La dermatite acrale da leccamento nei cani

Leccare parti del proprio corpo in maniera compulsiva. Questa è la caratteristica principale della dermatite acrale da leccamento nei cani. Le zampe sono le zone maggiormente interessate da questo problema, poiché l’animale si lecca fino a procurarsi delle ferite.

L’azione di leccarsi senza sosta fa infiammare la pelle. Progressivamente, la parte colpita può indurirsi. I follicoli della cute e le ghiandole apocrine (responsabili della sudorazione) si screpolano. Possono anche verificarsi delle infezioni batteriche.

Il trattamento per questa condizione è, generalmente, abbastanza lungo e poco pratico, sia per il cane che per il padrone. Tuttavia, una volta confermata la diagnosi, deve essere portato a termine.

Sintomi e fattori che favoriscono la comparsa della dermatite acrale da leccamento

Il principale sintomo della dermatite acrale da leccamento, è che il cane si lecca compulsivamente. In alcuni casi, oltre alla lingua, l’animale usa anche i denti.

cane con dermatite acrale da leccamento

Le ferite possono comparire dopo poco tempo (qualche ora). Tuttavia, potrebbero presentarsi anche dopo qualche settimana.

Le cause di questa malattia sono varie:

  • Prurito causato da un’allergia a fattori ambientali o ad alcuni alimenti.
  • Batteri, funghi, parassiti o acari che si trovano sopra al derma.
  • Punture di insetti.
  • Traumi alle articolazioni (fratture), che in genere provocano dolore.
  • Artrite.
  • In alcuni casi, può significare la presenza di un cancro.
  • Disordini ormonali.
  • Fattori psicologici, come dei disturbi ossessivi compulsivi (DOC).
  • Stress, stanchezza o ansia.
  • Stereotipia (azioni senza senso ripetute da alcuni animali. Per esempio, i cani confinati in ambienti ristretti o nei canili, sono più propensi a soffrire di questo disturbo).

Razze e componenti genetiche

Finora non si è potuto stabilire con certezza la relazione dei fattori genetici con la comparsa della dermatite acrale nei cani. Statisticamente però, alcune razze si sono dimostrate più inclini a soffrire di questa patologia.

La maggior parte dei cani colpiti sono di taglia grande:

  • Pastore Tedesco
  • Golden Retriever
  • Mastino spagnolo
  • Alano
  • Labrador Retriever
  • Dobermann

Diagnosi e trattamenti

La maggior parte dei padroni dei cani colpiti, vanno dal veterinario quando la malattia è già in fase avanzata. Ciò rende difficile il lavoro dello specialista, non solo per stabilire una diagnosi, ma anche per decidere il trattamento da eseguire.

Quando il medico visita per la prima volta un esemplare con delle ferite evidenti, non può determinare l’ordine di comparsa dei sintomi. Si deve prima scoprire se l’azione del leccare è iniziata come una conseguenza prodotta da alcune ferite o viceversa.

Per evitare ulteriori complicazioni, i padroni che sorprendono i propri cani a leccarsi continuamente, devono recarsi subito in una clinica veterinaria. Lo stesso vale per coloro che notano che il proprio animale ha le zampe sempre umide.

Tenete sotto controllo il cane

Evitate che il cane si lecchi se volete che le ferite guariscano. Per riuscirci, mettetegli un collare elisabettiano per impedirgli di raggiungere le zone colpite. Potete anche fasciare le lesioni.

L’unico modo per correggere questo comportamento è eliminare del tutto la causa scatenante. Che sia fisica, ambientale o psicologica.

Una volta che il quadro è completo, rivolgetevi ad altri specialisti. Anche un dermatologo veterinario e un etologo devono visitare il cane. 

cane nella doccia fa il bagno

Come evitare che si presenti la dermatite acrale da leccamento

Tutti i proprietari di cani devono seguire delle rigide norme d’igiene e di pulizia. E’ fondamentale ridurre l’incidenza di batteri, acari e parassiti. E’ importante anche evitare dei bruschi cambiamenti nella routine giornaliera dell’animale, per non provocargli stress.

Razze come il Goldene Retriever e il Boxer hanno bisogno di molto esercizio fisico per liberare la loro energia. Al contrario, non solo si annoieranno, ma diventeranno molto ansiosi.

Cani come il Pastore Tedesco, non solo hanno bisogno di correre, ma anche di fare dei giochi che li aiutano a rilassarsi e a combattere la monotonia.

Categorie: Salute Tags:
Guarda anche