Epipedobates tricolor: cura e allevamento in cattività

01 gennaio, 2021
Epipedobates tricolor è una rana tropicale molto popolare tra gli appassionati di anfibi per i suoi colori vivaci e le sue piccole dimensioni.

La rana Epipedobates tricolor è una specie endemica della zona centrale dell’Ecuador. Questo anfibio si distingue per le sue piccole dimensioni e i colori brillanti.

Attualmente, le popolazioni selvatiche di questa specie sono catalogate come vulnerabili dall’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN). Tra le varie cause c’è la contaminazione agrochimica dei canali d’acqua e la perdita di habitat a motivo della deforestazione per le pratiche agricole e zootecniche.

Nonostante ciò, c’è un grande interesse per l’allevamento in cattività di questa specie. Infatti, la si può trovare come animale domestico in molti negozi specializzati in animali esotici. Se anche voi avete pensato di allevare queste affascinanti rane, questa guida fa al caso vostro.

La Rana Epipedobates tricolor

Come abbiamo già menzionato, si tratta di una piccola rana, lunga in media circa 20 millimetri. È distintivo il suo colore rosso scuro con strisce gialle sotto forma di linee continue o frammentate. Queste linee partono dalla punta del muso o dalla parte posteriore dell’occhio fino all’inguine. Il ventre può avere macchie gialle o essere interamente di questo caratteristico colore rossastro.

La rana Epipedobates tricolor vive nelle foreste ecuadoriane vicino ai ruscelli. Quindi, ha bisogno di molta umidità nel suo ambiente. Un fatto curioso è che la colorazione aposematica di questo genere di animali serve come segnale di avvertimento ai predatori, poiché non ha altri meccanismi di difesa se non il suo aspetto.

Un’altra specie con cui questa rana può essere confusa è la Epipedobates anthonyi. Quest’ultima si distingue per essere più grande e avere linee color crema, invece che giallo brillante come nella Epipedobates tricolor.

Come prendersi cura di Epipedobates tricolor

La cura di questo tipo di rane è applicabile anche per altre specie di anfibi simili, cioè altre rane della famiglia Dendrobatidae. Il terrario deve essere grande e resistente ed imitare il più possibile le condizioni dell’habitat naturale della specie.

Terrario tropicale per Epipedobates tricolor.

Come dovrebbe essere il terrario?

Come regola generale, più grande è il terrario delle vostre rane e meglio è. Ad esempio, i modelli più comuni per gli anfibi sono realizzati in vetro, PVC, o altri materiali sintetici, non porosi e facili da pulire. Tutti dovrebbero avere una copertura ben aderente ma traspirante, come la trama delle zanzariere.

Per una coppia di rane, sono adatti i terrari per le piccole specie, da 60 litri. Se invece avete intenzione di allevare più esemplari, dovrete tenere in considerazione un terrario di dimensioni maggiori..

Sono disponibili diversi tipi di substrati consigliati per gli anfibi ed è possibile utilizzarne alcuni o mescolarli. Tutti i materiali indicati di seguito sono eccellenti per trattenere l’umidità:

  • Fibra di cocco.
  • Torba.
  • Muschio di sfagno.
  • Substrato per orchidee.
  • Terriccio per vasi, sempre senza prodotti chimici o pesticidi.
  • Rocce, ghiaia e sabbia.

Inoltre, nel terrario si dovrebbero includere anche dei rifugi o ripari per le rane. Per esempio, rami di legno, piccoli vasi, foglie varie, piccoli tronchi e alcune rocce. Infine, è necessario collocare nel terrario anche alcune piante come felci, edere, muschi o bromeliacee. Infatti, le piante aiutano a trattenere l’umidità e agiscono come naturale arricchimento ambientale.

Condizioni ambientali per Epipedobates tricolor

Gli anfibi assorbono quasi tutta l’acqua di cui hanno bisogno attraverso la loro pelle permeabile. Lo stesso vale per parte dell’ossigeno, in quanto hanno anche la respirazione cutanea. Per questo motivo, è molto importante mantenere un’umidità ottimale in ogni contenitore che ospita anfibi.

