Le ninfe possono parlare?

Se le ninfe possono parlare o meno è una domanda comune che molti guardiani si pongono all'inizio come custodi di uccelli. Ecco la risposta.
Le ninfe possono parlare?

Ultimo aggiornamento: 02 luglio, 2021

Questi preziosi pappagalli, appartenenti alla famiglia dei cacatua, possono rivelarsi un’incredibile compagnia per un essere umano per un periodo che può durare circa 20 anni. Tuttavia, essendo un uccello esotico che di solito non è conosciuto troppo bene, sorge l’inevitabile domanda: le ninfe possono parlare?

Nelle righe seguenti rispondiamo a questa domanda, oltre a fornire alcune informazioni generali sulle ninfe (Nymphicus hollandicus). Come sempre, quando si tratta di animali, la chiave sarà garantire la loro felicità e la loro salute.

Come si comportano le ninfe?

Le ninfe, da buoni pappagalli, sono uccelli incredibilmente intelligenti. Inoltre, hanno un temperamento amichevole e sono generalmente dotati di una maggiore stabilità mentale rispetto ad altre specie, motivo per cui hanno una minore incidenza di disturbi comportamentali.

Questi uccelli si adattano facilmente alla vita con gli umani, ed hanno una grande facilità nel comunicare e formare legami con i loro conviventi. Tuttavia, è essenziale abituarli al contatto fisico – prenderli ed esaminarli – per assicurarsi di poterli gestire senza stress in occasioni future.

D’altra parte, occorre tenere presente che questi uccelli sono rumorosi. I pappagalli includono l’urlo nella loro interazione vocale, quindi cercare di zittirli spesso li fa urlare ancora di più. È importante tenerlo in considerazione prima di adottarne uno in casa.

Le ninfe possono parlare.

Le ninfe possono parlare?

Sebbene questo sia un apprezzamento che quasi tutti conoscono, non fa mai male ricordarlo: i pappagalli imitano il linguaggio umano, ma non lo usano come noi. Cioè, un cacatua può dire “cibo” perché lo associa al ricevere cibo, ma gli manca la capacità di dotare questa vocalizzazione di grammatica o semantica, per esempio.

Quindi le ninfe parlano? La realtà è che sono in grado di articolare determinate sillabe e parole brevi, ma la loro tendenza è più incline a imitare suoni come melodie, fischi e rumori ambientali.

Essendo di taglia piccola – pesano circa 90 grammi – la loro lingua e il becco non sono abbastanza grandi per pronunciare chiaramente. Per questo motivo la vocalizzazione delle ninfe non è molto precisa. Inoltre, non possiedono le corde vocali: per emettere suoni usano la siringe, un organo vocale situato sotto la loro trachea che vibra con il passaggio dell’aria che proviene dai polmoni.

A che età possono iniziare a parlare?

Come ogni animale, le ninfe hanno un periodo di maturazione in cui sviluppano le capacità di comunicazione per vivere in gruppo. Possono iniziare la formazione intorno ai 4 mesi di età, poiché è anche il periodo in cui hanno maggiore facilità di apprendimento.

Anche così, la formazione richiederà tempo, forse diversi mesi. Tieni presente che stanno imparando a essere adulti e parlare come un essere umano, non è qualcosa che va per il loro istinto. Saranno molto curiosi e desiderosi di giocare, quindi puoi usare questi comportamenti a tuo vantaggio.

Le chiavi per insegnare alle ninfe a parlare

La cosa più importante è che l’apprendimento dell’animale sia percepito come un gioco. Se hai deciso di fare questo allenamento con il tuo pappagallo, ecco alcuni suggerimenti per ottenere risultati:

  • Crea un legame con la tua ninfa: questo deve avvenire prima dell’allenamento. Riuscire a intenderti con il pappagallo e sapere che si fida di te è un fattore imprescindibile affinché il processo abbia effetto.
  • Assicurati che il cacatua sia sano e felice: in caso contrario, l’uccello non avrà alcuna motivazione per rispondere a ciò che chiedi.
  • Addestrala in un luogo tranquillo: le ninfe tendono a distrarsi dall’ambiente circostante. e questo può trasformare l’allenamento in una fonte di frustrazione. Evita le zone rumorose.
  • Procedi lentamente: inizia con parole e sillabe brevi, preferibilmente durante i momenti quotidiani come mangiare o uscire per giocare. Usa parole che piacciono alla ninfa e ripetile senza sosta.
  • Usa il rinforzo positivo: quando ripete in modo corretto, ricompensala con coccole o leccornie. La punizione, ovviamente, non porta da nessuna parte nel mondo degli animali domestici.
  • Sii paziente: questo suggerimento è il più basilare. La tua ninfa potrebbe non imparare mai a parlare, ma l’allenamento dovrebbe comunque essere piacevole per lei.
Una ninfa su una gabbia.

Le ninfe possono parlare, ma non è sempre un buon segno

È facile essere tentati di adottare una ninfa o un altro volatile esotico per questa particolarissima caratteristica del parlare. Tuttavia, come sempre, prima di accogliere animali in casa bisogna fare appello al proprio senso di responsabilità: il loro benessere deve essere garantito.

D’altra parte, il comportamento dei pappagalli è complesso e talvolta difficile da gestire. Se le ninfe parlano, potrebbe essere dovuto a un allenamento sano o alla mancanza di stimoli ambientali. Assicurati che questo comportamento sia vantaggioso per loro e che non sia invece un segno di disagio.