Lemure dal collare: caratteristiche, comportamento e habitat

Il lemure dal collare è una specie di primate molto curiosa che emette uno dei richiami più potenti del regno animale.
Lemure dal collare: caratteristiche, comportamento e habitat

Ultimo aggiornamento: 23 aprile, 2021

Il lemure dal collare bianco e nero, noto anche come lemure increspato bianco e nero, è una specie di lemure in via di estinzione. I lemuri sono un gruppo di animali che comprendono più di cento specie di primati.

Caratteristiche del lemure dal collare

Il lemure dal collare è considerato uno dei lemuri più grandi. Questo, però, non significa che sia il più grande dei lemuri viventi, dato che esistono diverse famiglie che fanno parte dei lemuri del Madagascar.

Questo primate raggiunge i 120 centimetri e può superare i quattro chilogrammi di peso. Questo significa che può pesare il doppio di un lemure dalla coda ad anelli, che è la specie più rappresentata.

Come suggerisce il nome, il lemure dal collare bianco e nero presenta nella sua pelliccia questi colori. In entrambi i sessi, il colore bianco si trova nelle estremità e nel dorso e il nero nel resto del corpo.

Le sue caratteristiche riproduttive sono molto curiose e simili a quelle dei piccoli lemuri notturni: cucciolate numerose, tempo di gestazione breve ed il raggiungimento precoce della maturità. Rispetto ad altre specie che normalmente hanno uno o al massimo due cuccioli, il lemure dal collare può avere cucciolate di sei esemplari.

Lemure appeso al ramo di un albero.

Comportamento del lemure dal collare

Il lemure dal collare è un animale arboricolo e diurno. Come molti primati, trascorre la maggior parte della giornata sulle cime degli alberi nella parte orientale dell’isola del Madagascar. Questo animale è uno dei lemuri più frugivori e, oltre alla frutta, si nutre anche di nettare e fiori.

La sua dieta può essere composta dal 92% di frutta, anche se questo dipende dalla stagione dell’anno. Si è riscontrato che le femmine consumano più dei maschi durante la stagione secca, specialmente quando sono in gestazione, periodo in cui consumano maggiormente foglie e fiori.

Come per altri lemuri, il lemure dal collare bianco e nero è una delle specie in cui comandano le femmine. In genere, sono loro che vincono le lotte contro gli esemplari maschi; cosa importante perché, come abbiamo detto in precedenza, consumano più cibo. Di fatto, le femmine hanno più bisogno dei maschi di controllare le risorse di cibo. I vari gruppi si adattano alle risorse presenti nel territorio in cui vivono e si è visto che in aree con poche risorse il gruppo si può dividere e poi riunire.

Lemure che sta per saltare dal ramo di un albero.

Per quanto riguarda la comunicazione, questi animali utilizzano una serie di richiami curiosi e molto potenti che, tra i primati, sono superati solo dalla scimmia urlatrice. I lemuri dal collare bianco e nero utilizzano questi richiami per comunicare i loro movimenti e la presenza di predatori.

Habitat e conservazione

Come il resto dei lemuri, questi animali vivono in Madagascar. A volte, non si pensa che in quest’isola vivano moltissimi lemuri che raggiungono le 100 specie. Ciò significa che esistono lemuri notturni, terrestri, che vivono in zone aride o nelle foreste rigogliose.

Il lemure dal collare bianco e nero vive nelle foreste tropicali ad est dell’isola dove passa la maggior parte del suo tempo. Tuttavia, esistono altre specie di lemuri che vivono in zone più aride.

È una specie in via di estinzione. Negli ultimi 27 anni la popolazione è diminuita del’80%. Sebbene tra i loro principali predatori ci sia la fossa, la minaccia principale per questa specie è rappresentata dalla deforestazione e dalla caccia. Sono stati fatti dei tentativi di allevare dei lemuri dal collare bianco e nero in cattività, ma una volta reintrodotti in natura sono stati facilmente cacciati dalle fosse.

Potrebbe interessarti ...
Microcebo: il lemure più piccolo del mondo
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Microcebo: il lemure più piccolo del mondo

La famiglia dei microcebo vanta alcune delle specie più piccole al mondo, tra cui il microcebo di Madame Bertha e quello di GERP.