Il carattere del cane cambia con gli anni?

30 dicembre, 2020
L'invecchiamento è un processo naturale che fa parte del ciclo vitale di tutti gli animali. Con il passare degli anni il cane inizia a sperimentare alcuni cambiamenti morfologici, fisiologici e cognitivi che, dopo una certa età, rivelano i sintomi della vecchiaia.

Come gli esseri umani, anche i cani attraversano un processo di invecchiamento, durante il quale il loro corpo subisce numerosi cambiamenti fisici e cognitivi. Di conseguenza, è naturale che il carattere del cane cambi leggermente nel corso degli anni.

La vecchiaia nei cani tende ad apparire progressivamente e influisce sulle loro capacità motorie e sensoriali, che a loro volta influiscono sul comportamento. Tuttavia, come vedremo di seguito, l’invecchiamento non è l’unica causa dei cambiamenti e dei problemi comportamentali nei cani.

Perché il carattere del cane cambia nel corso degli anni?

In generale, un cane può essere considerato più vecchio o anziano dopo intorno agli 8-10 anni di vita, a seconda della razza e della taglia. Inoltre, ogni esemplare ha il proprio metabolismo, che lo influenza durante la vecchiaia. Per questo motivo, ci sono alcuni cani che possono vivere fino al doppio di quanto stimato per la loro razza.

Man mano che un cane invecchia, il suo sistema immunitario si indebolisce, rendendo la sua salute più vulnerabile. È ovvio che i cani anziani possono ammalarsi più facilmente; alcune di queste patologie possono influenzare i suoi sensi e causare dolore, per cui hanno un impatto negativo sul loro comportamento.

Cane anziano nella natura.

Inoltre è normale che con il passare degli anni il cane appaia meno energico e preferisca svolgere delle attività più tranquille e moderate. Ciò è dovuto in parte alla perdita di massa muscolare e ossea, che riduce la mobilità, e anche al rallentamento del metabolismo durante il processo di invecchiamento.

Sindrome da disfunzione cognitiva e cambiamenti comportamentali nei cani

Il processo di invecchiamento nei cani porta anche ad un progressivo deterioramento delle funzioni cerebrali e dei sensi. Di conseguenza, potrebbero verificarsi i primi sintomi della sindrome da disfunzione cognitiva, che negli esseri umani assomiglia all’Alzheimer.

Quando le capacità sensoriali iniziano a venir meno, il cane non è più in grado di percepire chiaramente ciò che sta accadendo intorno a lui. Alcuni stimoli quotidiani, come il rumore dell’apertura della porta, possono generare sia una reazione di ipersensibilità che un abbaiare eccessivo, ma anche una mancanza di reazione.

Oltre a questo, ricordiamo che la mobilità e la flessibilità del cane vengono influenzate dalla progressiva perdita di massa muscolare e ossea. Quando percepisce uno strano stimolo e non riesce a difendersi o scappare, l’animale si sente più vulnerabile e ha più probabilità di manifestare un comportamento aggressivo-difensivo.

Cane anziano sdraiato.

In casi più estremi, il cane anziano tende anche ad avere delle paure e persino delle fobie derivanti dall’ipersensibilità. Pertanto, è essenziale essere consapevoli dei problemi comportamentali nei cani anziani per evitare, tra le altre cose, la comparsa di comportamenti stereotipati che possono portare all’automutilazione.

Altri fattori che possono causare dei cambiamenti nel comportamento del cane

L’invecchiamento è uno dei motivi per cui il carattere del cane può cambiare nel corso degli anni. Ma ci sono anche altri fattori, interni ed esterni, che possono portare ad alterazioni nel suo comportamento, come ad esempio:

  • Problemi di salute. Tutti i cani, indipendentemente dall’età, dal sesso e dalla razza, possono soffrire di problemi di salute. Tra questi, ci sono molte patologie e alterazioni ormonali che possono portare a dei cambiamenti nel loro comportamento. Pertanto, se notate che il carattere del vostro cane sta cambiando, è consigliabile consultare il veterinario.
  • Stress o noia. I cani che vivono una routine sedentaria sono più vulnerabili allo stress e alla noia. Non ricevendo la giusta quantità di stimoli fisici e mentali, il cane può sviluppare dei problemi comportamentali, come quello distruttivo.
  • Problemi di socializzazione. Se il vostro cane non è stato adeguatamente socializzato, può mostrare cambiamenti comportamentali in presenza di altri animali e persone non familiari.
  • Cambiamenti improvvisi nella routine. I cani si aggrappano alla routine per sentirsi al sicuro e devono adattarsi progressivamente ai cambiamenti. Qualsiasi cambiamento improvviso nel suo ambiente può portare a disturbi comportamentali.
  • Castrazione. Molti cani mostrano dei cambiamenti nel loro comportamento abituale dopo un intervento chirurgico di castrazione. Oltre alla scomparsa dei comportamenti associati al desiderio sessuale, i maschi tendono ad essere più calmi.

È inevitabile: con il passare degli anni e con l’avanzare dell’età, il carattere dei nostri cani cambia. Allora diventa ancora più necessario offrire loro le cure e l’affetto che meritano.

  • Utahhumane.org. El cuidado del perro adulto. Extraído de: https://www.utahhumane.org/sites/utahhumane.org/files/sp_old_dog_care.pdf
  • Veterinaria.org/. 2007. El síndrome de disfunción cognitiva en el perro. Extraído de: http://www.veterinaria.org/revistas/recvet/n01a0407/01a040701.pdf
  • Fundacion-affinity. Alimentación del  perro adulto. Extraído de: https://www.fundacion-affinity.org/sites/default/files/perros-adulto-2.pdf