Le diete per problemi renali nei cani: tutto quello che c'è da sapere

21 marzo, 2021
Una buona dieta può aiutare un cane affetto da una malattia renale a vivere bene e più a lungo

Sebbene la malattia renale possa essere una diagnosi spaventosa, è possibile che un cane con questa condizione viva in buona salute per anni. Naturalmente, questo dipende dal fatto che la malattia venga rilevata precocemente e che le diete per problemi renali siano applicate correttamente nei cani malati.

Nelle righe seguenti parleremo di quali elementi delle diete solitamente consumate dai cani domestici sono i più importanti per far fronte a queste condizioni.

Capire la malattia renale

L’insufficienza renale generale e altre patologie renali stanno diventando una condizione comune nei cani. Uno dei primi segni della presenza di una qualsiasi di queste patologie è che il cane beve e urina più di prima e, quindi, chiede di essere portato fuori più volte al giorno.

Questo perché i cani con malattie renali non riescono a concentrare la loro urina, il che si traduce in un grande volume di liquido prodotto – e urinato – e conseguente sete e disidratazione.

Quando la funzione renale diminuisce, il cane trattiene ammoniaca, azoto e altri rifiuti chimici nel sangue. Un problema noto come uremia. Il grado di uremia viene determinato misurando l’azoto ureico (BUN), la creatinina e gli elettroliti nel sangue.

Come vengono colpiti i reni?

I reni sono organi vitali, poiché hanno il compito principale di rimuovere i rifiuti dal sangue, bilanciare i fluidi corporei e produrre urina. I reni agiscono filtrando il sangue del corpo, regolando la pressione sanguigna e mantenendo la concentrazione dei globuli rossi circolanti nel sangue.

Quando i reni sono danneggiati e non riescono a filtrare adeguatamente il sangue, si sviluppa un’insufficienza renale. Nel tempo, il danno si accumula e fa sì che i rifiuti vengano immagazzinati nel corpo. Con il peggioramento della malattia, i livelli di tossine nel sangue aumentano e l’animale si sente male.

I problemi renali possono anche portare a pressione alta, basso contenuto di ferro nel sangue (anemia), indebolimento delle ossa, danni ai nervi e malassorbimento nutrizionale.

Un cane con problemi ai reni.

Il valore delle diete per problemi renali nei cani

La maggior parte dei farmaci usati per trattare gli animali domestici affetti da malattie renali servono solo a ridurre i sintomi. D’altra parte, l’assunzione di una dieta corretta può avere effetti benefici sulla sopravvivenza del paziente, da qui la sua importanza.

Studi clinici hanno dimostrato che gli animali domestici che mangiano diete progettate per le malattie renali possono vivere il doppio del tempo rispetto agli animali che non lo fanno.

I cambiamenti nutrizionali che devono essere effettuati dipendono dalla gravità della patologia. In generale, gli animali con malattie renali dovrebbero seguire diete a ridotto contenuto di fosforo, proteine e sodio. Altrettanto importante è l’ integrazione con acidi grassi omega-3, che provengono dall’olio di pesce.

Acqua, più vitale che mai

Se il tuo cane ha una malattia renale, assicurati che abbia un facile accesso all’acqua. Il giusto livello di idratazione impedisce la concentrazione di composti tossici nel flusso sanguigno.

Con il progredire della malattia renale, il tuo cane potrebbe non essere in grado di bere abbastanza acqua da solo. A questo punto, potrebbe essere necessario somministrare il fluido per via endovenosa, sempre presso una clinica veterinaria.

A casa, incoraggia il tuo cane a bere. La malattia renale può far ammalare un cane così tanto da togliergli lo stimolo a bere. Per tirarlo su di morale, dagli un po’ di brodo aromatizzato a basso contenuto di sodio. Molti esperti raccomandano, se possibile, di assicurarti che l’acqua del tuo animale domestico sia fresca e priva di contaminanti. Pertanto, l’acqua filtrata è la migliore.

Componenti delle diete per problemi renali nei cani

Nelle prime fasi della malattia renale, l’obiettivo è prevenire ulteriori danni e compensare l’aumento della minzione. Per la maggior parte dei cani, l’idea è di dar loro da mangiare circa dal 2% al 3% del loro peso corporeo.

Se decidi di cucinare a casa per il tuo animale domestico, ricorda che un alto livello di umidità è fondamentale in una dieta benefica per i reni. Consulta il tuo veterinario per regolare le quantità in base al peso e alle dimensioni del tuo cane. Con il progredire della malattia, misurata dall’aumento del livello di proteine nelle urine, l’assunzione di carne dovrebbe essere ridotta.