Con un igrometro si può determinare l’umidità all’interno del terrario dei vostri Epipedobates tricolor. Di solito, deve essere mantenuta un’umidità elevata, dall’85 al 95%. Questo è un valore simile a quello che si trova nelle foreste equatoriali dove questa specie è endemica.

Per ottenere questa umidità l’ideale è acquistare un umidificatore o un nebulizzatore automatico che polverizzi l’acqua ogni 6-8 ore, anche se è possibile farlo manualmente. Inoltre, il substrato del terrario deve essere sempre umido, ma non inzuppato.

Oltre a ciò, è importante che la temperatura sia simile alle condizioni del loro ecosistema naturale. Infatti, il terrario dovrebbe raggiungere i 25 – 28 ºC durante il giorno e i 20 – 24 ºC di notte. Ricordate inoltre, che i cicli di luce e temperatura sono molto importanti per mantenere la salute degli animali.

Le lampade UVB e a infrarossi sono buone opzioni per riprodurre questi cicli. Tuttavia, non sono considerate del tutto indispensabili per l’allevamento degli anfibi. Avrete anche bisogno di un termometro, meglio se digitale, per conoscere la temperatura del vostro terrario.

Alimentazione

Come il resto degli anfibi di questa famiglia, queste piccole rane sono insettivore. Quindi, la loro dieta è composta da formiche e piccoli insetti. Tra i vari ci sono mosche, termiti, coleotteri, piccoli grilli, moscerini della frutta, curculionidi, collemboli e altri invertebrati viventi molto piccoli.

In ogni caso, nei negozi specializzati per animali domestici è possibile ottenere alimenti specifici. Questi mangimi sono integrati con vitamine, come calcio, magnesio e vitamina D, molto importanti per il mantenimento di questi anfibi. Questi composti sono venduti in polvere e vengono aggiunti al cibo una volta alla settimana.

Riproduzione di Epipedobates tricolor

In queste rane non è facile differenziare il sesso. Tuttavia, comunemente la femmina è più grande del maschio e per di più emette alcuni particolari suoni, ma per il resto sono molto simili. Inoltre, i cicli di riproduzione degli anfibi sono generalmente strettamente legati al loro ambiente fisico e biologico.

Pertanto, per allevare con successo questi animali, si dovrà essere in grado di gestire le condizioni ambientali giuste nel terrario. Ad esempio, la temperatura, umidità e fotoperiodismo, secondo il ciclo annuale che coincide con il periodo di riproduzione della specie.

Questi anfibi, di solito depongono le uova sulle foglie poste sul substrato del terrario o sulle foglie più grandi delle piante. Quindi, se volete favorire la riproduzione, assicuratevi di avere sufficiente vegetazione.

In questa specie, sono i maschi che si prendono cura delle uova e trasportano i piccoli in luoghi con acqua corrente e stagnante dove completano il loro sviluppo.

Epipedobates tricolor su un ramo.

Come vi abbiamo illustrato, queste sono le cure generali della specie Epipedobates tricolor, ma potete applicarla anche ad altri anfibi simili della famiglia dei Dendrobatidae. Ricordate sempre l’importanza di mantenere il terrario alle giuste condizioni di temperatura e umidità per mantenere le vostre rane in salute!

  • IUCN SSC Amphibian Specialist Group. 2019. Epipedobates tricolorThe IUCN Red List of Threatened Species 2019: e.T55239A98647137.
  • Coloma, L. A., Frenkel, C. y Ortiz, D. A. 2019. Epipedobates tricolor En: Ron, S. R., Merino-Viteri, A. Ortiz, D. A. (Eds). Anfibios del Ecuador.
  • dntaecosistemas
  • Guía para el Manejo de Anfibios en Cautiverio. Amphibian Ark. Association of zoos & Aquarium.