Il pastore della Russia meridionale: il guardiano del bestiame

14 gennaio, 2021
Il pastore della Russia meridionale è una razza di cane poco conosciuta. Il suo carattere ruvido e diffidente e le sue grandi dimensioni lo rendono ideale per il pascolo e per la protezione della casa.

Il pastore della Russia meridionale è un cane grande e robusto chiamato anche pastore polacco di pianura o pastore ucraino. Tuttavia, nonostante i nomi che gli si attribuiscono, questa razza di cani proviene dalla Russia meridionale.

Aspetto fisico del pastore della Russia meridionale

Questo cane è robusto e magro, con dei muscoli molto sviluppati e delle ossa solide e resistenti. I maschi di questa specie sono più grandi e robusti delle femmine.

La testa ha una forma allungata e presenta una fronte ampia e un muso piccolo e corto. Le piccole orecchie hanno una forma triangolare e sono staccate tra loro. Può avere gli occhi di colore diverso che di solito hanno una tonalità chiara.

Il pastore della Russia meridionale ha un pelo folto ed abbondante con una lunghezza uniforme sulla testa, sulla coda e sul resto del corpo. Solitamente, il colore del pelo è bianco con diverse sfumature di grigio. A volte, si presenta bianco con delle macchie grigie.

Questo cane si adatta facilmente a diverse condizioni meteorologiche e alle temperature più rigide. Il suo mantello gli permette di affrontare il freddo caratteristico del territorio dal quale proviene.

Per quanto riguarda il peso e l’altezza, il pastore della Russia meridionale è considerato un cane di taglia grande. Il peso oscilla tra i 48 ed i 58 chili e l’altezza minima negli esemplari maschi è di 65 centimetri, mentre nelle femmine è di 62 centimetri.

Coppia di pastori ucraini.

Origini del pastore della Russia meridionale

È difficile determinare l’origine del pastore della Russia meridionale. Esistono diverse teorie sull’origine di questa razza. Alcuni sostengono che discenda dai cani allevati dai pre-slavi.

Si ritiene che i pre-slavi utilizzassero dei cani con barba preistorici come pastori e guardiani. Questi cani con la barba preistorici, o broudasti in russo, sono stati definiti “assassini russi” o “pastori assassini” dal musicista russo L. Sabaneev. I nobili russi allevarono questa razza che si sviluppo completamente nel 1790.

Sia i cani da pastore europei che quelli slavi discendono dagli stessi antenati ed hanno caratteristiche simili. Ciò è dovuto al fatto che si esportarono in Europa diversi cani da pastore con il loro caratteristico pelo lungo e lanoso. Ad esempio, alcuni registri attestano l’arrivo in Spagna nel 1797 di questi cani insieme alla pecora merinos.

Un’altra teoria sostiene che i pastori australiani fossero troppo piccoli per seguire e proteggere le pecore o per affrontare i lupi o altri predatori. Pertanto, si crearono degli incroci con cani da pastore tartari e levrieri.

Si selezionò solo la prole più grande, resistente e aggressiva. Ciò che è certo è che il lupo è un antenato diretto del pastore della Russia meridionale.

Temperamento

Il pastore della Russia meridionale ha un temperamento impetuoso, energico, aggressivo ed un carattere diffidente. Una delle conseguenze del suo carattere è che non è facile da gestire. Bisogna essere dei padroni esperti per poter controllare questo animale.

Pastore polacco di pianura che corre.

Grazie alla sua natura aggressiva e alle sue dimensioni, questo cane svolge perfettamente il ruolo di protettore contro i lupi o altri predatori. Inoltre, protegge bene la casa ed i suoi padroni. Tuttavia, a causa del suo carattere aggressivo, non era molto popolare al di fuori della Russia.

Curiosità sul pastore della Russia meridionale

Il pastore della Russia meridionale appartiene a quel gruppo di cani che ha bisogno di molto esercizio fisico. Questo cane ha molta energia, quindi, deve fare delle attività che lo mantengano attivo, come ad esempio la pastorizia.

Il suo ruolo principale è stato quello di lavorare come pastore, come cane da guardia e come protettore dei greggi. Sebbene la sua origine sia sconosciuta, ha dei legami molto stretti con il lupo.

Questa razza stava per scomparire nel 1917, lo stesso anno in cui avvenne la Rivoluzione russa. Nel 1930, allevatori ed appassionati si sforzarono per recuperare questa razza di cane utilizzando anche il Komondor ungherese. Inoltre, si creò un comitato per il recupero della razza del pastore della Russia meridionale.

Oggi il pastore della Russia meridionale è poco conosciuto. Non compare quasi mai nelle esposizioni canine e sembra che non venga utilizzato nemmeno come cane da compagnia. Per tutti questi motivi, questa razza di cani vive in aree molto specifiche. Inoltre, questo cane fa parte de “La Troika”, un famoso trio di cani da pastore russi.

  • https://www.ecured.cu/Pastor_ucraniano
  • https://www.dogbreedinfo.com/southrussianovtcharka.htm
  • http://alianzfederation.org/estandares-de-raza/pastor-de-rusia-meridional/