Dieta cruda per cani

· 28 Novembre 2015

La dieta cruda per cani genera a volte molte polemiche, ma sapete veramente in cosa consiste questo tipo di alimentazione?

Vediamo di cosa si tratta. La dieta cruda fa leva su un tipo di alimentazione basata sull’assunzione di carne cruda, ossi, frutta e verdura. I levrieri di razza e i cani da slitta, ad esempio, si alimentano in questo modo.

La dieta cruda spesso viene anche chiamata BARF (acronimo di Biologically Appropriate Raw Food) che in italiano significa nutrirsi con ossi e alimenti crudi o biologicamente adeguati.

Qui di seguito vi spieghiamo più dettagliatamente  raccontiamo qualche dettaglio in più su questa dieta.

In cosa consiste la dieta cruda per cani

cane-con-mela

I sostenitori della dieta cruda assicurano che i cani adulti si mantengono sani e in forma se seguono una dieta evolutiva simile a quella dei loro antenati, quando ancora non erano stati addomesticati, e cioè mangiando ossi crudi e resti vegetali.

Per coloro che promuovono la dieta cruda, i cibi raffinati per animali sono dannosi per la salute dei cani.

Chi si schiera a favore di questo tipo di alimentazione sostiene che essa è, per la maggior parte degli animali, molto più salutare che gli alimenti raffinati.

Tuttavia, i veterinari più conservatori non sono d’accordo con la dieta cruda, affermando che essa può mettere a rischio la salute del cane.

Benefici della dieta cruda per cani

  • Pelo più brillante
  • Pelle più sana
  • Denti più puliti
  • Maggior livello di energia
  • Feci più piccole

I potenziali rischi, invece, sono i seguenti:

  • I batteri della carne possono costituire un rischio tanto per il cane come per l’uomo.
  • Una dieta non equilibrata, se seguita per un periodo prolungato, può causare dei danni alla salute del cane.
  • Mentre morde un osso, il cane si potrebbe strozzare, rompersi un dente o ferirsi con una scheggia.

Come preparare una dieta cruda

Una dieta basata su cibi crudi per cani prevede l’assunzione dei seguenti alimenti:

  • carne, soprattutto il midollo;
  • interiora, come fegato e reni;
  • uova crude;
  • verdure come broccoli, spinaci e sedano;
  • mele o altra frutta;
  • alcuni latticini, come lo yogurt.

Un ipotetico piano nutrizionale basato su questi alimenti potrebbe essere il seguente:

  • al mattino uno yogurt;
  • alla sera carne macinata di maiale, tacchino o manzo con un po’ di riso.

Il costo economico di questa dieta cruda varia in funzione degli ingredienti acquistati e dal modo in cui vengono preparati.

Se state alimentando il vostro cane con della selvaggina fresca, fate attenzione ai pallettoni di piombo!

Vi consigliamo di congelare la carne almeno per ventiquattro ore, prima di darla al vostro amico peloso: in questo modo eliminerete i parassiti. Se invece conoscete la provenienza della carne, potete evitare questo passaggio.

La voce di chi è contrario

cane-mangia-piano

Alcuni specialisti in nutrizione hanno portato avanti degli studi sulle diverse diete per cani e avvertono che molti proprietari di cani hanno optato per una dieta cruda basandosi esclusivamente su informazioni non verificate e grazie alla cattiva pubblicità che si sta facendo contro il cibo per animali raffinato.

Per i proprietari che vogliono evitare il cibo per cani già pronti, i veterinari consigliano una dieta casereccia ideata da un nutrizionista.

Gli studi condotti da questo gruppo di specialisti ha preso in esame cinque diete crude, tre caserecce e due basate su prodotti commerciali.

Secondo i dati emersi, tutte le diete presentano dei deficit o degli eccessi nutrizionali che, a lungo andare, possono causare dei gravi problemi di salute al cane.

Ad esempio, una dieta cruda casereccia potrebbe non apportare calcio e fosforo in maniera sufficiente e favorire così fratture ossee o problemi ai denti. A seconda della qualità della dieta, il calcio e il fosforo potrebbero essere difficili da digerire in modo adeguato, anche se magari sono presente nella giusta quantità.

Gli studi condotti sulla dieta cruda hanno anche evidenziato la presenza di contaminazione batterica.

Inoltre sono stati presi in esame anche quattro campiono di cibo in scatola e crocchette: in tutti questi alimenti precucinati e raffinati è stata riscontrata la presenza del batterio E. coli.

Raccomandazioni

Se il vostro cane ha la pancreatite o presenta altri problemi digestivi, vi consigliamo di iniziare con una dieta casereccia con alimenti cucinati. I cani che hanno il cancro, che stanno seguendo un trattamento con chemioterapia o quegli animali che presentano patologie che attaccano il sistema immunitario non devono assumere alimenti crudi.

Anche i cuccioli dovrebbero evitare di seguire una dieta cruda.

È sempre importante ricordare che se un cane non riceve la quantità sufficiente di calcio e fosforo, può soffrire di deformazioni alle ossa e problemi di crescita.

L’immagine è stata gentilmente ceduta da Demo