Diete per problemi renali nei cani: che cibi pronti acquistare

Gli alimenti commerciali di qualità dovrebbero essere costituiti da proteine animali, frutta e verdura intera, poca lavorati e con un contenuto di umidità compreso tra l’80 e l’85%. Le proteine dovrebbero essere del tipo facilmente digeribile. Inoltre, è necessario che tutto ciò che il cane assume rispetti le seguenti premesse:

  • Basso livello di fosforo: per mantenere basso il livello di fosforo nel sangue dell’animale, cosa che si ritiene rallenti la progressione della malattia renale e migliori la sopravvivenza.
  • Basso contenuto di sale: gli alimenti ricchi di sodio possono aumentare la pressione sanguigna e peggiorare i danni ai reni, motivo per cui le diete progettate per animali domestici con malattie renali sono a basso contenuto di questo minerale. I cibi a basso contenuto di sodio includono frutta e verdura, ma assicurati di evitare uva, uva passa, cipolle e aglio.
  • Basso livello di proteine: le proteine sono una molecola grande e complessa che può essere difficile da digerire. Esse vengono scomposte in amminoacidi, essenziali per il tuo cane. Si consigliano pollo, tacchino o albume d’uovo. D’altra parte, i rifiuti azotati provengono anche dal metabolismo delle proteine e il loro eccesso è indesiderato nei cani con malattie renali. La chiave è ridurre, ma non eliminare, le proteine che il tuo cane sta assumendo.

Oltre a dargli una dieta a basso contenuto proteico, dovresti anche evitare di dare al tuo cane snack ad alto contenuto proteico. Le prelibatezze che dovresti evitare sono le seguenti: carne, formaggio, pelle grezza, orecchie di maiale, ecc.

Quali integratori sono consigliati nelle diete per problemi renali nei cani?

Ecco un elenco di integratori alimentari consigliati per questi cani:

  • Acidi grassi omega-3 : ci sono alcune prove che questi acidi grassi contenuti nell’olio di pesce possono essere utili per i cani con malattie renali. Chiedete al veterinario se l’olio di pesce va bene per il vostro animale domestico e, in tal caso, il dosaggio ottimale e un marchio che ha un controllo di alta qualità.
  • Citrato di potassio: il citrato di potassio induce un aumento della concentrazione di bicarbonato nel sangue. Nella malattia renale, il livello di bicarbonato nel sangue diminuisce e rende il pH del sangue più acido.
  • Vitamine: a causa di una disfunzione renale, le vitamine contenute nel cibo non vengono riassorbite nel rene. L’assunzione di integratori vitaminici aiuterà a compensare le carenze.

Infine, che si tratti di una dieta commerciale o casalinga , dovresti scegliere cibi che non siano esposti a conservanti, pesticidi, fertilizzanti, organismi geneticamente modificati o radiazioni ionizzanti. Se dai al tuo animale domestico carne, dovrebbe provenire da animali che non ricevono antibiotici o ormoni della crescita.

Questa distinzione è importante nelle diete per problemi renali nei cani, perché significa che il cibo non contiene tossine. Ciò significa che l’alimentazione quotidiana del cane metterà meno pressione sulla funzione attuale degli organi danneggiati.

Le diete per problemi renali nei cani devono essere molto speciali.

C’è ancora molto da imparare sui bisogni nutrizionali dei cani con problemi renali. La sfida è mantenere un apporto adeguato, poiché i cani con malattie renali tendono a non avere un grande appetito. Pertanto, è consigliabile monitorare la perdita di peso, variare i sapori e nutrire il cane più volte al giorno.

  • O’Neill, D.G., Elliott, J., Church, D. B., McGreevy, P.D., Thomson, P.C. and Brodbelt, D.C. (2013). Chronic Kidney Disease in Dogs in UK Veterinary Practices: Prevalence, Risk Factors, and Survival. Journal of Veterinary Internal Medicine, 27:814–821
  • National Research Council. Nutrient Requirements of Dogs and Cats. Washington, DC: The National Academies Press; 2006.
  • Cline M. (2016) Nutritional management of chronic kidney disease in cats & dogs. Todays Vet Pract ;6(2):58-66.
  • Larsen JA, Parks EM, Heinze CR, Fascetti AJ. (2012) Evaluation of recipes for home-prepared diets for dogs and cats with chronic kidney disease. J Am Vet Med
    Assoc 240(5):532-8. doi: 10.2460/javma.240.5.532.