La lince: 4 meravigliosi esemplari diversi

30 gennaio, 2019
La lince può avere il pelo di colori diversi, ma tutte hanno trovato il modo di camuffarsi e mimetizzarsi al meglio.

Questi famosi felini vivono nell’emisfero boreale e sono caratterizzati da una pelliccia che permette loro di mimetizzarsi con l’ambiente in cui vivono, compresa la neve! La lince è un animale davvero sorprendente e in questo articolo vi mostreremo 4 specie uniche.

Continuate a leggere per saperne di più. La lince vi aspetta!

La lince mostrata in 4 specie

Le differenze possono riguardare il peso, le dimensioni, il pelo. Sono simili tra loro, ma tutte hanno qualcosa che le contraddistingue.

1. La lince rossa

Si tratta di una delle specie il cui pelo, come indica il nome, è più rossiccio, senza però scostarsi dai colori tipici delle altre linci.

Vive negli Stati Uniti, in Messico e in Canada. Predilige le aree boscose e le zone semi-desertiche.

La lince rossa –nell’immagine principale di questo articolo– può essere grande il doppio di un gatto domestico.

Ha le punte delle orecchie bordate di nero e può essere molto territoriale. Come la maggior parte dei felini, è solitaria.

Infatti, si avvicina ad altri esemplari solo nella stagione della riproduzione e un solo maschio può accoppiarsi con più femmine.

Si nutre di conigli, lepri e qualche piccolo roditore.

2. Lince iberica

Con una popolazione di solo 600 esemplari in libertà, localizzati per lo più nei boschi e nei loro dintorni dell’Andalusia, la lince iberica è un felino dall’aspetto gracile, con zampe grandi, pelo macchiato, grigio, con sfumature nere.

Lince iberica

L’attenzione cade sulle sue orecchie appuntite, con pelo rigido, e sulle basette accentuate che coprono le guance.

Questa specie di lince è solitaria, abile nel cacciare ma capace di stare ore a riposare e prendere il sole o a rifugiarsi dalla pioggia.

Si nutre di conigli, anche se non disdegna gli uccelli, le pernici e i piccoli mammiferi.

3. La lince boreale

La terza specie di lince è conosciuta anche con il nome di europea, comune o euroasiatica. Si tratta della più grande di tutte e si trova spesso nei boschi europei e siberiani.

Il pelo di questa lince può essere rossastro, bruno e tendente al grigio in inverno. Le macchie sul pelo cambiano in base alla regione dove vive.

Lince boreale

Questo felino è un eccellente saltatore e cacciatore. Solitamente, il suo territorio di caccia arriva a 185 km², condiviso con le femmine.

La stagione degli amori inizia a gennaio e termina a marzo. In questo periodo, si forma una coppia che rimarrà unita solo nel momento dell’accoppiamento.

In seguito, 48 ore dopo, si divideranno e la femmina si prenderà cura dei futuri cuccioli.

4. La lince canadese

L’ultima di queste specie vive nella taiga canadese e dell’Alaska. Tuttavia, si può trovare anche nel nord degli Stati Uniti.

Gli esemplari che vivono nella regione di Terranova sono più grandi e possono arrivare a cacciare prede di dimensioni maggiori, come i cuccioli di caribù. Inoltre, si nutre di uccelli e piccoli mammiferi.

Lince nella neve

La lince canadese misura fino a 90 centimetri e il suo pelo è chiaro. Questo le permette di proteggersi dal freddo e camuffarsi con la neve. Non presenta macchie evidenti sul manto, solo qualcuna sulle zampe.

Il periodo di riproduzione di questo animale va da marzo a maggio, a seconda del clima. Le femmine attirano il maschio con l’urina, quando sono fertili.

Questo avviene 5 giorni all’anno. In questo periodo si riproducono formando delle coppie, ma il maschio può accoppiarsi con più femmine diverse.

Solitamente, la gestazione dura due mesi e il parto avviene in una tana costituita da arbusti e cespugli. In genere, vengono partoriti 4 cuccioli.