La ghiandaia azzurra americana, un bellissimo volatile parente dei corvi

24 maggio, 2020
La ghiandaia azzurra americana è un parente del corvo e abita nell'America del nord. Scopriamo di più su questo curioso volatile!
 

La ghiandaia azzurra americana è un volatile che vive nell’America del nord e si distribuisce a est delle Montagne rocciose. Al di là della famosa catena montuosa si estende un’altra specie di ghiandaia, sempre molto conosciuta: la ghiandaia di Steller. Per questo è molto frequente vedere ghiandaie nei giardini e nei cortili delle case del nord America.

A causa del loro tipico piumaggio azzurro, non è immediata l’associazione delle ghiandaie azzurre con i corvi. Come vedremo, le due specie sono invece imparentate.

Scopriamo di più sulla ghiandaia azzurra americana, specie facente parte della famiglia dei corvidi insieme a corvi e gazze.

Piumaggio e altre caratteristiche della ghiandaia azzurra

ghiandaia azzurra americana nella neve

La ghiandaia (Cyanocitta cristata) è un volatile della grandezza di circa 30 centimetri ricoperto principalmente da piume di colore azzurro, come indica il suo nome.

Sulle ali e sulla coda presenta anche chiazze bianche e nere. Parte della faccia e il ventre intero sono di colore bianco, con una striscia nera attorno al collo e ai lati della testa.

Il colore delle piume della ghiandaia non è dovuto alla pigmentazione bensì alla rifrazione della luce sulla struttura delle piume (colore strutturale).

 

Un’altra caratteristica tipica della ghiandaia azzurra americana è il suo canto stridulo e acuto, simile a quello di un gabbiano. La ghiandaia emette anche una serie di suoni musicali e può imitare il canto di altri uccelli, come il falco.

Un uccello socievole ma che sa il fatto suo

Le ghiandaie sono volatili piuttosto socievoli. Alcune caratteristiche più interessanti del loro comportamento sono:

  • Tendono ad accoppiarsi e a formare piccoli gruppi familiari.
  • Ogni anno la maggior parte di loro migra dal nord al sud durante la stagione estiva, riunendosi in grandi stormi fino a 250 esemplari per affrontare l’attraversata.
  • Le abitudini migratorie sono però irregolari, in quanto alcuni esemplari rimangono nello stesso habitat tutto l’anno mentre altri emigrano ad anni alterni; non si sa il motivo di questa irregolarità.
  • Il corteggiamento si svolge con inseguimenti aerei e il maschio può alimentare la femmina per accoppiarsi.
  • Le ghiandaie costruiscono i nidi e crescono i pulcini in due. Depongono di solito 4-5 uova e entrambi i genitori si occupano di incubarli e procurar loro il cibo.
  • Costruiscono i nidi in alto su faggi e querce; li fabbricano con piccoli rami, foglie, erbe, pezzi di corteccia e muschio che tengono uniti con il fango.
  • Non sempre sono visibili. Tendono a nascondersi nei loro nidi e a emettere stridii acuti quando vengono scoperte da altri animali.
nido di uccello su un albero
 

Questi uccelli tendono ad essere aggressivi nei confronti di altri volatili. Si sono registrati atteggiamenti di competizione anche tra esemplari della stessa specie, spesso attaccando le uova altrui o distruggendo – o rubando – i nidi di altri.

Un segnale che indica che l’animale è nervoso o che può manifestare improvvisamente un atteggiamento aggressivo è l’emissione di un canto molto acuto, accompagnato dal rizzamento delle piume della cresta.

La ghiandaia azzurra americana è un animale onnivoro

La ghiandaia azzurra americana è un animale onnivoro ma si ciba principalmente di vegetazione. Grazie al suo potente becco, può cibarsi di ghiande che raccoglie e conserva in piccoli fori del terreno.

Può mangiare anche insetti come bruchi, scarabei e cavallette. In alcune occasioni può mangiare ragni, lumache, uova di altri uccelli, piccoli roditori, rane, pulcini e persino carogne.

Come celebrano la morte dei loro simili?

Molte specie di animali celebrano dei veri e propri riti funerari dopo la morte di un individuo del loro gruppo familiare. Le giraffe e gli elefanti sembrano “portare il lutto” dopo la scomparsa dei familiari. La stessa cosa avviene per le ghiandaie.

Pur non essendo state presenti al momento, le ghiandaie azzurre americane riconoscono la morte di un familiare e la identificano come un’informazione che deve essere condivisa con gli altri membri del gruppo, proprio come farebbero alla presenza di un predatore nei paraggi.

 

Quando la ghiandaia azzurra americana trova un membro del suo gruppo morto, chiama in raccolta tutta la famiglia per raccogliersi insieme attorno all’esemplare senza vita. Gli scienziati spiegano questo fenomeno come un comportamento sviluppato per avvertire gli altri individui di un pericolo imminente.

Con questa strategia riescono a ridurre l’esposizione al pericolo che ha causato il decesso di uno di loro, collaborando in gruppo per sconfiggere l’eventuale predatore.

gruppo di uccelli ai piedi di un albero

Conclusione

La ghiandaia azzurra americana è un volatile estremamente intelligente, che, nonostante un aspetto apparentemente docile, si rivela più aggressivo di quanto ci si aspetti.

Come abbiamo visto, se la ghiandaia deve difendersi lo farà senza esitazione. All’interno del suo habitat non si comporterà in maniera docile come un passero comune.

 
  • National Geographic. Arrendajo azul.
  • Audubon. Guía de Aves, Cyanocitta cristata.
  • Matt Walker, BBC. Descubren que los pájaros realizan funerales.