Qual è a differenza tra canile e rifugio per cani?

18 Febbraio 2017

Si usano molti termini per indicare centri di accoglienza per animali. Eppure esistono una serie di caratteristiche e specificità che li distinguono. Per fare chiarezza, in questo articolo vi mostreremo quali sono le principali differenze tra un canile e un rifugio per cani.

Un modo per far capire, alla maggior parte delle persone, che il modo di trattare gli animali non è sempre uguale. Nel momento in cui desideriate adottare un cane o un gatto, è giusto conoscere queste differenze per poter rivolgersi a un centro o ad un altro.

Cosa sono e a cosa servono i canili?

Qual è a differenza tra canile e rifugio per cani?
Foto: www.eltelegrafo.com.ec

I canili sono dei luoghi di accoglienza istituzionali. Vengono creati e gestiti da comuni o provincie, con lo scopo di ospitare gli animali randagi o i trovatelli raccolti per le strade delle città. In Italia, la legge 281/91 stabilì il risanamento dei canili in modo da garantire tutela ai diritti degli animali. Inoltre vennero stabilite norme per la creazione di centri attrezzati in cui mantenere per circa un mese cani e gatti senza padroni.

Non parliamo di associazioni di volontariato o ONG. Il comune o la provincia pagano questi centri per occuparsi di gestire le emergenze relative all’abbandono e recupero dei cani.

Come funzionano i canili

Appena un cane arriva al canile, per prima cosa si verifica la presenza del microchip obbligatorio. In caso positivo, si procede a rintracciare il legittimo proprietario. Al contrario, se il chip è stato smarrito o tolto, l’animale viene catalogato come abbandonato. Per fortuna, il nostro paese è davvero un passo avanti rispetto a molti altri dell’Unione Europea.

Mentre in Inghilterra, Francia e Spagna, cani e gatti vengono sacrificati dopo un certo numero di giorni, le leggi italiane garantiscono la tutela della vita animale. La Legge n. 281 del 14 agosto 1991, punto 2, numero 2 prevede infatti che:

I cani vaganti ritrovati, catturati o comunque ricoverati presso le strutture di cui al comma 1 dell’articolo 4, non possono essere soppressi.

Rifugi per animali: cosa sono e a cosa servono

La prima differenza tra canile e rifugio, è che quest’ultimo è gestito da volontari. Senza guadagnarci nulla, investendo tempo, amore e denaro proprio, queste splendide persone investono sulla salute e sulla sicurezza degli animali.

Qui la vita di cani e gatti viene protetta al massimo e il sacrificio non avviene mai, se non dinanzi a malattie gravi o particolarmente dolorose. I rifugi vengono gestiti da Associazioni No-Profit che si dedicano a raccogliere animali smarriti o abbandonati ma anche quelli che, per una serie di ragioni, non possono più essere tenuti dai precedenti padroni.

Ma le loro attività sono più diversificate, rispetto ai canili. Accanto alle normali attività di recupero, cura e tutela degli animali, i rifugi lavorano in sinergia, per gestire e fomentare le adozioni e portando spesso avanti campagne di promozione e sensibilizzazione in tutta Italia.

A parte fornire acqua, cibo, medicine e cure veterinarie. Grazie alle donazioni, le associazioni gestiscono i rifugi offrendo una vita assai migliore agli animali rispetto ai canili comunali.

Cosa sono le case di accoglienza per animali?

Qual è a differenza tra canile e rifugio per cani?

Di solito, i rifugi accolgono animali vittime di violenza o abbandonati e collaborano con le associazioni di protezione. Può capitare, però, che lo spazio necessario ad ospitare i trovatelli risulti insufficiente.

In questo caso si ricorre alle case di altri volontari. Di solito appartamenti molto ampi, con giardini o comunque vicini a zone verdi. Normalmente, se volete adottare un cane, vi rivolgete ad un rifugio. I primi animali ad essere offerti per l’adozione sono quelli ospitati nelle case di accoglienza.

Chiunque può convertirsi in un volontario mettendo a disposizione la propria casa. Non si tratta di un impegno a tempo indeterminato. Dovrete solo ospitare un gatto o un cane finché non viene adottato. Magari poi vi affezionate e non vorrete separarvi dal vostro nuovo amico, sarebbe davvero un bel gesto.

Da un punto di vista legale, i rifugi devono essere registrati ufficialmente. Al contrario delle case che possono essere attivate liberamente.

Insomma, la differenza tra un canile e un rifugio è evidente. I canili sono un vero business e sfruttano denaro pubblico. Rifugi e case di accoglienza sono mosse solo dal sincero amore per gli animali.