Una donna si prende cura di 30 cani randagi e anziani

1 Settembre 2017

Non c’è niente di più triste del vedere dei cani malati lasciati alla loro sorte. Tuttavia, le storie come questa che vi racconteremo oggi, rallegrano i nostro cuori. Ecco la donna che si prende cura di 30 cani randagi ed anziani.

30 cani potrebbero non sembrarvi tanti. Ma riuscite ad immaginarli tutti e 30 dentro casa vostra? Difficilmente, poiché nessuno ha i mezzi e i tempi per accoglierli nelle proprie abitazioni.

Eppure, Sher Polvinale è riuscita a farlo. Volete saper come?

La donna che si prende cura di 30 cani

Questa signora, come molte persone amanti degli animali, soffriva ogni volta che vedeva un cane abbandonato, ancor di più se era avanti con gli anni.

Al pensiero che esistano migliaia di cani anziani e randagi che trascorrono gli ultimi anni della loro vita soli, le si stringeva il cuore. Ha pensato che tutti meritassero una vecchiaia degna, sia gli animali che le persone. 

Ed è così che Sharon Polvinale ha deciso di fondare LHouse with a heart senior pet Sanctuary. Questo rifugio per cani anziani si impegna a cambiare loro la vita, o la fine di questa.

La maggior parte di questi animali sono stati abbandonati o maltrattatio gli sono morti i padroni. Accolgono anche quelli di persone che non possono più prendersene cura. Quando invecchiano, hanno bisogno di cure speciali che Sher sa come fornire loro.

E’ difficile che le persone accettino di adottare dei cani anziani. Ma a Sher non importa, poiché è felice di sapere che questi animali hanno tutto il necessario grazie a lei e al suo gruppo di volontari.

In che modo si prende cura di loro?

Alcuni riescono ancora a correre, altri camminano a malapena, oppure non sono più in grado di mangiare da soli.

Come è prevedibile, per stare dietro a tutti questi animali, ognuno con le proprie necessita, è necessario essere ben organizzati.

Per questo, nel rifugio si tiene un registro e un calendario per ogni animale, nei quali vengono scritte le cure mediche di cui hanno bisogno, il tipo di cibo che mangiano e qualsiasi visita periodica dal veterinario.

Tutti gli animali si sentono a casa e vogliono molto bene a Sher e ai volontari che lavorano lì. Sanno di avere una famiglia che li amerà per il resto della loro vita. Quando arriverà il momento, potranno andarsene soddisfatti e felici.

In che modo va avanti il centro?

Come comprenderete, tutti questi servizi hanno dei costi. Sher si è battuta affinché fosse un rifugio senza scopo di lucro, e non ha mai chiesto niente a nessuno. Però ci sono stati degli interventi o dei trattamenti che sono costati più di 8.000 dollari. Questo denaro è uscito dalle tasche di Sher o da quelle dei volontari.

Per questo, le persone che abitano nei dintorni del centro hanno iniziato ad aiutarli con delle donazioni volontarie. Queste vengono usate esclusivamente per continuare a prendersi cura di questi animali. E se qualche mese il denaro avanza, viene conservato per il mese successivo.

Anche voi potete contribuire alla causa facendo delle donazioni attraverso la pagina Facebook del rifugio. Senza dubbio, sarebbe un gesto altruista che migliorerebbe la vita di molti animali che sembrino non avere più speranze.

Vorremmo che i centri come questi non smettessero mai di esistere, per fare in modo che tutti gli animali abbiano una bella vitaSiamo lieti che ci sia una donna con questo spirito che si occupa di 30 cani randagi. Complimenti Sher!

 Fonte delle immagini: lanubedealgodon.com