplina moderna, in realtà conta con una lunga tradizione nel Vecchio Continente. E ha persino una federazione ufficiale, con propri campioni di fama internazionale!

Fondamentalmente si tratta di correre con il proprio cane, che indossa un imbracatura e collegato, con un guinzaglio speciale, alla vita del runner. Abitualmente le competizioni si svolgono in spazi naturali, su terra, anche se esistono delle varianti che prevedono percorsi anche sulla neve e l’uso di racchette.

La squadra formata da cane e uomo permetterà di posizionarsi in classifica e competere per la vittoria. Ma lasciando stare i risultati agonistici, si tratta di un’ottima occasione per fare attività fisica assieme e fortificare il vostro legame. Senza scordare l’opportunità di muoversi all’aria aperta, in contesti naturalistici di assoluta bellezza.

Per praticare il canicross, bastano poche cose: una speciale imbracatura da tiro (non quella per camminare), una cintura larga per proteggere la schiena dai tiri dell’animale e un guinzaglio speciale dotato di ammortizzatore. Beh, ovviamente, vi servirà anche un cane. Se non ne avete uno, forse è arrivato il momento di adottarlo!

Praticare canicross

Una delle domande più comuni, riguardo a questa disciplina, è quale sia il cane più adatto. Rispetto all’età, possiamo sicuramente affermare che un esemplare di un anno, che gode di buona salute, può tranquillamente allenarsi e gareggiare.

Rispetto alla tipologia di animale, sicuramente il canicross è maggiormente adatto a esemplari di dimensioni medio-grandi, compresi tra 20 e 35 chili.

Le razze più adatte al canicross sono quelle che uniscono forza e robustezza. Ad esempio il Bracco, l’Husky siberiano (o altri tipi di cani nordici), il Pastore Tedesco, il Border Collie, il Labrador Retriever o il Pastore belga, tanto per fare qualche nome. Ma vanno bene anche i meticci: spesso sono dotati di una resistenza persino maggiore.

Il canicross è sconsigliato ai cani molossoidi e a quelli brachicefali, per ovvie ragioni legate al loro particolare tipo di respirazione. Alcuni esempi: Carlino, Bulldog, Boxer, San Bernardo, Mastino Napoletano o Bovaro del Bernese. Le loro particolari condizioni fisiche non sono adatte a questo tipo di disciplina prettamente aerobica e in cui la corsa è preponderante.

Come allenarsi per il canicross?

Al di là della razza del cane, per avere successo nel canicross, ci vuole molto allenamento e costanza. Una coppia affiatata cane-padrone riuscirà a ottenere buoni risultati solamente grazie a un ottimo lavoro di squadra e se ogni gara verrà preparata come si deve.

In questa disciplina, bisogna considerare che la totale implicazione del cane può portarlo oltre le proprie possibilità fisiche. Pertanto occorre essere consapevoli dei limiti e delle risorse che il vostro animale può mettere in pista, evitando sforzi eccessivi che potrebbero provocare infortuni o conseguenze anche più gravi.

Gara di canicross

Prima di iniziare a praticare il canicross dovrete farvi fare un certificato medico per l’attività sportiva e far valutare l’animale dal vostro veterinario. In questo modo, potrete verificare le vostre condizioni fisiche reali ed escludere eventuali problemi di natura cardiaca o respiratoria.

Una volta avuto il “nulla osta” da parte dei medici, è molto importante che iniziate l’allenamento in modo graduale, soprattutto se il cane non ha mai fatto il canicross prima.

Non potete aspettarvi che percorra 20 chilometri di fila subito, dal primo giorno. Il percorso di preparazione dovrà essere adeguato e graduale.

Allenatevi durante le ore più fresche della giornata, meglio se al mattino o di sera, cioè quando la temperatura è inferiore ai 20 gradi.

L’idratazione di entrambi è fondamentale e dovrà essere rinforzata prima, durante e dopo l’allenamento e le gare.

Come si svolgono le corse?

Queste competizioni vengono disputate in aree naturali, su terra: possono richiedere vari distanze, dai 5 ai 10 chilometri. A seconda del tipo di pista, potrebbero esserci dislivelli più o meno impegnativi.

Prima di iniziare, il cane dovrà passare un controllo veterinario che lo autorizzerà a correre. La corsa può svolgersi in batteria o come gara individuale a cronometro. Ci sono state prove di canicross con ben 50 coppie partecipanti!

In ogni caso, è fondamentale che animale e proprietario rispettino le regole. Per esempio:

  • Il cane non può correre dietro al runner;
  • Il corridore non può trascinare l’animale usando il guinzaglio;
  • Ogni maltrattamento verso il cane, fisico o verbale, comporta l’espulsione.