Le scimmie con più amici affrontano meglio l’inverno

13 Dicembre 2019
Uno studio recente ha scoperto che le scimmie con più amici resistono meglio agli inverni rigidi. Che ne dite di conoscere tutti i dettagli? Ve li diciamo in questo articolo.

Nei primati, le relazioni sociali sono particolarmente importanti: molte scimmie dipendono da esse per sopravvivere. Uno studio recente ha dimostrato che le scimmie con più amici non solo godono di molti vantaggi nel gruppo, ma affrontano meglio l’inverno. Vediamo insieme perché in questo articolo.

I macachi di montagna

La maggior parte dei primati non umani vive nelle aree tropicali e nella giungla, quindi è non è comune vedere come affrontano gli inverni rigidi. Tuttavia, non è così per il primate più vicino al continente europeo, il famoso macaco di Gibilterra.

I macachi di Gibilterra vengono chiamati così perché vivono in questa famoso stretto. Un altro nome di certo meno popolare è quello del macaco di Barberia, che si riferisce alla sua distribuzione naturale: il nord del continente africano.

Questa specie di scimmia è una delle più conosciute per la sua presenza in questa piccola regione britannica sulle rive della penisola iberica ed è protagonista di molte storie curiose. Si ritiene che Gibilterra sia britannica fintanto che ci sono macachi lì e ciò ha portato in passato anche alla cattura di animali selvatici in Africa per portarli nello stretto.

Attualmente, ci sono molti turisti che si recano in questo territorio per osservare lo spettacolo dei macachi: decine di scimmie allo stato brado che sono diventate un simbolo di questo piccolo territorio.

Le scimmie con più amici affrontano meglio l'inverno
Gli inverni africani

Sebbene nell’immaginario collettivo l’Africa appaia come un luogo caldo dove non esiste l’inverno, la verità è che essendo un continente così grande, il clima è piuttosto variabile a seconda della zona. Pensate che questo continente è grande 80 volte l’Italia, per cui ci saranno dei ragionevoli contrasti per quanto riguarda le temperature.

È il caso delle montagne e delle foreste in cui vivono i macachi di Gibilterra, per cui questa specie è costretta ad affrontare neve e ghiaccio per sopravvivere. Il fatto è che queste scimmie vivono ad altitudini di 2000 metri: si tratta dei primati che vivono alle altitudini più elevate, accanto ad alcune specie di langur.

Quindi, è per questo motivo che, nonostante la loro folta pelliccia, le scimmie con più amici affrontano meglio l’inverno. Per tenersi al caldo, si riuniscono in branco durante le dure notti del Nord Africa.

Macaco di Gibilterra
Le scimmie con più amici affrontano meglio l’inverno

Uno studio recente della Lincoln University ha analizzato la cosiddetta termoregolazione sociale, ovvero la capacità dei macachi di Gibilterra di mantenere la temperatura corporea stabile in base alle loro relazioni sociali.

Questa è di certo una sorpresa, dal momento che chiunque abbia trascorso una notte fredda in un rifugio con gli amici sa che la vicinanza con le persone care non solo fa bene, ma dà anche calore. Al punto che dormire vicini può essere una condanna in estate e un sollievo in inverno.

Lo stesso vale per i macachi di Gibilterra. Ovviamente, le scimmie con più amici affrontano meglio l’inverno perché formano gruppi più grandi. E in questi gruppi più grandi, le notti invernali vengono affrontate meglio poiché questi animali dormono vicini gli uni agli altri per riscaldarsi.

Pertanto, è un dato di fatto che le scimmie con più amici affrontano meglio l’inverno. Sebbene questi animali siano in grado di sopravvivere perfettamente in questo momento difficile, lo fanno con meno riserve, il che danneggia la loro capacità di crescere e riprodursi, entrambe fondamentali per stabilire la posizione nel gruppo e portare avanti la specie.

Campbell, L. A., Tkaczynski, P. J., Lehmann, J., Mouna, M., & Majolo, B. (2018). Social thermoregulation as a potential mechanism linking sociality and fitness: Barbary macaques with more social partners form larger huddles. Scientific reports8(1), 6074.