La fobia per i gatti: cos’è e come gestirla

· 24 Maggio 2019
La fobia per i gatti può limitare fortemente la vostra vita, dal momento che questi animali sono presenti in moltissime case. Tuttavia, con qualche sforzo e talvolta con un aiuto professionale, è possibile superare il problema

Sebbene per la maggior parte delle persone i gatti siano animali simpatici e amichevoli, per altri costituiscono una minaccia. Se stare vicino a un felino vi fa entrare nel panico, potreste soffrire di fobia per i gatti. Molte persone non sanno come gestirla. In questo articolo parleremo della fobia per i gatti: cos’è e come gestirla.

L’ailurofobia o elurofobia è la paura irrazionale e persistente dei gatti. Ma come ogni fobia, è una paura irrazionale: ciò significa che il terrore che sentite è maggiore del danno che questi animali possono realmente causarvi.

È molto comune che questo problema derivi da una brutta esperienza con i gatti. Ci sono anche molti casi che hanno a che fare con una paura trasmessa da un’altra persona. Il più delle volte la fobia per i gatti viene acquisita durante l’infanzia. Pertanto, quasi nessuno è a conoscenza di questo trauma. Tuttavia, è uno squilibrio che può essere superato. Vediamo insieme la fobia per i gatti: cos’è e come gestirla.

Le cause della fobia per i gatti

Anche se non è una delle cause più comuni, un felino potrebbe avervi morso o graffiato in passato. O forse avete avuto un’altra spiacevole esperienza, che è stata associata in qualche modo con i gatti. In ogni caso, la paura è un segnale salutare che l’essere umano attiva per proteggersi.

La fobia per i gatti potrebbe anche essere associata a superstizioni negative. Per alcune persone il gatto porta sfortuna, ad esempio i gatti neri. Molte persone, allo stesso modo, attribuiscono ai gatti poteri diabolici o soprannaturali. C’è anche il mito secondo cui i gatti hanno sette vite e, quindi, sono considerati degli esseri magici. Tuttavia, queste rappresentazioni sono solo leggende e credenze popolari.

Fobia per gatti

Si potrebbe pensare che la fobia per i gatti nasca dall’ignoranza. Infatti, come i cani, i gatti sono animali innocui. Pertanto, possono vivere con chiunque senza alcun problema. Inoltre, i felini, sono molto giocherelloni, affettuosi e amichevoli con bambini e adulti. Sono anche bravi a catturare i roditori spaventosi.

I sintomi della fobia per i gatti

Ci sono alcuni sintomi caratteristici dell’ailuropobia o fobia per i gatti. Sebbene si riflettano in modo fisico, corrispondono a uno squilibrio psicologico. Ciò non significa che si tratti di un disturbo mentale, ma semplicemente che il corpo e la mente reagiscono attraverso la paura.

Chi presenta questo tipo di fobia sperimenta ansia, nervosismo o panico di fronte a un gatto. Presenta persino sudorazione, agitazione, mancanza di respiro e nausea. A volte appaiono orticaria o altri disturbi associati.

Alcune persone rimangono paralizzate. I sintomi compaiono anche quando si pensa ai gatti o si osservano immagini o video di felini. Queste persone sentono paura quando passano da luoghi in cui ci sono gatti. Si rifiutano anche di visitare parenti e amici che ospitano in casa questi animali domestici. Sebbene spesso si tratti di una paura esagerata, hanno difficoltà a controllarla.

Come gestire la fobia per i gatti

La prima cosa che bisogna fare è avere un atteggiamento aperto e positivo. Cioè, guardare in modo critico le idee e le convinzioni negative che si hanno sui gatti. Sarà anche necessario che cercare di identificare la fonte della vostra paura. Potreste fare un elenco delle possibili cause che la producono.

Gatto arrabbiato

Una volta identificata la radice della vostra fobia, sarà più facile affrontarla. Evitare i gatti non è la soluzione. Non c’è altro modo per superare la fobia per i gatti che affrontarli nel mondo reale. Ma non allarmatevi, perché, come in ogni processo, deve essere affrontato con calma e pazienza.

Potreste iniziare a guardare delle foto o studiare la storia dei gatti. Quindi sarebbe bene cercare di avvicinarsi ai gatti inizialmente osservandoli da lontano. Fate una routine giornaliera o settimanale in cui a poco a poco avete un contatto con i gatti.

Quando siete vicino ad un gatto, provate ad eseguire degli esercizi di respirazione lenta. Cercate di dominare la paura e pensate che non accadrà nulla di brutto. Semplicemente lasciatevi trasportare dalla situazione.

Altre alternative per superare la paura

Inizialmente potreste aiutare voi stessi imparando delle tecniche di meditazione e rilassamento. Questi sono strumenti efficaci per ridurre la paura. Tuttavia, se pensate che sia impossibile per voi andare avanti, è meglio consultare uno specialista.

Fortunatamente, c’è una grande varietà di trattamenti e metodi terapeutici che servono a superare questa fobia. In ogni caso, ricordate che la vostra volontà gioca un ruolo importante in questo processo. È necessario dimostrare disposizione, perseveranza e convinzione per raggiungere il vostro scopo.

Riuscirete ad osservare risultati favorevoli e, perché no, forse amerete i gatti in futuro. Altrimenti, imparerete gradualmente a vivere con questi animali. Superare la fobia per i gatti richiede molta tolleranza e pazienza. In questo modo, gestirete la vostra paura e potrete condurre una vita più libera e meno limitata.

Capafons Bonet, J. I. (2001). Tratamientos psicológicos eficaces para las fobias específicas. Psicothema, 13(3).