Gatto tonkinese: caratteristiche e cure

31 Marzo 2019
È un felino che ama giocare ed è molto attaccato alla famiglia, quindi rivendicherà costantemente l'attenzione del suo padrone.

Oggi vogliamo parlarvi del gatto tonkinese, un gatto che a prima vista può sembrare comune, ma non lo è affatto.

Esistono molte razze differenti di gatti, ciascuno con le proprie caratteristiche fisiche e con la propria personalità.

Scoprite con noi il gatto tonkinese.

Scopriamo il gatto tonkinese

Origini

Questa razza è originaria del Canada: nasce dall’incrocio tra un gatto siamese e un birmano intorno all’anno 1930; si tratta di una razza relativamente recente. I primi esemplari erano noti come siamesi dorati perché il loro aspetto era molto simile a quello del siamese, ma con la pelliccia di colore arancione.

Data la somiglianza con il siamese, le persone preferivano scegliere una razza originale, piuttosto che accettare un crociato che a prima vista sembra un’imitazione di un’altra razza. Per questo motivo, nel 1960 vennero effettuati nuovamente degli incroci tra entrambi i gatti e le caratteristiche genetiche vennero modificate, vincendo i pregiudizi. Fu così che il gatto tonkinese ricevette il proprio nome.

Alcuni anni dopo venne inserito nella CCA, la Canadian Cat Association e nella CFA: il gatto tonkinese era ufficialmente una nuova razza di gatto, tutt’oggi esistente.

Il gatto tonkinese

Caratteristiche fisiche

Possono misurare circa 28 centimetri e pesare tra 2,5 e 5,5 chilogrammi. Il loro pelo, molto simile a quello del siamese, è corto ma denso. In genere è di colore marrone scuro, ma sono presenti anche altre varietà di colore quali grigio, oro, beige e bianco, per citarne alcune.

La testa è generalmente più lunga che larga, qualcosa di non comune nei gatti, anche se la sua forma arrotondata maschera molto questa caratteristica. Gli occhi hanno sempre delle sfumature blu e verdastre e sono a forma di mandorla.

La coda è stretta, senza grandi quantità di pelo e, sebbene sia lunga, è in armonia con la lunghezza del corpo.

Le orecchie sono ovali e erette, con le punte arrotondate e di media grandezza. Sono ben proporzionate rispetto alla testa.

Il naso sarà sempre di un colore più scuro rispetto alla pelliccia, tra i toni intensi di cioccolato o cioccolato rosato.

Carattere del tonkinese

Fisicamente può essere facilmente confuso con un siamese, ma se c’è qualcosa che caratterizza questo gatto è la sua personalità travolgente. Entrambe le razze da cui proviene hanno personalità travolgenti e molte affermano che il gatto tonkinese possieda il meglio di entrambi.

Cure del gatto tonkinese

È un gatto che favorisce l’attaccamento: avrà sempre una persona preferita, il suo padrone, con cui vorrebbe trascorrere più tempo possibile e condividere mille avventure. Non è un gatto tranquillo, nel senso che ama e ha bisogno di giocare.

È sempre entusiasta e cercherà la vostra attenzione in modo da poter giocare insieme o trascorrere del tempo con lui.

Si adatta molto bene agli altri animali e alle persone, anche se a causa della sua natura attiva e dinamica non è molto adatto a convivere con animali domestici troppo calmi o passivi.

Salute e cura del tonkinese

Questo gatto è sano e forte per natura, anche se sembra essere incline a gengiviti e avere problemi con l’anestesia. A causa delle somiglianze con il gatto siamese, data la discendenza diretta, ci sono malattie che condivide con questa razza e verso il quale è più esposto.

Parliamo di amiloidosi, asma, malattie cardiache, problemi con megaesofago e iperestesia felina. Tuttavia, queste sono solo tendenze, e non tutti i gatti di questa razza finiscono per soffrirne.

Per prendersi cura del gatto tonkinese, data la sua tendenza alla gengivite, vale la pena ricordare l’importanza dell’igiene orale.

Bisognerà spazzolare i denti del gatto almeno una volta alla settimana, senza dimenticare le visite periodiche dal veterinario per gli esami di rito. Per il resto, le cure richieste saranno le stesse di ogni altra razza.

A causa del carattere vivace e vitale di questo gatto, non è consigliabile tenerlo in spazi ristretti. Quindi si consiglia di adottarlo se si dispone di un giardino o di uno spazio esterno in cui poter giocare.

Se avete un appartamento piccolo e amate questa razza, potreste prendere in considerazione l’idea di avere due gatti o un altro animale domestico. Ad ogni modo, questa razza vi farà trascorrere momenti indimenticabili se la sceglierete come animale domestico.