Le cose che ogni cane deve fare: non umanizziamoli!

· 16 giugno 2017

A volte l’amore che proviamo per i nostri animali può arrivare così lontano da dimenticarci quello che sono: animali. Sì, anche se li amiamo profondamente, anche se li trattiamo come fossero i nostri figli, continuano ad essere animali e, dunque, un cane deve fare cose tipiche della sua specie. 

È giusto trattarli bene e prendersene cura come ulteriori membri della famiglia. Tuttavia, questo non può impedire all’animale di continuare a fare cose che ogni cane deve fare o che continui ad essere un cane, logicamente. Tutto è perfetto quando l’equilibrio regna nell’ambiente.

Vediamo, allora, cosa deve fare ogni cane e come non vietarglielo per evitare di umanizzarlo.

Quello che ogni cane deve fare proprio perché è un cane

Anche se proviamo a tutti i costi ad umanizzare il nostro animale o ad impedirgli che faccia certe cose, ce ne sono molte altre che non potremo evitare. Sono parte di lui, per un semplice motivo: è un cane.

Leccare

Sì, è una cosa innata nei cani. È un modo di esprimersi, parte del loro linguaggio corporeo e, dunque, anche se insistiamo affinché non lo facciano, non smetteranno di certo. Sarebbe come privarli di una parte della loro personalità.

La lingua è una delle parti più sensibili del cane, dunque usarla gli fa avere una connessione speciale con la persona che lecca. Non impedite, dunque, al vostro cane di leccare.

La lingua, inoltre, è unita all’igiene, dato che il cane la usa per pulirsi.

Ansimare

Anche se nella maggior parte dei casi questo modo di respirare tipico del cane è unito a bava che può essere estremamente fastidiosa, sono entrambi elementi essenziali per l’animale, dato che è un suo modo di regolare la temperatura corporea.

Tramite l’inspirazione e l’espirazione, questo processo viene realizzato molto più velocemente.

Scuotersi

I cani non si scuotono per abitudine o mania. Di solito lo fanno dopo un’attività che ha richiesto un certo sforzo (come defecare) o prima di iniziarne un’altra. Questo li aiuta a mettere tutto a posto e fare in modo che il loro flusso sanguigno torni alla normalità.

Ululare

È vero che gli ululati possono essere fastidiosi sia per noi sia per i nostri vicini. Ad ogni modo, bisogna ricordare che i cani non sono dotati del dono della parola e che gli ululati sono un loro modo di esprimersi.

Come vi abbiamo detto altre volte, i cani discendono dai lupi e gli ululati servono per radunare il branco. Anche se gli animali domestici non hanno bisogno di radunare un branco, gli ululati possono essere un segnale di solitudine, dunque diventano un mezzo per esprimere i propri sentimenti.

Girare in tondo prima di addormentarsi

I loro antenati lupi giravano in tondo prima di dormire perché, in questo modo, schiacciavano il fogliame e stavano più comodi, dato che così si ammorbidiva. Per loro, rigirarsi nella cuccia è un modo di ammorbidire il giaciglio in cui dormono ed essere più a loro agio.

Inseguirsi la coda

Anche se può sembrare un gioco, in realtà è una forma di protesta. I cani sono animali socievoli, dunque se si sentono soli o annoiati, si frustrano e cercano un diversivo. Inseguire la propria coda è uno di essi.

Per i cani separati dalla cucciolata o che passano molto tempo soli, la coda diventa il proprio miglior amico, il loro giocattolo preferito.

Abbaiare, rotolarsi nella sabbia (anche se li abbiamo appena lavati), strisciare con il didietro sul pavimento e una miriade di altri atteggiamenti identificano i cani e per quanto ci impegniamo ad umanizzarli, non smetteranno mai di esserlo. Lasciate che il vostro cane abbai, si sporchi, giochi con altri cani e faccia tutte le cose tipiche di un animale e che ne determinano la personalità.

E, nonostante ciò, amatelo come una persona, come un altro membro della famiglia.