Kishu: un antichissimo cane giapponese, docile e fedele

01 maggio, 2018

Se amate i cani e avete un’innata curiosità verso tipi e razze di tutto il mondo, non perdetevi questo articolo. Questa volta vi parleremo del Kishu (o kishu inu), un cane allevato in Giappone da migliaia di anni. Scopriamo assieme storia, caratteristiche e dettagli di questo magnifico animale domestico nipponico.

Tutto ciò che dovete sapere sul Kishu

Origine e storia

Stiamo parlando di una delle razze più antiche del mondo, neanche a dirlo. I Kishu si conoscono da almeno 3000 anni e si ritiene che arrivarono in Giappone dalla Cina, quando iniziarono le prime migrazioni umane.

Questa razza ha iniziato a svilupparsi nella regione montuosa di Kishu, da cui prende il nome. Era usato come cane da caccia per cinghiali, cervi e grossa selvaggina. Insomma, si tratta di un esemplare forte e coraggioso, dal momento che scontrarsi contro animali selvatici in campo aperto non è affatto semplice.

In Giappone ci sono persino dipinti e scritti che parlano di questo antico cane. Da queste testimonianze è possibile comprendere i vari colori del Kishu: rosso, sesamo o addirittura il tabby. Ad ogni modo, dal 1934 sono ammessi ufficialmente soltanto gli esemplari di una sola tonalità.

un Kishu a spasso al guinzaglio

Sempre nello stesso anno, il Kishu fu dichiarato monumento naturale nazionale e adottò ufficialmente il nome della regione da cui proveniva. Tuttavia, questo non ha impedito che, questo cane, come altri, finisse a un passo dall’estinzione durante la II Guerra Mondiale.

Fortunatamente, però, questo bellissimo animale è riuscito a sopravvivere fino ai giorni nostri. È un cane che viene voglia di abbracciare a prima vista, per via dell’immacolata e soffice pelliccia. Certo, è poco probabile vedere un Kishu fuori dal Giappone e, per incontrarne uno, l’unico modo è viaggiare fin là.

Caratteristiche del Kishu inu

È un cane di media taglia che, al garrese, può misurare dai 43 ai 55 centimetri, a seconda dei casi. Le femmine, come spesso avviene, sono più piccole e di solito non superano i 50 centimetri. Il peso varia dai 16 ai 18 chili.

La sua testa è prominente e appuntita, con occhi color miele perfettamente rotondi. Il suo muso è stretto e lungo, e la sua espressione facciale sprigiona nobiltà e tenerezza. Le sue orecchie sono appuntite ed erette, con una base più ampia.

un Kishu di profilo tra ciuffi d'erba verde

La pelliccia del Kishu è abbondante e morbida, quasi sempre di colore bianco; è anche ammessa una tonalità sabbia chiaro. Il suo aspetto è regale e le sue zampe hanno una struttura forte e diritta. Quelle posteriori sono più lunghe di quelle anteriori.

Temperamento del Kishu inu

In Giappone è ancora utilizzato per la caccia, anche se è sempre più visto come un cane da guardia e come un animale domestico. E’ un animale pieno di energie e molto attivo. Quindi, avrà sempre bisogno di correre, passeggiare ed esercitarsi più volte al giorno.

È coraggioso, perseverante e sveglio. Nonostante siano attivi, tra le mura domestiche diventano calmi, affettuosi e felici. Sono molto giocherelloni, amano stare con i bambini, con i quali riescono a creare una connessione molto speciale, per la loro dolcezza, tolleranza e istinto protettivo. Possono annoiarsi facilmente se restano troppo tempo da soli o se non vengono stimolati a sufficienza, sia mentalmente che fisicamente. A tal proposito, possono diventare distruttivi, abbaiare molto e soffrire di stress.

Salute e cura speciale del Kishu

Questa razza non presenta problemi di salute comuni, ad eccezione di quelli che potrebbero verificarsi in età avanzata, come la displasia. Tuttavia, il pelo dovrebbe essere controllato continuamente, poiché può nascondere batteri e parassiti. Inoltre, dovrete spazzolarlo ogni giorno per rimuovere cellule e peli morti, evitando che si formino nodi. Gli occhi e le orecchie potrebbero presentare infezioni, quindi è consigliabile pulirli quotidianamente con un po’ di siero e passando una garza.

Per tenerlo allenato, dovrete fargli fare lunghe passeggiate e un’adeguata dose di esercizio. E’ l’unico modo per farlo vivere felice, senza il pericolo che diventi distruttivo o cada in depressione. Insomma, il Kishu è un cane bello e perfetto da tenere come animale domestico. Per ora è possibile vederlo solo in Giappone. Ma un giorno, chissà, potreste adottarne uno!