Come evitare il mal d’auto del cane

In molte occasioni viaggiamo in auto con il nostro cane, sia perché traslochiamo, o per una vacanza in famiglia, oppure perché lo facciamo quotidianamente, ecc. Sebbene ci siano cani che tollerano bene questi spostamenti, alcuni esemplari si agitano, cominciano a sentirsi male, avvertono nausea e vomitano.

Come evitare che il cane soffra di mal d’auto?

La cosa che funziona meglio di tutte per prevenire il mal d’auto è abituare il nostro cane a viaggiare in automobile sin da quando è cucciolo. In tal modo, anche se all’inizio probabilmente avvertirà mal d’auto, si abituerà e da adulto si troverà a suo agio nel veicolo.

Tuttavia, potremmo avere adottato un cane adulto. In questo caso, ci sono alcuni consigli che renderanno possibile ridurre un po’ il mal d’auto e i disagi.

La temperatura dell’auto

La prima cosa da tenere in considerazione è che la temperatura è molto importante per il nostro cane. L’auto dev’essere fresca. Se iniziamo il viaggio con il veicolo molto caldo, è possibile che il nostro amico peloso si senta male in pochissimo tempo.

Come riferimento, la temperatura all’interno dell’automobile dovrebbe essere di circa 20º centigradi. Un altro trucco intelligente per far sentire più a suo agio il nostro cane è che sia accompagnato dalla sua copertina o dal suo giocattolo preferito. In tal modo potrà associare il fatto di viaggiare in automobile a qualcosa di divertente.

La durata del viaggio

Per abituare il nostro cane a sentirsi a suo agio all’interno del veicolo, è meglio iniziare con percorsi molto brevi, di soli pochi chilometri. L’ideale è fare un giro in auto con il nostro animale ogni giorno. In questo modo si abituerà progressivamente.

Dopo una prima tappa di viaggi di durata breve (tra 10 e 15 minuti), passeremo al livello successivo. Possiamo compiere un viaggio un po’ più lungo in auto con il nostro amico, per esempio in zone verdi fuori dalla città. Oltre ad abituare il nostro cane a viaggiare, potremo godere del fatto di fare esercizio insieme, giocare e interagire, respirare aria pulita, ecc.

È importante non effettuare un viaggio lungo in auto con il cane prima di essere assolutamente certi che l’animale non si sentirà male.

Alimentazione per il viaggio

Anche se riteniamo che il cane possa essere già abituato a viaggiare in automobile, è sempre meglio prevenire. L’ideale è che l’animale non mangi nelle quattro ore precedenti al viaggio. Così il suo stomaco sarà un po’ più vuoto e il rischio di vomitare sarà minore.

Le soste

Oltre ad essere obbligatorie e molto consigliate per il conducente del veicolo, le soste sono importanti anche per il nostro animale, quando viaggia.

Prima di far salire l’animale in auto, fategli fare una bella passeggiata e tutti i suoi bisogni. In tal modo, se sarà un po’ stanco, sarà meno inquieto e salirà in auto molto più tranquillamente.

Quando il viaggio è destinato a durare oltre due ore, è essenziale effettuare delle soste affinché tutti gli occupanti, compreso il cane, si sgranchiscano le articolazioni.

Quando si arriverà a destinazione, si dovrà scendere dall’auto quanto prima. È molto importante premiare il cane per il suo buon comportamento, sia attraverso biscotti, coccole e carezze, ecc. In questo modo, realizzerà che viaggiare è divertente.

Medicinali contro il mal d’auto del cane

I veterinari raccomandano di non somministrare medicinali contro il mal d’auto ai cani, a meno che non siano strettamente necessari. Tra le ragioni di questo consiglio c’è il fatto che i cani possono abituarsi a questi farmaci e persino diventarne dipendenti.

La cosa migliore è rivolgersi al veterinario prima di partire, per chiedergli un consiglio. Nei casi in cui il professionista lo riterrà opportuno, prescriverà i medicinali che riterrà più adeguati per l’animale.

Esistono tre tipi di farmaci di base contro il mal d’auto del cane: quelli utilizzati per far sì che il cane non vomiti, quelli contro lo stress e, infine, quelli che fanno sì che l’animale dorma durante il viaggio. In tutti i casi, a prescriverli dev’essere un veterinario. Non dobbiamo mettere a rischio la vita del nostro animale.

Categorie: Salute Tags:
Guarda anche