La muta del pelo del cane: un vero incubo!

· 15 aprile 2018

La muta del pelo del cane rappresenta uno dei momenti più complicati, quando parliamo di convivenza con il proprio animale domestico. L’importante è non farsi prendere dal panico. Si tratta, infatti, di una consuetudine naturale, più o meno evidente a seconda della razza. Ecco allora una serie di consigli e informazioni che vi aiuteranno a gestire questa situazione.

La muta del pelo: perché i cani lo perdono?

Il funzionamento della pelle del cane, a eccezione della sudorazione, presenta una struttura molto simile a quella di altri mammiferi, compreso l’uomo. I peli si formano a partire da particolari cellule, che vengono prodotte dal follicolo pilifero. Queste cellule danno vita al manto dell’animale e influiscono anche sul colore, la consistenza e la lucentezza.

Queste cellule, come le altre, dopo un po’ di tempo cessano di esistere ma si rigenerano continuamente, in modo più rapido se l’animale è giovane. Come potete ben capire, durante questo processo si verifica la muta del cane.

Anche se questa “mutazione” non è eccessivamente frequente, rappresenta un vero problema per chi possiede un animale in casa. Non parliamo solamente dei peli che arrivano a spargersi nei luoghi più insoliti, ma anche al fastidio che possono provocare alle persone allergiche, oltre a dare una cattiva immagine di sporco, posandosi su tappeti, tende, divani e in ogni angolo della casa.

un cane marrone e uno bianco sdraiati in un salotto

6 consigli per gestire la muta del pelo del cane

Dopo aver visto, a grandi linee, come funziona la muta del pelo nei cani, vediamo assieme una serie di consigli pratici che vi aiuteranno a gestire l’emergenza peli nel vostro appartamento. Andiamo con ordine:

1. Spazzolate il cane ogni giorno

Può sembrare un suggerimento banale, ma spazzolare quotidianamente il vostro cane è uno dei modi migliori per eliminare i peli morti ed evitare che vengano sparsi per tutta casa. Ci sono vari tipi di pettini e spazzole per animali, pensati apposta per il periodo della muta. Basta rivolgersi al proprio negozio di animali di fiducia. Alcuni sono persino a forma di guanto.

È vero che farlo ogni giorno richiede tempo e pazienza non indifferenti, ma i risultati sono talmente positivi che ne varrà la pena.

2. Acquistate un aspirapolvere potente

Se non possedete alcun aspirapolvere o ne avete uno troppo piccolo, tenete presente che questo elettrodomestico sarà il vostro miglior alleato per arginare l’emergenza peli. Soprattutto se possedete un cane di grossa taglia o a pelo lungo, un aspirapolvere potente vi permetterà di raccogliere rapidamente tutti i peli caduti, risparmiando energie e tempo.

È un investimento forse costoso, ma che si ripagherà nel tempo. Contemporaneamente, avrete sempre una casa pulita e senza il classico laniccio dovuto all’accumulo dei peli in eccesso.

3. Usate una scopa in gomma elettrostatica

Le spazzole di gomma sono uno strumento incredibile se non potete passare l’aspirapolvere ogni giorno. Questi oggetti sono in grado di raccogliere i peli caduti grazie all’elettricità statica prodotta dai materiali con cui vengono costruiti. Il che rappresenta un grande vantaggio rispetto alle normali scope o spazzoloni di cotone.

4. Fate il bagno al vostro animale domestico

Fare il bagno è un ottimo modo per eliminare i peli morti dalla cute del vostro animale domestico. Durante il bagno e l’asciugatura, assicuratevi di rimuovere tutti i peli già caduti. Questo libererà il vostro cane ed eviterà che corra per ogni angolo della casa, spargendo peli.

Fate attenzione a raccogliere le matasse dei peli dalla vasca, evitando che scendano nella tubature, dal momento che potrebbero intasarle.

padrona lava le orecchie a un cane

5. Togliete tende e tappeti

Come sapete bene, i peli del vostro cane sono di varia lunghezza e possono infilarsi davvero dappertutto. Un altro consiglio, semplice ma efficace, è quello di rimuovere gli elementi d’arredo dove si possono accumulare i resti della muta.

Tende ma, soprattutto, tappeti su cui sicuramente il vostro amico a quattro zampe ama sdraiarsi e camminare. Ovviamente preoccupatevi maggiormente delle zone aperte in cui il cane ha libero accesso.

6. Stabilite dei limiti dentro casa

Durante il periodo della muta è meglio restringere le zone in cui l’animale può circolare liberamente. In tal modo, avrete meno zone da dover pulire. Potete, per esempio, proibirgli di sedersi sul divano, sul letto o in qualsiasi altro punto “delicato” della casa. Con un minimo di rigidezza, otterrete due risultati in un colpo solo: meno sporcizia in giro e meno tempo da investire nelle pulizie domestiche.

Ricordate però che dovrete imporre questi nuovi limiti, senza rimproverare il cane e senza ricorrere alla violenza. La muta è un processo naturale di cui l’animale non ha colpa. Siate comprensivi e premiate sempre il vostro amico a quattro zampe, quando vi ubbidisce.

In genere, i cani cambiano il pelo due volete all’anno, di pari passo con l’arrivo dell’inverno o dell’estate. Una volta che avrete notato i primi sintomi della muta, non dovrete far altro che seguire questi consigli pratici. Potrete gestire la muta del pelo del vostro cane senza problemi, evitando che questa esigenza naturale diventi un problema per la normale convivenza.