Dermatite nei cani: come trattarla

· 26 novembre 2018
Questa malattia è caratterizzata da irritazioni e arrossamento della pelle, nei casi più lievi. Se non viene trattata, può portare alla caduta del pelo o a infezioni.

La dermatite nei cani, caratterizzata nella maggior parte dei casi dall’arrossamento e l’irritazione della pelle, può provocare la perdita del pelo e altre infezioni se non trattata adeguatamente.

Anche se è più frequente negli animali randagi, la dermatite nei cani può apparire a causa di svariati fattori, anche per i cani domestici.

Scopriamo di più sul problema della dermatite nei cani e su come trattarla.

Cos’è la dermatite dei cani?

Si tratta di una patologia frequente che colpisce indistintamente qualsiasi razza canina, anche se ce ne sono alcune più propense a soffrirne – come il Bulldog francese, il Boxer, il Golden Retriever, il Pastore Tedesco e il Labrador.

I cani dal pelo lungo o che vivono in climi caldi e umidi, corrono rischi maggiori di soffrire di dermatite.

Questa malattia è caratterizzata da irritazioni e arrossamento della pelle, nei casi più lievi. Se non viene trattata, può portare alla caduta del pelo o a infezioni.

La dermatite nei cani può essere causata da svariati fattori, e i sintomi sono piuttosto visibili.

L’animale non smette di grattarsi, leccarsi o mordersi, la pelle si inspessisce e diventa rossa, emanando anche cattivo odore, il pelo cade, appare una sorta di “forfora” e appaiono eruzioni o pelle a squame.

Possono anche apparire piaghe, eczemi e infezioni all’orecchio.

Cane con dermatite

Tipi di dermatite nei cani

Per poter offrire all’animale un trattamento adeguato, è fondamentale determinare quale tipo di dermatite lo ha colpito:

1. Dermatite atopica o allergica

Trattasi di una delle più comuni, che si produce quando l’animale ha una propensione genetica a sviluppare allergie. Gli acari, il polline dei fiori o le punture degli insetti possono far scaturire una dermatite di questo tipo.

Le zone più colpite sono le zampe, il muso, la pancia, l’inguine e le ascelle. Forte prurito, pelle arrossata, protuberanze, secchezza e oscuramento della zona sono i principali sintomi di questo problema. Per lenire il bruciore, il veterinario potrà somministrare medicinali sotto forma di crema o gel con proprietà antibatteriche o idratanti.

2. Funghi della pelle

Alcune razze di animali con la pelle a “pieghe” o rugosa, come lo Shar Pei, il Bulldog o il Mastino Napoletano, accumulano grasso e umidità in queste zone, molto difficili da pulire. Ciò favorisce la comparsa di funghi, che possono sfociare in dermatite.

I principali sintomi in questi casi sono la caduta e cambiamento del colore del pelo, pelle secca, comparsa di masse purulenti e cattivo odore.

Il trattamento migliore in questo caso è applicare una crema ad uso esterno per eliminare i funghi. Bisognerà portare a termine la medicazione per evitare che riappaiano questi microorganismi e, naturalmente, prevenirli con un’igiene esaustiva della zona.

Cane sdraiato sul terreno

3. Dermatite da contatto

Questo è un altro tipo di dermatite nei cani che può colpire qualsiasi razza. Si presenta quando l’animale entra in contatto con una qualche sostanza dannosa per la sua salute, come disinfettanti per pavimento, vernice, cloro della piscina, detersivi ecc.

La pelle si infiamma, si indurisce e arrossisce, appaiono croste e l’animale si gratta fino a provocarsi ferite. Non esiste un trattamento specifico per questo tipo di dermatite, se non eliminare la sostanza con cui è entrato in contatto l’animale, per non peggiorare la situazione.

4. Dermatite seborroica

Ecco un tipo di dermatite piuttosto comune nei cani, che può apparire quando il cane fa troppi bagni, fattore che causa un indebolimento dello strato di grasso naturale della pelle.

Può anche essere dovuta ad un’allergia o a qualche componente alimentare o presente nell’ambiente.

La dermatite seborroica porta la pelle a diventare sempre più grassa e ad emanare un intenso odore.

Possono presentarsi anche “squame” di pelle come simili alla forfora, oltre a zone arrossate a causa dell’intenso grattarsi.

Il trattamento in questi casi prevede bagni con prodotti speciali, che permettono al derma di recuperare il suo stato naturale. Si raccomanda anche di prestare attenzione al tipo di mangime somministrato, già che alcuni coloranti e certi ingredienti possono peggiorare il quadro.

La dermatite nei cani deve essere trattata con medicinali ad uso esterno, orali o iniezioni, a seconda della gravità e del tipo di malattia. I veterinari potranno combinare anche più di un rimedio, se lo riterranno necessario.